Olio di sesamo: proprietà ed utilizzi in cosmesi e cucina

di La Ica del 29 dicembre 2017

Olio di sesamo, che elisir! Oggi scopriamo le proprietà dell’olio ricavato dalla spremitura dei semi di sesamo, un ingrediente prezioso per la bellezza della pelle, perché ricco di vitamina E, ma che è usato anche in cucina.

Olio di sesamo: proprietà ed utilizzi in cosmesi e cucina

L’olio di sesamo viene ricavato dai semi di una pianta erbacea originaria dell’India e dell’Africa. Era già conosciuto nel VI secolo a.C. dagli Assiri, che lo apprezzavano sia come medicamento che come condimento alimentare.

Per i suoi numerosi benefici, oggi viene utilizzato in ambito farmaceutico per coadiuvare la somministrazione di farmaci liposolubili (come gli ormoni iniettabili) o come facilitante della digestione dal leggero effetto lassativo.

La cosmesi li usa per integrare saponi e shampoo, mentre in alcune nazioni come Cina e Giappone fa la sua più importante comparsa in cucina, ad esempio nella frittura della tempura.

Scoprite anche altri ingredienti della cucina naturale 

Benefici dell’olio di sesamo

Il seme di sesamo è infatti un alimento ricco di vitamina E in grado di contrastare la comparsa di rughe, macchie solari e altri segni del tempo, mentre la sesamina è un efficace purificatore del fegato.

Acido oleico e linoleico sono invece sostanze abbondanti di acidi grassi essenziali, che gli conferiscono importanti proprietà antiossidanti capaci di combattere i radicali liberi, tenere sotto controllo la pressione arteriosa e l’ipercolesterolemia, ritardare o ridurre gli effetti sul cervello provocati della malattia di Alzheimer.

Le proprietà dell'olio di sesamo

Le proprietà dell’olio di sesamo

Grazie al considerevole apporto di amminoacidi come metionina triptofano, l’olio di sesamo si rivela cruciale per una serie di attività organiche, sia in fase di accrescimento che nell’età adulta.

Vitamine come niacina, tiamina e riboflavina, nonché minerali essenziali come calcio, selenio, magnesio, fosforo e ferro gli permettono di fungere da sostenitore del sistema immunitario e da integratore muscolo-scheletrico nell’ambito di un programma per la prevenzione dell’osteoporosi; è ideale anche per gli sportivi o per le donne in allattamento.

tahina

Con i semi e l’olio di sesamo si prepara la tahini

Leggi anche: Come preparare il tahin a casa

Usi dell’olio di sesamo in cucina

In Turchia, in Libano e Israele dall’olio se ne ricava una crema, la tahini, con aggiunta di semi di sesamo tostati,  succo di limone e aglio, da gustare con le verdure cotte e crude o per guarnire i falafel, le famose polpette di ceci; in Sicilia invece, il seme di sesamo viene utilizzato abbondantemente per la realizzazione della cubbàita, un dolce croccante di Natale con miele, mandorle e zucchero.

L’industria alimentare lo usa per guarnire pane, cracker e grissini mentre se mescolato ad un pizzico di sale marino, dà vita al gomasio: un condimento saporito e più sano del comune sale da cucina.

olio di sesamo

I semi e l’olio di sesamo con altri ingredienti prevedono la preparazione del gomasio

L’olio di semi di sesamo possiede un aroma particolare e una fragranza molto delicata. Il suo colore va dall’arancio intenso al giallo molto chiaro, a seconda che sia stato spremuto a freddo o ricavato da semi di tostati.

La medicina ayurvedica lo utilizza da secoli per effettuare terapeutici massaggi alla testa e al cuoio capelluto dall’efficace effetto antistress, ma è anche un antinfiammatorio naturale, capace di contrastare la forfora e regolare la produzione di sebo; mentre per patologie della pelle come eczemi, scottature, cuperose ed eritemi fornisce una significativa azione antivirale, antifungina, lenitiva e antibatterica.

Se associato insieme ad altri ingredienti, soprattutto di origine erbacea, è in grado di amplificare le loro proprietà rinforzandone l’effetto: per questo motivo, è anche un noto ricostituente capace di agire sull’attività delle piastrine, della milza e dei muscoli.

La sua efficacia si moltiplica se applicato dopo il bagno o la doccia, poiché una volta riscaldato è in grado di sciogliere le contratture.

CONOSCI ANCHE I Semi di lino: olio e semi di lino, supercibi naturali per la salute

Un cosmetico con l’olio di sesamo fai da te: lo scrub

Per fare uno scrub purificatore basta munirsi di:

  • 1 cucchiaio di farina di riso o farina di mais
  • 2 o più cucchiai di olio di sesamo

Preparazione. Applicate il composto di farina e olio ben amalgamato direttamente sulla pelle umida del viso; massaggiate delicatamente per aumentare l’azione esfoliante, e infine risciacquate a fondo con acqua tiepida. Se lo applicate sul viso evitate la zona del contorno occhi.

sapone calendula e olio di sesamo

Il sapone alla calendula e olio di semi di sesamo ha un effetto lenitivo e calmante anche sul cervello

Prezzo e conservazione dell’olio di sesamo

Sono necessari 500 semi di sesamo per ottenere 1 grammo d’olio, ma online, nelle erboristerie e nei negozi biologici è possibile trovare boccette da 500ml del valore di €6,50.
Grazie a sesamola, sesamolina e sesamolo, l’estratto di semi di sesamo rimane particolarmente stabile e non è dunque necessario conservarlo in frigo; meglio però scegliere quello ricavato con spremitura a freddo, che mantiene inalterate tutte le sue proprietà.

Particolarità e controindicazioni

Non vi sono controindicazioni al consumo dell’olio di sesamo, uno dei più consigliati da dietologi e nutrizionisti quale coadiuvante dei regimi alimentari ipocalorici.

Il suo incredibile contenuto di calcio lo rende adatto anche a coloro che soffrano di intolleranza al lattosio, mentre essendo totalmente privo di glutine, è utilizzabile anche dai celiaci.

Olio di sesamo: prodotti online e approfondimenti

Potrebbero interessarti questi prodotti a base di sesamo e olio di sesamo:

Eccovi le nostre guide agli altri oli vegetali da scoprire:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment