Tutto sull’elastina, una proteina naturale che dona elasticità alla pelle e la protegge dall’invecchiamento

di ScriBio del 16 Maggio 2019

L’elastina è una proteina naturale della pelle, che garantisce elasticità donando compattezza. Con la produzione di elastina è possibile prevenire la formazione di smagliature e rallentare il processo di invecchiamento cutaneo.

Tutto sull’elastina, una proteina naturale che dona elasticità alla pelle e la protegge dall’invecchiamento

Elastina: cos’è

Pelle, vasi sanguigni, polmoni e tendini, tutti questi organi per funzionare devono essere elastici, oltre che resistere alla tensione.  Mentre il collagene ne garantisce la resistenza, l’elastina gli conferisce elasticità.

Si tratta di una proteina del tessuto connettivo con funzioni strutturali che costituisce, assieme alla fibrillina, le fibre elastiche di tutti i tessuti connettivi.

Le fibre elastiche danno dunque al tessuto elasticità, cioè la capacità di tornare alla sua forma e dimensione originale successivamente a una distensione.

La produzione naturale di elastina diminuisce a partire dalla pubertà e da qui inizia il processo d’invecchiamento. Tuttavia, grazie alla sua stabilità, questa proteina è presente nei tessuti per tutta la vita di una persona, anche se non viene più prodotta naturalmente.

Può essere degradata dall’elastasi, un enzima rilasciato da alcune cellule (i granulociti neutrofili) in caso d’infiammazione dei tessuti.

La sua eccessiva diminuzione nei tessuti può dare origine a patologie come la stenosi arteriosa o l’enfisema polmonare ed è irreversibile. La sua diminuzione nel derma è la causa principale della comparsa di smagliature e rughe.

La presenza di elastina può essere incentivata dall’utilizzo di cosmetici specifici, da un’alimentazione ricca di omega 3, antiossidanti e sali minerali e da una vita sana.

Elastina: dove si trova

È il componente principale delle fibre elastiche presenti in grandi quantità nella matrice extracellulare dei tessuti connettivi della pelle, dei polmoni, dei tendini e delle arterie.

Le molecole di elastina vengono secrete nel liquido extracellulare e si assemblano in fibre, che disposte come uin una maglia.

Nel derma questa proteina viene prodotta da cellule chiamate fibroblasti ed responsabile dell’elasticità e del tono della cute. Rappresenta il 2% del suo peso complessivo.

Elastina: definizione

Se volessimo darne una definizione, potremmo dire che è una proteina presente nei tessuti e negli organi del corpo umano ed è una componente essenziale delle fibre elastiche. Abbondante nel derma, diminuisce con l’invecchiamento, rendendo la pelle più sottile e rugosa.

Elastina e collagene

Il collagene è una proteina presente in tutte le strutture del corpo: pelle, cartilagini, tendini, legamenti e tessuto connettivo. Rappresenta dal 30% al 35% delle proteine totali dell’organismo e assicura la coesione, l’elasticità e la rigenerazione di tutti questi tessuti. Nel corpo, il collagene è di tre tipi principali:

  • il tipo I è il più abbondante e si trova nella pelle, nei tendini, nel tessuto osseo
  • il tipo II si trova nella cartilagine
  • il tipo III si trova nei muscoli e nelle pareti vascolari.

I tessuti connettivi – presenti in quasi ogni parte del nostro corpo – sono utilizzati principalmente come supporto, riempimento, fissaggio, isolamento o protezione. Quest’impalcatura ricca di collagene agisce come una sorta di collante che tiene insieme il nostro corpo.

Questa proteina è prodotta da diversi tipi di cellule specializzate, tra cui i fibroblasti, ed è assemblato nel tessuto connettivo. Il ruolo biologico del collagene è duplice:

  • insieme all’elastina e alle glicoproteine è responsabile della coesione di tessuti e organi.
  • da solo conferisce proprietà idratanti, di resistenza e flessibilità ai tessuti e agli organi.

Nel derma, ad esempio, queste due proteine insieme contribuiscono a dare alla pelle un aspetto sano e luminoso.

Elastina: il fattore età

Il nostro organismo la sintetizza durante tutto lo sviluppo: la produzione naturale avviene fino ai 20 anni circa, ma col passare del tempo l’organismo tende a produrne in quantità sempre minore.

Nel corso del processo di invecchiamento la pelle perde così la propria elasticità, poiché la proteina del derma che si usura non riesce ad essere sostituita in egual misura: questo è il motivo per cui la pelle matura appare più spenta e segnata da rughe, proprio perché c’è perdita di elastina, che la rendeva compatta e forte.

La diminuzione della quantità di questa proteina all’interno del derma può dar luogo alla comparsa di smagliature e rughe.

elastina

Elastina idrolizzata: cosa è a cosa serve

L’elastina idrolizzata è la proteina fibrosa presente nel tessuto connettivo impiegata nel settore cosmetico.

Viene riprodotta in laboratorio in versione idrolizzata per via enzimatica. Si ottiene così un basso peso molecolare che le permette di essere assorbita dai tessuti con più facilità, risultando atossica e tollerata da ogni tipo di pelle.

Anche l’acido ialuronico ed il collagene sono disponibili in questa forma e vengono usati assieme all’elastina per creme ad azione combinata.

Elastina pura

L’elastina idrolizzata si trova in forma pura in creme e sieri anti-età, tonici e creme idratanti: in commercio sono tantissimi i prodotti a base di elastina in varie percentuali, in vendita sia nelle profumerie sia in farmacia.

I cosmetici, in base alla percentuale di concentrazione della proteina, possono determinare notevoli benefici all’aspetto della pelle, rendendola più compatta e tonica. Formano infatti un film superficiale sulla pelle, che ne migliora le caratteristiche elastiche.

Si usa anche in caso di cicatrici e piaghe da decubito.

Elastina marina

Come per il collagene, l’elastina idrolizzata si può estrarre dalla pelle dei pesci ed è disponibile sotto forma di integratori alimentari ed in crema.

In questo caso si parla di elastina marina ed è perfettamente biodisponibile. Viene proposta sia sola che in associazione ad altre proteine per sieri ed integratori alimentari che promettono di migliorare l’elasticità della pelle e la rigenerazione dei tessuti cutanei.

Elastina: come aumentarne la produzione

Ci sono alcuni metodi sicuri ed efficaci che possono aiutare ad aumentare la produzione di elastina:

  • Usare prodotti esfolianti. La crema o maschera esfoliante agisce eliminando le cellule morte della pelle dallo strato superficiale della pelle: questo stimolerà la produzione di nuovo collagene ed elastina dando alla pelle un aspetto più giovane.
  • Assumere un integratore alimentare a base di vitamina C. La vitamina C aiuta a mantenere accettabili le quantità di collagene ed elastina nel derma. Il dosaggio raccomandato è una capsula di 500 mg 1 volta al giorno, oppure si può prendere attraverso l’alimentazione. Una carenza di acido ascorbico può invece indebolire le fibre di questa proteina della pelle.
  • Assumere più proteine. Aggiungere 1- 2 porzioni di proteine nella dieta ogni giorno può aiutare a stimolare la produzione di collagene e fibre elastiche.
  • Proteggere la pelle dal sole. Applicare la crema solare sulla pelle aiuta a prevenire i danni causati dalla esposizione ai raggi UV. Ogni giorno, soprattutto del viso, bisogna proteggersi con creme con fattore di protezione solare SPF 15, da applicare prima di uscire. Anche molti prodotti di maquillage oggi sono completi di protezione solare.
  • Aumentare la lisina. La lisina è un aminoacido essenziale, ma l’organismo non lo produce. Contribuisce al formarsi di collagene e si può integrare solo tramite una dieta equilibrata: è presente in carni rosse, formaggi e noci.
  • Assumere più manganese. Il manganese è un minerale che aiuta la produzione di queste sostanze. In caso di cicatrici se ne consiglia l’introduzione proprio per ridurre l’inestetismo. Per assumerlo, oltre a integratori disponibili in farmacia, si possono consumare ananas, cereali integrali, verdure a foglia verde e anche alghe, che ne sono particolarmente ricche.
  • Assumere rame minerale. Rende la pelle forte e sana. Il rame si trova in carne, molluschi, noci e semi, anacardi e mandorle, in cibi integrali come pasta e pane.

