Piante e fiori

Tutto sulla Gaura (Lindheimeri): una pianta bella ed elegante ma facilissima da coltivare

Caratteristiche, varietà e consigli per la cura e la coltivazione

Oggi presenteremo la pianta perfetta per i debuttanti nel mondo del giardinaggio o per chi, col pollice verde, è proprio negato. Parleremo della Gaura (Lindheimeri), denominata anche Fior di orchidea Splendida ed elegante, è l’ideale per abbellire il proprio giardino donandogli un aspetto ricercato e colorato. Si tratta di una pianta molto resistente all’aridità e alle gelate nonché a malattie e parassiti.
Bella e poco esigente, è la pianta perfetta!

Tutto sulla Gaura (Lindheimeri): una pianta bella ed elegante ma facilissima da coltivare

Gaura (Lindheimeri), caratteristiche

La Gaura lindheimeri, originaria del Texas e del Messico del nord, è una pianta perenne a portamento arbustivo che può raggiungere anche i 70 cm di altezza. Denominata anche Fior di orchidea per l’incredibile somiglianza dei suoi fiori con quelli appunto dell’orchidea, si tratta di una pianta molto resistente che non necessita di tante cure.

È formata da fusti sottili, leggermente flessibili, di color rosso-marrone e lunghi circa 1 metro, ricoperti da piccole foglie, di colore verde-rossastro. Per 5 mesi all’anno regala meravigliosi fiori bianchi o rosati con petali rivolti verso il basso.

Gaura (Lindheimeri), quando fiorisce

Fiorisce abbondantemente per tutta l’estate fino ad autunno inoltrato. I fiori, particolarmente belli e molto simili ad orchidee, sono bianchi, rosa e fucsia. Raccolti in spighe, riescono a resistere per lunghi periodi.

A seguito della fioritura, fanno la loro comparsa dei baccelli allungati contenenti tanti piccolissimi semi capaci di germinare.

Varietà della Gaura (Lindheimeri)

Le principali varietà di Gaura sono:

  • Gaura lindheimeri ‘Cherry Brandy’, dai fiori di un bel rosa intenso
  • Gaura lindheimeri ‘Siskiyou Pink’, presenta fiori rosa intenso che fioriscono da gemme marroni e foglie verde scuro, screziate di marrone. Altezza media 60-75 cm
  • Gaura lindheimeri ‘Corrie’s Gold’, con fiori bianchi e foglie variegate, può raggiungere un’altezza compresa tra i 60 e i 90 cm
  • Gaura lindheimeri ‘Madonna’, dai bellissimi fiori bianco puro con calici rosa che fioriscono tra giugno e settembre
  • Gaura lindheimeri ‘Rosita’, ha fiori bicolore bianco e rosa e può raggiungere i 70-90 cm di altezza
  • Gaura lindheimeri ‘Sunset Dreams’, dal portamento compatto e cespuglioso, presenta fiori rosso-rosati e foglie color verde-rossastro
  • Gaura lindheimeri ‘Short Form’, da maggio a ottobre compaiono meravigliosi fiori bianchi. L’altezza media è di 40-50 cm
  • Gaura lindheimeri ‘Whirling Butterflies’, sfoggia fiori color bianco puro talvolta sfumati di rosa
  • Gaura lindheimeri ‘Crimson Butterfly’, seleziona australiana con fiori color porpora. L’altezza media di questa varietà è di 30-45 cm

gaura Lindheimeri

Coltivazione della Gaura (Lindheimeri)

Nonostante l’aspetto elegante e delicato, la Gaura (Lindheimeri) è una pianta vigorosa. Si tratta pertanto di una pianta facile da coltivare. Una volta messa a dimora in condizioni ottimali, difficilmente potrà dare particolari problemi. Vediamo nello specifico i fattori di cui tener conto per la sua cura.

Clima

Non teme il freddo e riesce a sopportare abbastanza bene anche temperature di molto al di sotto dello zero. In caso di freddo intenso o di gelo la pianta perde tutta la parte aerea, ma le radici rizomatose si mantengono vitali e da queste nascerà il nuovo cespuglio la primavera successiva.

Esposizione

Predilige i luoghi soleggiati e riparati dai venti.

Terreno

Cresce bene in qualunque tipo di terreno; tuttavia, predilige i terreni sciolti e ben drenati. Alleggeriti con sabbia ed arricchiti con del terriccio.

Annaffiature

A partire dalla primavera, annaffiare regolarmente ma solo quando il terreno è completamente asciutto. Attenzione a non bagnare i fiori.
La Gaura può tollerare anche periodi di prolungata siccità ma soffre in caso di ristagni idrici.

Concimazione

Dalla ripresa vegetativa primaverile fino all’autunno, somministrare ogni 20 giorni del concime per piante da fiore, ricco in azoto e potassio, diluito nell’acqua delle annaffiature. Nei giardini a bassa manutenzione, preferire un concime granulare a lenta cessione, da spargere ai piedi della pianta a inizio primavera.

Potatura

In primavera occorre cimare i fusti troppo lunghi per dare un aspetto armonioso alla pianta. Per un cespuglio più fitto e compatto, a inizio inverno, potare i rametti a 20 cm dal terreno. I fiori sfioriti vanno tagliati frequentemente per favorire una rifioritura più cospicua.

In ogni caso, utilizzare sempre cesoie disinfettate e ben affilate.

Moltiplicazione

La propagazione della Gaura può avvenire attraverso 3 sistemi:

  • semina
  • propagazione per talee
  • divisione dei cespi

Semina

Dopo la fioritura, la Gaura produce dei piccoli semi germinativi racchiusi all’interno di piccoli baccelli allungati. Giunti a maturazione, questi baccelli si aprono. A questo punto vanno raccolti i semini e conservati fino al momento della semina, che in genere si effettua a fine inverno in semenzaio protetto. A primavera avanzata, le nuove piantine possono quindi essere impiantate direttamente in piena terra.

gaura Lindheimeri

Talee

La propagazione per talea va effettuata invece in autunno, mettendole a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.

Divisione per cespi

Tecnica da praticare in autunno. Basta estrarre la pianta dal vaso o dal terreno e dividere il cespo in più porzioni provviste di radici. I cespi devono essere impiantati ed annaffiati abbondantemente, sempre facendo attenzione a evitare il ristagno idrico.

Messa a dimora

La messa a dimora degli esemplari giovani si effettua in primavera; in autunno è possibile invece impiantare direttamente in terra quelli forti e robusti.
Verso la fine dell’inverno, la Gaura dissecca completamente e rigermoglierà l’anno successivo in primavera.

Parassiti e malattie

I principali fattori che possono far soffrire la Gaura lindheimeri sono correlati al metodo di coltivazione. Un terreno molto pesante o un substrato sempre umido danno vita a cespugli con pochi fiori e dallo sviluppo stentato.
Soprattutto in estate, la pianta può soffrire per una eccessiva siccità, condizione che può provocare un totale arresto della fioritura.

La Gaura lindheimeri ama l’esposizione a pieno sole e in zone con un buon ricambio d’aria. Se posta in luoghi ombreggiati e poco arieggiati, il cespuglio tende ad allungarsi e a produrre pochi fiori, deperendo poi in maniera progressiva.

Associazioni

La Gaura sta benissimo con piante quali Astilbe, Campanula var.alte, Helenium, Scabiosa… Per un risultato ottimale, va piantata con una densità di 5 piantine al mq.

Utilizzi

Viene coltivata principalmente nelle bordure di piante da fiore, nei giardini rocciosi e in quelli a bassa manutenzione.

Approfondimenti tematici

Ed infine, ecco alcune schede monografiche su piante e fiori:

  • Piante da appartamento, le migliori contro l’inquinamento domestico
  • Quali sono i fiori azzurri più belli? Ecco la nostra selezione
  • Piante profumate: consigli pratici ed indicazioni
  • Lillà: caratteristiche, consigli e cure di questa pianta fiorifera
  • Piante erbacee: varietà, elenco e classificazione
  • Tutto sul cisto, una pianta mediterranea che ricorda la rosa selvatica
  • Piante annuali: varietà, coltivazione e cure
  • Lobelia: un genere di piante molto amate per il loro potenziale decorativo
  • Pachira: aspetto e cura di questa pianta che possiamo coltivare nei nostri interni
  • Crinum: una pianta da fiore simile al giglio tutta da scoprire
  • Le diverse varietà di euphorbia, dalle più decorative a quelle più facili da coltivare
  • Come coltivare il Clerodendro, una pianta altamente decorativa
  • L’aconito è una pianta velenosa dai bellissimi fiori blu, usata in omeopatia per curare ipertensione e ansia grave
  • Fiore di loto: i consigli per la coltivazione e le altre cose da sapere
  • Coltivare la calla in casa o in giardino: ecco come ottenere magnifiche fioriture
  • Lantana: una pianta dal grande potenziale ornamentale
  • Alla scoperta della santolina: spesso utilizzata per decorare aiuole e siepi, è anche un ottimo rimedio fitoterapico
  • La Fritillaria, una pianta ornamentale dal design particolare e dagli splendidi fiori esotici

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close