Pulizia della casa

Come allontanare i moscerini in casa: la guida pratica

Da cosa sono attratti e cosa possiamo fare per prevenirne la formazione

Avere i moscerini in casa che ci svolazzano attorno è alquanto fastidioso. Senza parlare poi di quando si appoggiano su cibo e superfici. Insomma, i moscerini sono proprio uno degli ospiti più fastidiosi all’interno delle abitazioni. In questo approfondimento andremo a scoprire perché si formano e che cosa li attrae. Ed ovviamente andremo a spiegare gli atteggiamenti da adottare per prevenirne la comparsa nonché i sistemi più efficaci per allontanarli.

Come allontanare i moscerini in casa: la guida pratica

Moscerini in casa: quali sono?

La specie più comune di moscerini all’interno delle abitazioni è la Drosophila melanogaster, più comunemente conosciuta come moscerino della frutta o dell’aceto. Questi insetti hanno dimensioni piccolissime (meno di 2,5 mm di lunghezza) e vivono una vita molto breve ma piuttosto prolifica. Ogni coppia, infatti, riesce a dar vita a una progenie di decine di altri esemplari.

Perché ci sono i moscerini in casa?

Praticamente onnipresenti nelle abitazioni, questi insetti compaiono per alcune cause ben specifiche. Vediamo più nello specifico da cosa sono attratti:

  • forte umidità
  • frutta e verdura molto maturi (peggio ancora se marcescenti)
  • liquidi o prodotti in fermentazione
  • acqua stagnante (sottovasi delle piante, ciotole piene d’acqua per gli animali domestici)
  • bidoni dei rifiuti non svuotati regolarmente
  • utensili dove si accumulano resti di cibo e di rifiuti (es. i tritarifiuti)
  • sacchetto dei rifiuti organici
  • compost
  • piante e fiori con parti marce o marcescenti
  • secrezioni emesse dall’uomo e dagli animali

Gran parte di queste problematiche si possono arginare – o risolvere – semplicemente mettendo in atto una serie di accorgimenti e buone pratiche comportamentali che riguardano piccoli aspetti della nostra vita quotidiana.

Come capire da dove vengono i moscerini in casa

Abbiamo appena visto, i moscerini compaiono soprattutto in caso di forte umidità, se in presenza di cibi vegetali maturi o di liquidi e/o prodotti in fermentazione. Tutte queste, e le altre sopra elencate, sono infatti le condizioni più favorevoli per fare loro deporre le uova.

Moscerini in casa: piante

Un’altra specie di moscerini piuttosto frequente nelle abitazioni sono i moscerini dei funghi (Sciaridi e Foridi) che si sviluppano a carico della materia organica presente nel terreno. Lo sviluppo è causato dagli elevati tassi di umidità dei terreni (giardini, vasi da giardino, terreni agricoli e zootecnici…) dove le femmine depongono le uova.

Le larve si nutrono della materia organica (animale o vegetale) presente nel terreno, di muffe e funghi, nonché delle radichette terminali delle piante.

Generalmente, le infestazioni sono spesso dovute alla eccessiva annaffiatura di giardini e piante in vaso da appartamento. In caso di infestazioni massive, le piante possono avere segni di arresto nello sviluppo ed essere predisposte ad ulteriori danni.

Moscerini in casa: tubature

I moscerini possono inoltre essere presenti anche nei tubi e nello scarico. In tal caso, per eliminarli, è bene tenere puliti gli scarichi strofinando l’interno aiutandosi con uno scovolino o una spazzola metallica così da rimuovere tutti i residui organici, anche i più ostinati. Per rendere più efficace questa operazione si può utilizzare l’aceto e prende inoltre la buona abitudine di versare dell’acqua bollente nello scarico.

Perché si formano i moscerini nel bagno?

Come già detto, i moscerini sono molto attratti dai luoghi umidi e in presenza di acqua stagnante. Gli scarichi dei bagni, oltre ad essere ambienti molto umidi, vedono al loro interno un accumulo di residui organici di vario tipo: pelle, capelli, peli, resti di cibo… Tutte caratteristiche che rendono gli scarichi, ambienti ideali per la proliferazione di questi moscerini.

Come si formano i moscerini

Tutti i moscerini sono insetti appartenenti all’ordine dei Ditteri. Depongono uova da cui nascono larve che, dopo varie mute, si trasformano in pupe, e quindi poi in adulti.

Le femmine possono deporre fino a 600 uova in luoghi umidi e pieni di cibo.

Che si mangiano?

Alcuni moscerini, in special modo le femmine, si nutrono del sangue. Altri, invece, (quelli che non hanno sviluppato le capacità di puntura) prediligono la frutta e, comunque, sostanze zuccherine.

Quanto possono vivere i moscerini?

I moscerini della frutta adulti vivono, in media, un paio di settimane ad una temperatura di 25/30 °C. A 18 °C possono raggiungere le 4 settimane di vita.

Moscerini in casa: come tenerli lontani

Ora che abbiamo spiegato le varie cause della proliferazione dei moscerini e tutto ciò da cui questi insetti sono attratti, è abbastanza facile capire come possiamo prevenire e risolvere il problema. Nell’elenco qui di seguito, andremo a spiegare le più efficaci azioni preventive da mettere in atto:

  • sistemare sempre la frutta e la verdura nel frigorifero o comunque in posti non facilmente raggiungibili come, ad esempio, i contenitori sigillati. Un’altra alternativa consiste nel coprire gli alimenti con delle retine dalla trama molto fitta
  • chiudere molto bene le confezioni di biscotti, cereali, snack dolci… Utilizzare anche barattoli a chiusura ermetica
  • gettare via la frutta troppo matura e controllare spesso patate e cipolle (i classici alimenti che si comprano in gran quantità ma non cucinano nell’immediato)
  • mai lasciare bottiglie di succhi di frutta o sciroppi per troppe ore fuori dal frigorifero
  • eliminare tutti i ristagni d’acqua facendo particolare attenzione a grondaie e sottovasi
  • sistemare le ciotole per cani e gatti in un ambiente che sia completamente privo di cibo
  • sbarazzarsi dei rifiuti umidi il più presto possibile. Se dovete aspettare qualche giorno secondo le disposizioni del vostro Comune, tenere il sacchetto in giardino o sul balcone
  • ogni volta che si libera il secchio dal sacchetto dei rifiuti umidi, pulirlo con del bicarbonato di sodio oppure del sapone di Marsiglia
  • ricordarsi di coprire il bidone della spazzatura con il suo coperchio (comodissimi sono i bidoni con chiusura integrata)
  • sciacquare sia le bottiglie che le lattine vuote prima di buttarle
  • pulire molto spesso la cucina da resti e avanzi
  • cambiare spesso gli strofinacci umidi
  • lavare spesso i piatti evitando la formazione di pile nel lavello, specie se per 24 ore e oltre
  • rimuovere dalle piante eventuali parti marcescenti e non annaffiarle eccessivamente soprattutto se il terreno non è sufficientemente drenante. Inoltre, prima di ogni annaffiatura, attendere che la superficie del terreno sia secca e asciutta
  • versare quotidianamente nelle tubature un mix di acqua bollente e aceto in parti uguali
  • pulire in maniera profonda tutte le superfici, aggiungendo all’acqua tiepida qualche goccia di Tea Tree Oil
  • controllare periodicamente porte e finestre per accertarsi che ci siano fori né crepe o fessure. Potrebbe essere utile aggiungere una guarnizione nelle fenditure intorno a porte e infissi per una maggiore sicurezza nonché chiudere eventuali buchi con del sigillante o con una rete a maglia strette

Moscerini in casa: come allontanarli

Dopo aver visto come agire in maniera preventiva, vediamo ora come fare per allontanarli quando sono già presenti.

  • posizionare una ciotola con alcune gocce di olio essenziale nelle stanze in cui i moscerini si concentrano solitamente. Preferire le essenze di eucalipto, lavanda, citronella, geranio e rosmarino. Evitare, invece, nella maniera più assoluta, gli oli essenziali alla frutta, come ad esempio quelli all’arancio e al mandarino perché il loro profumo andrebbe a produrre l’esatto effetto opposto
  • piantine di menta, origano e rosmarino sono un ottimo repellente naturale
  • riempire dei sacchetti di plastica trasparente di acqua ed appenderli nelle zone più interessate dagli insetti. Questi scambieranno i sacchetti per delle grandi ragnatele e così se ne staranno a debita distanza
  • riempire una ciotola con una soluzione di acqua, aceto di mele e sapone per piatti. Quindi, ricoprire il recipiente con della pellicola trasparente e praticare alcuni fori con una forchetta. I moscerini, attratti dall’aroma dell’aceto, vi entreranno e non riusciranno più ad uscire perché bloccati sia dal sapone che dalla pellicola
  • lasciare sul tavolo una tazza di medie dimensioni riempita con una soluzione di vino rosso e una goccia di detersivo per piatti. Attirerà i moscerini che, inconsapevoli del pericolo, vi si tufferanno dentro
  • sciogliere un po’ di zucchero in una ciotola con dell’acqua. Tale miscela attirerà i moscerini
olio essenziale contro i moscerini in casa
Anche l’olio essenziale è utile contro i moscerini in casa

Moscerini in casa: significato esoterico

Il messaggio veicolato dalla presenza di moscerini è quello di non mollare mai.
Nello spirito animale, la mosca simboleggia l’abbondanza e la prosperità durante i periodi di particolare avversità. Ciò vuol dire che, che essendo persistenti, coerenti e determinati, si riuscirà ad ottenere la vittoria e i risultati.
Molto simile anche il significa dell’incoraggiamento. Con la loro presenza fastidiosa, i moscerini (ma anche le mosche) svolgono un eccellente lavoro per pungolarti affinché tu non ti arrenda.

Approfondimenti utili

Ecco altri approfondimenti utili per la pulizia domestica:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button