Categories: Rimedi naturali

Guida pratica ai rimedi naturali per l’orecchio tappato

Le cause e i più efficaci rimedi naturali da mettere in pratica

L’orecchio tappato è un problema tanto fastidioso quanto diffuso. Un raffreddore, un tappo di cerume, una passeggiata in alta montagna o un tuffo in piscina, sono tutte situazioni che possono provocare questo disturbo. Talvolta può essere la spia di patologie più importanti che richiedono l’intervento del medico, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un disturbo passeggero che si risolve in breve. Per accelerare i tempi, ecco una serie di rimedi naturali da poter applicare per risolvere il problema in breve.

Orecchio tappato, cos’è

L’orecchio tappato è un disturbo molto fastidioso ma purtroppo piuttosto frequente. Crea una brutta sensazione di realtà ovattata. Può colpire un solo orecchio oppure entrambi, e oltre a provocare un momentaneo calo dell’udito, dà anche uno spiacevole senso di instabilità. Nei casi più seri, si presenta anche in associazione a uno stato doloroso.

Orecchio tappato, le cause

Le cause possono essere molteplici e di varia natura.

Vediamo nel dettaglio le cause temporanee, ovvero quelle che provocano il disagio in maniera transitoria e solo in concomitanza con l’insorgere della causa del problema.

  • Raffreddore: durante gli stati influenzali e in caso di infezioni delle vie aeree, la produzione di muco, che è una normalissima reazione difensiva del nostro organismo, può causare l’orecchio tappato
  • Catarro: se la predetta condizione si aggrava, si crea la formazione di catarro che, se non scaricato attraverso il naso, invade la cosiddetta “maschera” costituita da naso, gola e orecchie
  • Cerume: quella sostanza cerosa dall’azione protettiva e lubrificante del condotto uditivo, normalmente si scioglie e viene lavato via durante la quotidiana detersione. Tuttavia, in alcuni casi, è possibile che il cerume si accumuli e, indurendosi, vada ad ostruire la porzione esterna dell’orecchio andando a premere proprio sopra il timpano
  • Sbalzi di pressione: l’orecchio tappato è una condizione molto frequente in condizioni particolari che prevedono cambi di pressione e altitudini diverse dall’abitudinario. I casi più frequenti accadono infatti in aereo, ad alta quota in montagna e durante un’immersione subacquea
  • Brufoli: un doloroso e fastidioso brufolo all’interno del condotto uditivo va a creare un tappo nel senso proprio fisico

Oltre alle condizioni transitorie appena viste, facilmente risolvibili con i semplici rimedi naturali che andremo ad esporre tra poco, vi sono anche alcune cause più importanti che provocano l’orecchio tappato. Eccole:

  • Lavori usuranti, in ambienti molto rumorosi che sollecitano l’udito e la sua struttura in maniera molto violenta. A lungo andare, questa condizione provoca danni irreversibili
  • Affezioni e problematiche scheletriche: molto spesso, i disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico dell’articolazione temporo-mandibolare – o della porzione cervicale – hanno ripercussioni sull’apparato uditivo, creando problemi quali l’orecchio tappato ma anche acufeni e ronzii. Per la risoluzione di tal problema, è necessario l’intervento di un buon fisioterapista o chiropratico

Infine, vi sono vere e proprie patologie che devono essere affrontate con il medico. Stiamo parlando di:

Orecchio tappato e cerume

Tornando a considerare situazioni frequenti provocate da cause transitorie, il tappo di cerume è sicuramente la causa più frequente dell’orecchio tappato. E lo si capisce facilmente, dato che in genere riguarda un solo orecchio anziché entrambi.

Il cerume è quella sostanza giallo-marroncina che viene prodotta naturalmente da alcune ghiandole all’interno del canale uditivo. Il suo scopo è quello lubrificare il condotto uditivo stesso, proteggendolo dall’ingresso di agenti infettivi e/o indesiderati.

In genere, il cerume tende ad uscire spontaneamente dall’orecchio durante la quotidiana detersione. Talvolta, però, questa sostanza tende ad accumularsi e ad indurirsi, fino a creare un vero e proprio tappo. Le categorie di persone più soggette a questo disturbo sono i bambini, perché hanno un condotto uditivo piuttosto stretto, e gli anziani, poiché hanno un cerume più secco.

Ricordiamo tra l’altro che l’utilizzo del cotton-fioc è altamente sconsigliato in quanto spinge sempre più in profondità il cerume. Per conoscere i sistemi migliori per pulirsi le orecchie consigliamo il post Sai come pulire le orecchie? Per scoprire invece come rimuovere un tappo di cerume vi consigliamo un altro articolo apposito sull’argomento: Sai come rimuovere il tappo di cerume?

Orecchio tappato, rimedi naturali

Ora che abbiamo visto le varie cause che provocano la sensazione di orecchio tappato, andiamo a vedere alcuni rimedi naturali per trovare sollievo al fastidio.

Ovviamente si tratta di rimedi semplici e da provare a metter in pratica in caso di disturbi transitori causati da condizioni ben specifiche e circoscrivibili. Nel caso di malattie e patologie gravi, i rimedi naturali poco, se non nulla, possono fare.

Orecchio tappato rimedi naturali: comportamenti da assumere

Se l’orecchio si è tappato a causa di un problema pressorio: aereo, tuffo in acqua, alta montagna… un grande classico è mettere in atto alcuni atteggiamenti come:

  • deglutire: aiuta ad attivare i muscoli delle tube di Eustachio. Ci si può aiutare succhiando una caramella o bevendo un po’ di acqua
  • sbadigliare: il movimento mandibolare facilita l’apertura della tuba di Eustachio
  • masticare un chewingum per favorire la salivazione e, di conseguenza, la deglutizione

Orecchio tappato rimedi naturali: manovre

Se i semplici sistemi sopra descritti non dovessero funzionare, si possono tentare delle vere e proprie manovre fisiche:

  • manovra di Valsalva: inspirare e poi chiudere le narici con le dita; mantenendo la bocca chiusa, far uscire aria dal naso molto lentamente. Questa manovra non è semplice e va effettuata non in maniera troppo brusca, altrimenti si può rischiare addirittura la rottura del timpano
  • manovra di Toynbee: chiudere le narici con le dita e, tenendo chiusa la bocca, provare a deglutire. Per facilitare le cose, si può tenere un goccio d’acqua in bocca
  • manovra di Frenzel: tenendo le narici tappate con le dita, muovere la lingua come se si volessero pronunciare i suoni della “C” dura o la “K”
L’orecchio tappato può essere spia anche di patologie più serie.

Orecchio tappato rimedi naturali localizzati

Concludiamo la nostra rassegna di rimedi naturali per risolvere l’orecchio tappato, con altri consigli più ‘localizzati’.

  • Lavaggio nasale: utile in caso di muco fermo, con una siringa priva di ago, introdurre nel naso una soluzione salina tiepida. Si tratta di un vere e proprio drenaggio che va a pulire i seni paranasali e le narici
  • Irrigazioni nelle orecchie: spruzzare dell’acqua tiepida all’interno dell’orecchio tappando aiutandosi con una siringa senza ago
  • Impacco caldo: sempre nel caso di muco o catarro fermo, applicare una salvietta bagnata di acqua calda (e strizzata) per circa 5-10 minuti sulla fronte o sui seni parasanali
  • Inalazioni: suffumigi o inalazioni con vapori balsamici. Sono sufficienti poche gocce di olio essenziale. Tra le essenze più consigliate: olio essenziale di eucalipto, di cajeput, olio dell’albero del tè, di eucalipto e di menta piperita
  • Gargarismi, da effettuare con acqua tiepida salata

Orecchio tappato otite, rimedi naturali

Nel caso dell’orecchio tappato causato dall’otite, se non si volessero utilizzare farmaci, un rimedio naturale è quello di inserire 3 o 4 gocce, direttamente nell’orecchio, di una emulsione fatta con aceto di mele e acqua distillata. Ripetere il trattamento 1-2 volte al giorno.

Un altro rimedio naturale, un vero e proprio “vecchio consiglio della nonna”, consiste nell’intiepidire un goccio di olio d’oliva e, con il contagocce, farlo scivolare direttamente nell’orecchio.

Orecchio tappato, acqua

Dopo una nuotata o un bagno, è cosa abbastanza diffusa avere dell’acqua nell’orecchio. In genere si tratta di un disagio che si risolve in maniera spontanea nel giro di poco, ma ci sono casi in cui , l’acqua rimane nell’orecchio per più giorni. Vediamo allora come fare per far uscire l’acqua dall’orecchio e risolvere così quella fastidiosa sensazione di orecchio tappato:

  • inclinare la testa parallelamente al suolo e premere con il palmo della mano l’orecchio leso per alcuni secondi. Ripetere più volte
  • provare ad assorbire l’acqua inserendo con delicatezza nell’orecchio la punta di un fazzoletto morbido
  • asciugare il condotto con il getto d’aria calda del phon

Se dopo tutti questi tentativi il problema perdurasse, significa che era già presente un tappo di cerume che l’acqua ha gonfiato, peggiorando la situazione. In questo caso può essere utile leggere Sai come rimuovere il tappo di cerume?

Orecchio tappato, ansia

Potrà sembrare strano, ma le orecchie tappate possono essere anche un effetto di una crisi d’ansia o, ancor peggio, di un vero e proprio attacco di panico. La spiegazione sta nella cervicale: in genere la tensione si localizza su collo e spalle, e ciò provoca irrigidimento e infiammazione della zona cervicale, da cui derivano svariati disturbi come nausea, capogiri e, appunto, orecchie tappate, spesso accompagnate da ronzii ed acufeni. In questo caso bisogna agire sulla fonte del problema. Un buon massaggio alle spalle può essere d’aiuto, così come qualche seduta dal fisioterapista se non si tratta di una situazione temporanea ma di un problema che si protrae nel tempo.

Ti potrebbero interessare anche

Altri rimedi e cure naturali consigliati

Scoprite qui altri rimedi naturali per la cura di malanni e disturbi frequenti:

Outbrain

View Comments

Share
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.