Salute

Curare il raffreddore velocemente si può seguendo alcuni piccoli consigli

Si può curare il raffreddore velocemente per tornare alla vita quotidiana più carichi di prima! Basta seguire qualche semplice consiglio, che aiuterà a tornare in salute in poco tempo.

Curare il raffreddore velocemente si può seguendo alcuni piccoli consigli

Raffreddarsi è una gran noia, perché ci si sentie spossati, il naso è chiuso, gli occhi lacrimano, la testa a volte fa male. Ma non è nulla di grave e con qualche rimedio naturale possiamo guarire in un paio di giorni.

Raffreddore: cos’è 

Il raffreddore è una patologia molto diffusa a qualsiasi età e in qualsiasi parte del mondo. Ad infettarsi sono più frequentemente i bambini, con una media di 6 volte all’anno, contro le 2-3 volte degli adulti.

A causare il raffreddore è un virus. Il contagio avviene:

  • per via diretta attraverso le goccioline di saliva, gli starnuti stessi o la tosse
  • per via indiretta dal momento che i virus che provocano il raffreddore resistono alcune ore nell’ambiente esterno.

Quando viene

Il raffreddore è più frequente soprattutto nelle stagioni fredde, perché ci si ritrova più spesso in ambienti chiusi e affollati, in cui il ricambio d’aria non è sufficiente. Non è certo il freddo a scatenare questo malanno, ma, come già detto, un virus. In realtà si può contrarre anche in piena estate, basta entrare in contatto con il ceppo di virus responsabile del raffreddore.

Il raffreddore è contagioso nei primi 2 giorni, mentre il suo periodo di incubazione va dalle 4 alle 72 ore.

Quanto dura un raffreddore?

Dura di solito 5 giorni. I peggiori sono i primi 2 poi tende a diminuire. A volte si prolunga di più, soprattutto se accompagnato da febbre e tosse, oppure se il virus responsabile è più difficile da debellare.

Il consiglio è che, se dopo 10 giorni i sintomi non passano, è meglio rivolgersi al medico, perché potrebbe dipendere da altre cause, ad esempio sinusite o allegria.

Come curare il raffreddore in un paio di giorni 

Per curare il raffreddore velocemente si consiglia, ai primi sintomi, di stare al caldo, riposarsi e bere molto. Oltre a questo esistono metodi naturali efficaci per ridurre i sintomi del raffreddamento e portare ad una veloce guarigione.

Ecco alcuni rimedi naturali, senza utilizzare dunque farmaci per curare il raffreddore velocemente.

Infuso allo zenzero e limone

È indicato assumere infusi naturali. Il più noto ed anche efficace è la tisana allo zenzero e limone: un vero toccasana per contrastare i sintomi influenzali, grazie alle proprietà benefica dei due ingredienti:

  • limone, ricco di vitamina C
  • zenzero, famoso per le sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Con lo zenzero è possibile anche preparare uno sciroppo fai da te: fate bollire 1 tazza d’acqua e unite un pezzetto lungo 1 cm di zenzero fresco privo di scorza, zuccherate a piacere o aggiungete 1 cucchiaio di miele. Lasciate raffreddare 15 minuti e bevete 2 volte al giorno.

Curare il raffreddore velocemente

Infuso alla salvia

Se non si ha la radice di zenzero allora si può preparare una tisana a base di salvia. Basterà far bollire le foglie di salvia nell’acqua: l’azione balsamica dell’erba aiuta a far sparire il raffreddore e il mal di gola. Il suo utilizzo è sconsigliato alle donne in gravidanza e persone ipertese.

Il miele

Assumere il miele durante l’influenza fa molto bene. Si può utilizzare per dolcificare le tisane oppure prenderne un cucchiaio, magari accompagnato da pappa reale e polline che sono indicati per rinforzare il sistema immunitario.

Il miele è ricco di proprietà antibatteriche: in particolare viene consigliato in questo caso il miele di Manuka, che rappresenta un vero antibiotico naturale. Ottimo da assumere sia per alleviare i sintomi sia per prevenire.

Fumenti al bicarbonato

Tra i primi rimedi naturali per combattere il raffreddore velocemente ci sono i fumenti. Fare i fumenti vuol dire far bollire l’acqua con oli essenziali o altro e inalarne il vapore.

Il più comune dei suffumigi in caso di naso chiuso è quello con il sale o bicarbonato di sodio.

  • 0,5 l di acqua distillata o del rubinetto
  • 3 cucchiai di sale
  • 1 cucchiaio di bicarbonato

Preparazione: mettere l’acqua a bollire con sale e bicarbonato. Inalare il vapore con il capo coperto da un telo.

L’acqua salata viene utilizzata anche per fare i gargarismi, se oltre al raffreddore è presente anche mal di gola.

Curare il raffreddore con gli oli essenziali 

Le piante sono di grande aiuto nel aiutare la guarigione dal raffreddore e dagli stati influenzali.

In particolare alcuni oli essenziali hanno effetto decongestionante, cioè danno sollievo alla respirazione, come ad esempio gli oli essenziali di tea tree, timo, eucalipto, rosmarino, menta, lavanda.

Curare il raffreddore velocemente

Suffumigi alle erbe

I suffumigi o fumenti possono essere preparati con gli oli essenziali ad esempio di eucalipto e pino mugo l’ideale per liberare le vie respiratorie, o di tea tree oil

  • 10 gocce di olio essenziale a scelta tra eucalipto pino mugo o tea tree
  • 1 l d’acqua

Preparazione. Basterà fare bollire l’acqua, metterci l’olio essenziale prescelto e respirare, godendovi l’effetto dei vapori balsamici.

Unguento balsamico fai da te

Con gli oli essenziali è possibile creare un unguento fai da te dalle proprietà balsamiche, veicolate da un vettore come ad esempio l’olio di cocco, prescelto perché fluidifica facilmente, ma rimane anche allo stato burroso sotto i 22°. Preferite oli essenziali tra quelli ad azione espettorante e anticatarrale, come eucalipto, pino mugo, basilico, sandalo e finocchio.

  • 1 bicchiere di burro di cocco sciolto (basta conservarlo a 25°)
  • 15 gocce di olio essenziale a scelta

Preparazione. Fate riscaldare il burro finché si scioglie e diventa olio di cocco e aggiungete l’olio essenziale lavanda. Lasciare a raffreddare e poi spalmare sul petto con movimenti circolari per sentire subito sollievo alla respirazione.

Sali da bagno

Un altro modo per favorire la guarigione dal raffreddore e farsi un bel bagno caldo. Il consiglio è di versare nell’acqua della vasca del sale di Epsom e degli oli essenziali calmanti e balsamici a scelta tra timo e rosmarino e lavanda.

Preparazione. Versate nella vasca da bagno l’olio selezionato mentre fate scorrere l’acqua per riempirla. Non solo sarà rilassante ma libererà le vie nasali.

Cuscinetti caldi

Per guarire dalla congestione e alleviare il mal di testa che accompagnano il raffreddore, si consiglia di liberare le vie nasali e la testa con impacchi posti sulla zona congestionata.

In erboristeria, online o anche in versione fai da te, potete usare il cuscino di noccioli di ciliegio, che va riscaldato nel forno o a microonde e applicato sulla parte dolorante.

Curare il raffreddore velocemente con il segreto della nonna

Oltre alle erbe e alle medicine, ecco che nel nostro cassetto dei ricordi spunta il metodo della nonna: una tradizione tramandata che oggi appare un po’ strana, ma che una volta si pensava potesse aiutare a guarire velocemente dal raffreddore.

Appena si presentano i primi sintomi il rimedio della nonna era di inclinare la testa, mettere qualche goccia di acqua ossigenata nelle orecchie, lasciarla agire per pochi secondi e poi raddrizzare la testa e asciugarvi con un fazzolettino.

Curare il raffreddore velocemente

La base di validità potrebbe sussistere nel fatto che spesso il virus del raffreddore vanno ad annidarsi e ad intaccare anche le orecchie: con l’utilizzo dell’acqua ossigenata, ripetendo il trattamento ogni 2-3 ore, forse si potranno riscontrare i primi benefici già dopo 12 ore. Oggi il metodo non è più utilizzato!

Guarire in fretta dal raffreddore: consigli utili 

Per guarire dal raffreddore la prima cura è il riposo e il caldo. L’organismo per riprendersi ha bisogno di calma e riposo, bisogna riuscire a non fare nulla per 2 giorni.

Ecco alcuni pratici consigli per aiutare il corpo a ritornare presto in forma.

Riposo

Per chi è raffreddato la notte è un momentaccio: è difficile riposare bene se il naso è chiuso e gocciola.

Per evitare la congestione nasale si consiglia di mettere sotto la testa più di un cuscino: dormire con il busto lievemente inclinato aiuterà a tenere libero il naso.

Nella camera da letto sarebbe meglio avere umidificatore, magari con oli balsamici, che evita la fastidiosa secchezza delle mucose nasali e aiuta a liberare il naso.

Brodo caldo

Quando si soffre di naso chiuso e mal di gola, si ha di solito anche poco appetito. Ma il miglior rimedio per guarire è di tornare in forze e l’alimentazione è molto importante.

Per rinforzare il sistema immunitario si consiglia di bere brodo di pollo o vegetale caldo, che idrata, rilassa i muscoli, da sollievo alla gola, e al tempo stesso vi aiuterà a contrastare la malattia, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e alla sua ricchezza di sali minerali.

Bagno caldo

Per guarire più velocemente dal raffreddore si consiglia anche un bel bagno caldo: non è vero che farà male anzi!

Curare il raffreddore velocemente

L’acqua deve essere bella calda: il vapore aiuta a decongestionare le vie respiratorie, l’acqua calda decontrae i muscoli e in più scalderà il corpo.

Prevenire il raffreddore con rimedi naturali 

Prevenire è meglio che curare, quindi in vista della stagione più fredda alcuni piccoli accorgimenti possono evitare di ammalarsi e di prendere il raffreddore.

Per il benessere dell’organismo è importante rinforzare le difese immunitarie. Vi consigliamo i seguenti prodotti naturali:

  • fieno greco. Veniva utilizzato dalle mamme per stimolare la produzione di latte materno durante la gravidanza e dopo il parto. Il fieno greco è ottimo per prevenire il raffreddore e il mal di gola
  • curry. È ricco di antiossidanti e aiuta a tenere lontane le malattie da raffreddamento
  • aglio. Offre un’infinità di benefici per la salute, grazie alle sue proprietà antivirali, antimicrobiche e antibiotiche. Assumete dell’aglio crudo per aiutare ad alleviare i sintomi del raffreddore, ridurne la durata e rinforzare il sistema immunitario
  • vitamina c. Ha sue proprietà di prevenzione contro il raffreddore ampiamente riconosciute, ma è anche in grado di ridurre la durata del disturbo. Consumate succhi di arancia e mangiate cibi come fragole, kiwi e verdure a foglia verde, che ne sono ricchi.

Integratori naturali 

Esistono integratori specifici per ridurre o prevenire i sintomi influenzali, ad esempio:

  • echinacea. È un’erba dalle proprietà antivirali che aiuta ad allontanare le infezioni respiratorie e sembra possa ridurre gli effetti del raffreddore: va presa appena si presentano i primi sintomi. Insomma un vero rinforzo naturale, da assumere nelle dosi consigliate dal naturopata o dal vostro medico
  • zinco. È un elemento naturale in grado di ridurre la durata dei raffreddori. Assunto in compresse, caramelle o sciroppo, evita che il virus si riproduca.
  • ginseng. Si tratta di un antico rimedio e la sua efficacia nel ridurre la durata del raffreddore, rinforzando nel contempo il sistema immunitario, è dimostrata scientificamente. Esiste come integratore in compresse oppure si possono preparare delle tisane.
  • sambuco. Una pianta ottima per rafforzare le difese immunitarie, indicata per curare il raffreddore in modo naturale. Si può assumere in diverse forme: come sciroppo, 1 cucchiaiata ogni mattina, oppure in gocce di estratto di sambuco da aggiungere all’acqua o al succo di frutta.

Raffreddore nei bambini: come curarlo velocemente 

Starnuti, tosse e mal di gola: difficilmente i bambini attraversano l’inverno senza ammalarsi tra asili, sudate e sbalzi di temperatura. Ecco qualche rimedio per i bambini e i consigli per prevenire o curare il raffreddore: basteranno piccoli accorgimenti.

Il consiglio più frequente è quello di eseguire i lavaggi nasali ai bambini con soluzione fisiologica. Basterà immettere il liquido in una narice, il bambino deve restare con la testa chinata verso il basso e su un lato, su un lato, per lasciarla fuoriuscire dall’altra narice. Le bottigllette di fisiologica si acquistano in farmacia. Si possono anche usare acque termali come l’acqua di Sirmione o l’acqua marina sterilizzata, anche se molto più costose.

Altrettanti consigli importanti sono:

  • areare spesso i locali
  • usare diffusori con oli essenziali
  • igienizzare abiti e lenzuola
  • lavare spesso le mani
  • cambiare spesso il fazzoletto per soffiare il naso
  • bere tanta acqua o tisane a base di camomilla o tiglio
  • usare l’aerosol con prodotti naturali come i semi di pompelmo, un ottimo rimedio per disinfettare e ammorbidire il muco

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close