elastina

Alimentazione per la produzione di elastina

La produzione viene stimolata da una sana alimentazione ed i cibi che più la favoriscono sono ad esempio:

  • patate: perché ricche di selenio che stimola la produzione di glutatione, un antiossidante efficace nel contrasto dei radicali liberi
  • carne: che contiene lo zinco utile contro la secchezza e le infiammazioni della pelle
  • pesce: perché ricco di acidi grassi omega 3, ottimi per rigenerare le fibre elastiche della pelle
  • cetrioli: ricchi di silicio che serve per riparare il tessuto connettivo danneggiato
  • pomodori: sono ricchi di licopene, sostanza che aumenta la produzione di collagene
  • frutti rossi: mirtilli, lamponi, more, ciliegie e ribes sono invece ricche di antociani i quali aiutano rinforzare le fibre di collagene e a mantenere la pelle particolarmente liscia ed elastica
  • frutta e verdura gialla ed arancione: sono ricche di vitamina A
  • agrumi: per la vitamina C
  • frutta secca e avocado: per la vitamina E che svolge un’azione fortemente elasticizzante

Seguire una dieta variegata e una alimentazione corretta aiuta certamente a fornire all’organismo tutti gli elementi necessari a mantenerlo bello e in salute.

Alimenti per ripristinare l’elastina dopo i 50

Dopo i 50 anni seguire delle diete sane diventa importante per il benessere psicofisico, per la salute e la bellezza. L’organismo comincia a produrre meno collagene e perde in elasticità e compattezza: è ancora di più importante introdurre alimenti come frutta e verdura che contengono vitamina C. In articolare, si consigliano:

  • agrumi
  • fragole
  • peperoni
  • patate dolci

Elastina: i benefici per la bellezza

L’elastina è un principio attivo molto utilizzato per linee di prodotti cosmetici: contrasta il processo di invecchiamento della pelle e riduce la formazione delle rughe.

La mancanza di elastina nel derma porta all’ispessimento della pelle, ad una maggiore disidratazione e alla comparsa di rughe.

elastina

Elastina: crema alla bava di lumaca

I cosmetici a base di bava di lumaca sono sempre più diffusi, perché sembrano avere effetti molto benefici sulla pelle, soprattutto matura. Si trova facilmente in commercio, spesso sotto forma di creme o lozioni.

La bava di lumaca si compone di:

  • elastina
  • acido glicolico per combattere i segni del tempo.
  • allantoina, un antiossidante che svolge una funzione rigenerante, lenitiva e riparatrice.
  • Vitamine A, E, C, che hanno proprietà antiossidanti, bloccano cioè l’effetto dei radicali liberi.

Grazie alla presenza di questi principi attivi la bava di lumaca è un prezioso alleato contro acne, smagliature e rughe. Agisce come stimolante della cicatrizzazione e favorisce la rigenerazione dei tessuti, migliorando la compattezza della pelle e l’idratazione.

Come prevenire le smagliature

Se si prende peso e poi lo si perde rapidamente può succedere che la pelle si danneggi e che si formino delle smagliature.

Questo inestetismo compare durante il periodo di crescita (in adolescenza) e in gravidanza. Oltre all’aumento di peso, anche le fluttuazioni ormonali inibiscono la produzione di elastina e collagene, facendo perdere elasticità alla pelle. Anche le terapie con il cortisone ne riducono la sintesi e sono tra le cause della formazione delle smagliature.

Prevenire la formazione di queste cicatrici e rallentare il processo di invecchiamento cutaneo è possibile attraverso l’utilizzo di prodotti proprio a base di questa proteina.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment