Salute naturale

Quel che c’è da sapere sugli steroidi e sui rischi del loro utilizzo

Cosa sono, tipologie, utilizzi, abusi ed effetti collaterali

Quando si parla di steroidi, subito si pensa al doping. Sarebbe allora più corretto parlare di steroidi anabolizzanti, che sono composti sintetici. In realtà, esistono anche altre forme di steroidi che vengono prescritte dai medici per la cura e il trattamento di particolari patologie.
In questo articolo cercheremo quindi di fare chiarezza sul tema.

Quel che c’è da sapere sugli steroidi e sui rischi del loro utilizzo

Cosa sono gli steroidi

Il termine “steroidi” ha vari significati.
Gli steroidi sono molecole, di solito ormoni, che vengono prodotte dall’organismo e lo aiutano nell’espletamento di varie funzioni. In particolare, sono necessari per la crescita e la riproduzione.

Tuttavia, il medesimo termine fa riferimento anche ad una categoria di medicinali, i cosiddetti steroidi corticosteroidi e agli steroidi anabolizzanti, noti più che altro in ambito sportivo in quanto aumentano la forza e favoriscono la crescita muscolare.

Riassumendo, possiamo distinguere tra i seguenti tipi di steroidi:

  • naturali: ormoni naturalmente prodotti dall’organismo umano che vanno a stimolare la sintesi e/o la rigenerazione di qualsiasi tessuto
  • corticosteroidi: medicinali impiegati per rallentare o combattere i processi immunitari che provocano infiammazione
  • anabolizzanti: derivati sintetici del testosterone spesso impiegati dagli sportivi per aumentare la massa muscolare o per migliorare le performance in termini di resistenza. Non è inoppurtuno ribadire che sono vietati in qualsivoglia competizione sportiva e sconsigliati perché potenzialmente nocivi dal punto di vista salutistico.

A cosa servono gli steroidi

I corticosteroidi vengono spesso prescritti per la cura di quelle condizioni che provocano stati infiammatori, come ad esempio.

  • artrite reumatoide
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva
  • sclerosi multipla
  • disturbi di tipo ormonale
  • asma
  • lupus
  • alcuni casi di anemia
  • malattie autoimmuni
  • patologie che provocano l’atrofia muscolare
  • eritemi e problemi cutanei tipo eczema

Come già anticipato, alcuni atleti di body building e di sport di potenza, come la pesistica e le gare di lotta, abusano di questi farmaci per migliorare le loro performance e al tempo stesso migliorare il loro aspetto fisico attraverso un considerevole aumento della massa muscolare.

L’utilizzo di queste sostanze in ambito sportivo e soprattutto durante gare e competizione è una forma di doping che prevede la squalifica da competizioni sportive per un periodo di tempo variabile.

Steroidi anabolizzanti

Gli steroidi anabolizzanti sono la versione artificiale del testosterone, l’ormone sessuale maschile. Sono chiamati anche steroidi anabolici-androgeni.

In ambito clinico vengono prescritti per curare gli uomini affetti da ipogonadismo, ovvero che non producono abbastanza testosterone, per la cura di particolari tipi di anemia e in caso di deperimento cronico dei muscoli, cosa che si può verificare in caso di patologie particolarmente gravi e fortemente debilitanti come alcune forme tumorali o l’AIDS.

Tuttavia, gli steroidi anabolizzanti vengono utilizzati anche in maniera impropria, al punto da farne un abuso, per migliorare le prestazioni sportive e aumentare la massa muscolare. Questo utilizzo improprio è molto diffuso nel doping sportivo e nel body building.

Steroidi naturali

Venduti sotto forma di integratori alimentari, gli steroidi naturali sono sostanze che migliorano la resistenza e le performance sportive senza però dare gli effetti collaterali degli anabolizzanti sintetici.

Citiamo ad esempio la carnitina, la creatina, le proteine in polvere, i BCAA, l’arginina e la glutammina.

Cosa succede se assumo steroidi

Se non si hanno delle particolari patologie cliniche per le quali è il medico che prescrive gli isteroidi, l’assunzione di tali sostanze provoca un aumento della forza e della massa muscolare. Inoltre, determina anche lo sviluppo di caratteristiche sessuali maschili come l’incremento di peli (irsutismo) e una voce più profonda.

Qual è l’effetto degli steroidi

Assumendo steroidi si hanno molti effetti, positivi ma soprattutto negativi.

Come già spiegato, molti culturisti agonisti e molti sportivi che praticano sport di forza e resistenza fanno abuso di steroidi per aumentare la forza, per favorire l’aumento della massa muscolare e per diminuire i tempi di recupero psico-fisico.

Perché gli steroidi fanno male

Tuttavia, se assunti in dosaggi elevati e per un lungo periodo, gli steroidi hanno numerosi effetti collaterali che variano fra uomo e donna.

Effetti collaterali negli uomini:

  • aumento anormale delle ghiandole mammarie
  • accrescimento prostatico
  • problemi nella minzione e nella eiaculazione
  • riduzione della produzione di spermatozoi che può portare alla sterilità
  • calvizie
  • infoltimento della barba e dei peli del corpo
  • aumento del rischio di sviluppare tumori maligni
  • acne

Effetti collaterali nelle donne:

  • calvizia
  • irsutismo
  • ingrossamento del clitoride
  • voce più profonda
  • blocco della funzione ovarica con conseguente scomparsa del ciclo mestruale
  • atrofia della ghiandola mammaria

Effetti collaterali generici

In generale, sia negli uomini che nelle donne, l’abuso di anabolizzanti steroidei può provocare i seguenti disturbi:

  • insufficienza cardiaca e aumento del rischio di infarto e di altre patologie cardiovascolari
  • alterazioni della funzione epatica
  • osteoporosi
  • mal di testa
  • disturbi agli occhi e alla vista
  • ritenzione liquida
  • aumento del rischio di sviluppare il diabete
  • ansia
  • aggressività
  • ostilità
  • bulimia
  • ipersessualità
  • depressione
steroidi
Quando si parla di steroidi, il primo pensiero ricorre agli steroidi anabolizzanti, ma in realtà è un mondo più ampio.

Quanto dura l’effetto

Per quanto sia difficile generalizzare, diversi studi concordano che il loro effetto duri per anni, almeno 10 anni.

Come si prendono gli steroidi

I corticosteroidi esistono in varie formulazioni:

  • liquidi
  • pillole
  • inalatori
  • iniezioni
  • spray nasali
  • creme
  • tubi per le vene (IV)

Gli anabolizzanti, invece, si possono prendere:

  • per via orale
  • tramite iniezione intramuscolare
  • in creme o gel

Cosa succede se si smette di prendere gli steroidi

Per qualunque motivo si assumano steroidi, non è mai bene interromperne l’assunzione in maniera netta e drastica in quanto ciò potrebbe portare ad effetti collaterali quali affaticamento, sbalzi d’umore, senso di inquietudine, depressione e dolori muscolari.
Si consiglia piuttosto di diminuire in maniera graduale e progressiva le dosi, seguendo le indicazioni del proprio medico.

Quali steroidi usano i body builder

In Italia è rimasto solo il Testosterone. All’estero, invece, sono ancora disponibili degli anabolizzanti a ridotto potere androgeno come l’Oxandrolone, il Nandrolone e l’Ossimetolon.

Quanto aumenta la forza con gli steroidi

Rispetto ai dosaggi usati nella terapia dell’ipogonadismo, i dosaggi nel doping per aumentare la forza e la massa muscolare sono da 10 a 40 volte superiori, anche di 100 volte superiori tra i pesisti e i bodybuilder.

Cosa mangiare sotto steroidi

In linea generale, per costruire massa muscolare basterebbe seguire una dieta sana ed equilibrata. Esiste poi anche un regime specifico per favorire la costruzione di massa, si tratta della cosiddetta dieta per aumentare massa muscolare.

I body builder, poi, seguono molto scrupolosamente un regime ancora più specifico: la dieta dei bodybuilder.

Chi assume steroidi per potenziare la crescita dei muscoli, può incentivare il lavoro scegliendo particolari cibi, quali:

Altri approfondimenti

Ecco altre guide utili sulle principali sostanze utili per la salute e il benessere:

Federica Gardener

Ho una laurea magistrale in Biotecnologie Alimentari. Scrivere per tuttogreen.it mi permette di coltivare la mia passione per la nutrizione e più in generale per il benessere e la salute. Dopo il mio percorso di studi, grazie alla mia esperienza di lavoro e alla mia curiosità innata, mi tengo aggiornata costantemente grazie a letture ed approfondimenti sul tema scienza dell'alimentazione e la nutrizione. E cerco di trasmettere agli altri maggiore consapevolezza e curiosità sul grande mondo degli alimenti… e non solo!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio