Tutto sul Parco Nazionale del Vesuvio, guida agli itinerari e visita al cratere

di Salvo del 2 novembre 2017

Eccovi una panoramica dei trail possibili per visitare il parco nazionale del Vesuvio, incluso la salita al cratere con foto e video.

Gli itinerari del Parco Nazionale del Vesuvio

Il Parco Nazionale del Vesuvio in Campania offre ai propri visitatori ben sei diversi itinerari:

  1. la Valle dell’Inferno, che consente la più bella vista del monte Somma e del Vesuvio, ed è parzialmente invasa alla lava prodotta dall’eruzione del 1944;
  2. il sentiero dei Cognoli, che si sviluppa attraverso una pineta, un vallone e poi un largo che offre degli splendidi scorci panoramici sulla piana campana;
  3. il Monte Somma,
  4. la Riserva Tirone, che offre uno dei tratti panoramici più belli del parco con alternarsi di boschi e macchie dominati dal profilo del Vesuvio,
  5. la strada Matrone,
  6. il vallone della Profica, il percorso seguito dall’antico trenino a Cremagliera,  che oggi si sviluppa su un sentiero che si dipana  lungo una forra occupata da blocchi lavici di grandi dimensioni, ed infine il Fiume di Lava.

Quest’ultimo percorso vi permetterà di ammirare una vegetazione particolarmente ricca costituita da castagni, noccioli, carpini neri, roverelle, e nel sottobosco biancospini, edere e felci aquiline.

Alla fine di questo percorso si giunge al fiume di lava del 1944 colonizzato oggi dal lichene Stereocaaulon vesuvianum dal caratteristico colore grigio argento.

Il panorama che si gode da questo punto è assolutamente mozzafiato con un’ampia vista sul golfo di Napoli e sulle isole, si riescono a scorgere persino i versanti nudi del Vesuvio, che, nei pressi dei Cognoli di Giacca e del Monte Somma, sembrano quasi un paesaggio lunare.

La visita al cratere

Si raggiunge con un itinerario a piedi che parte da quota 900 circa ed arriva sino ai bordi del cratere. Il costo è di 10 euro per accedere alla vetta. Sono anche disponibili in loco guide che vi possono accompagnare e spiegare le meraviglie del luogo. E’ sconsigliata a persone anziane e sovrappeso in quanto la salita è impegnativa nella parte finale, con un fondo anche sconnesso.

Aperta tutto l’anno, consigliata nel periodo estivo in quanto la chiusura è alle 18 come ultimo ingresso.

Il cratere: foto e video

Eccovi alcune immagini dal percorso guidato al cratere, molto suggestive.

Ben 800 metri di diametro per la bocca del vulcano.

Parco Nazionale del Vesuvio

La bocca del vulcano

Eccovi anche un video della sommità del cratere, veramente impressionante da vedere.

Come arrivare

Per arrivare al Parco Nazionale del Vesuvio potete prendere l’autostrada A3 Napoli-Salerno fino alle uscite Ercolano o Torre del Greco, oppure la SS 628 che si può raggiungere da Napoli seguendo le indicazioni per i comuni vesuviani.

Tutti i comuni del Parco Nazionale del Vesuvio sono, inoltre, raggiungibili con la Ferrovia circumvesuviana: linee Napoli- Torre Annunziata, Napoli-Sorrento; Napoli-Poggiomarino-Sarno oppure Napoli-Ottaviano-Sarno.

Per quanti di voi pensano di fermarsi qualche giorno in più all’ombra del Vesuvio vi consigliamo lagriturismo biologico Antico Casale a Piano di Sorrento (Na) o l’agriturismo di Monica Negri a Gaiano di Fisciano (SA).

Per maggiori informazioni:

Altri parchi nazionali e naturali da non perdere

Eccovi altre recensioni per visitare i parchi naturali e nazionali più belli del paese

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment