Rimedi naturali contro le zanzare: quali sono

di Rossella del 4 maggio 2015

Tra i rimedi naturali contro le zanzare i più efficaci sono le piante e gli oli essenziali, ma esistono anche rimedi omeopatici, enzimi speciali e trappole. Vediamoli tutti.

Sono un tormento che ci accompagna nelle stagioni più calde, ma ci sono dei rimedi naturali contro le zanzare, anche fai da te, che sono efficaci e che forse non tutti conoscono.

Per liberarsi veramente da questi insetti occorre un’efficace rete di monitoraggio e una lotta larvicida, metodi che spesso non sono applicati dalle Amministrazioni, bisogna quindi affidarsi a insetticidi e repellentidannosi per la nostra stessa salute e per l’ambiente. Pensiamo solo al fatto che l’ingrediente usato nella maggior parte degli insetticidi presenti in commercio è il dietiltoluamide noto comunemente come DEET. Anche se è approvato dalle principali Agenzie del Farmaco, è comunque molto irritante per gli occhi e se applicato sulla pelle può causare eruzioni cutanee, dolori e vesciche e alcuni studi lo hanno associato a problemi neurologici. Inoltre, le zanzare hanno cominciato a sviluppare maggiore resistenza agli agenti chimici che lo compongono.

Nemmeno i classici zampironi e le varie lozioni, creme, unguenti e spray repellenti in commercio sono adatti, si tratta di proprie e proprie bombe chimiche, pericolose per la nostra pelle.

Tuttogreen vuole dunque darvi qualche dritta contro questa piaga, che rovina immancabilmente le nostre calde serate estive, puntando esclusivamente sui rimedi naturali.

Rimedi naturali contro le zanzare in casa

Ci sono oli essenziali con odore sgradito a questi insetti come il legno di cedro, la lavanda, il limone, il patchouli, l’olio di neem, la menta, il rosmarino, il basilico, il timo, la citronella, la mentuccia, il té, il geranio, l’erba gatta, l’eucalipto…

Tali oli, combinati in qualsiasi modo e in base alla disponibilità e ai propri gusti, permettono di creare da soli efficaci spray antizanzare. Ecco una ricetta per la preparazione di un utilissimo repellente. Servono pochi ingredienti:

  • 1 flaconcino di uno o più oli essenziali (tra quelli elencati per creare un mix o un unico aroma)
  • acqua di amamelide
  • acqua distillata o bollita
  • glicerina vegetale (opzionale)

Preprazione. Riempite il flacone spray per la metà di acqua distillata e aggiungete l’acqua di amamelide fino a ½ dito dall’orlo. Aggiungete ½ cucchiaino di glicerina vegetale (in erboristeria) e 30-50 gocce degli oli essenziali prescelti. Agitate e applicate copiosamente sulla pelle.

Scoprite alcuni… Rimedi naturali per le punture di zanzare

Rimedi naturali contro le zanzare: le piante anti-zanzare

Sono diverse e facilmente reperibili le piante adatte a tenere lontani questi piccoli ospiti indesiderati dalle nostre case e terrazzi, perfette anche per abbellire con un tocco di colore aiuole, balconi e davanzali.

Ottimi rimedi naturali contro le zanzare sono i gerani, il cui odore, per noi neutro o gradevole, pare essere insopportabile al ‘naso’ di questi fastidioso insetti.

Di pari efficacia è la catambra, pianta anti-zanzare per antonomasia, che può essere acquistata nei vivai in varie dimensioni e coltivata sia a terra che in vaso e ben si adatta a diverse esposizioni. Il suo odore è impercettibile all’olfatto umano, ma non per le zanzare che lo detestano, grazie a una sostanza, il catalpolo. Per essere efficace in giardino bisogna sistemare una pianta ogni tre metri, sul balcone ogni due, in casa una per stanza, dal momento che il catalpolo è una molecola volatile presente solo nelle foglie con un raggio d’azione doppio all’ampiezza delle fronde.

Un balcone è uno dei rimedi naturali contro le zanzare più efficaci: le piante repellenti tengono lontani questi insetti

Un balcone è uno dei rimedi naturali contro le zanzare più efficaci: le piante repellenti tengono lontani questi insetti

Poi c’è la più conosciuta citronella, una pianta ricadente di forma cespugliosa che emana un piacevole odore agrumato. Anch’essa tollera molto bene la coltivazione a terra o in vaso e le sue foglie hanno la caratteristica di tenere lontane le zanzare proprio in virtù dell’odore limonato che producono.

Un po’ più difficile da coltivare ma ugualmente efficace è l’eucalipto, anche se di difficile coltivazione.

Se organizziamo un balcone con piante dalla forte biodiversità e dalle caratteristiche sgradite alle zanzare, riusciremo a tenere questi insetti lontani senza usare pesticidi e potremo sostare in terrazzo anche alla sera, senza zampironi accesi. Il balcone anti-zanzare ha bisogno di piante che attirino i predatori delle zanzare come libellule, pipistrelli, uccelli insettivori, lucertole, gechi, formiche, ragni. Selezionate quindi varietà che attirino questi insetti coma le citronella, l’erba gatta, il rosmarino, la menta piperita, la calendula, la melissa, l’aglio, il basilico e la lavanda.

Rimedi naturali contro le zanzare in giardino e all’aperto

Se volete fare una passeggiata in campagna o per un bosco per scoraggiare le zanzare basta strofinare sulla pelle le bacche di vaniglia. Questo metodo funziona anche con le foglie di artemisia, bergamotto, salvia, perfino l’assenzio, la comptonia e le foglie di ananas che però è difficile trovare. L’effetto durarà un’oretta e poi va riapplicato.

Tra i rimedi naturali contro le zanzare che agiscono invece sui piccoli ristagni d’acqua, dove si sviluppano le larve, come ad esempio i sottovasi, una soluzione pratica ed ecologica è quella di usare un prodotto a base di bacillus thuringiensis israelensis, un larvicida specifico che si acquista anche in farmacia. Si deve però ripetere il trattamento di frequente.

Altra soluzione simile è usare un enzima che, reagendo con il calcare contenuto nell’acqua, crea una pellicola che impedisce così alle larve di respirare e agli adulti di deporre le uova. E’ sicuro, di origine vegetalenon contiene sostanze pericolose. Rimane attivo anche in caso di prosciugamento completo del sottovaso.

Anche introdurre pesci rossi nelle vasche e nelle fontane dei giardini è un buon metodo per sterminare questi insetti “pungenti”. Infatti il comune gold fish si ciba delle larve di zanzara.

Rimedi naturali contro le zanzare

Rimedi naturali contro le zanzare

Rimedi naturali contro le zanzare tigre

Se una volta erano solo una spiacevole presenza serale da alcuni anni a questa parte infastidiscono anche durante il giorno. E questo a causa anche della famigerata zanzara tigre, introdotta in Italia nel 1990 a causa del commercio di copertoni usati, e ormai diffusa in tutta la penisola.

Per allontanarla c’è una soluzione omeopatica, il ledum palustre, una pianta (chiamata anche rosmarino selvatico) con qualità antizanzare. L’assunzione orale di questi granuli omeopatici dovrebbe cambiare l’odore del nostro sudore, rendendolo sgradevole solo per le zanzare. Gli esseri umani non lo percepiscono. Si consiglia di assumere le pastiglie 3/4 volte al giorno e farle sciogliere sotto la lingua. Ci vogliono alcuni i giorni per vederne gli effetti.

Rimedi naturali contro le zanzare per i bambini

Aggressiva e potenziale vettore di malattie, la zanzara spesso si accanisce con i bambini, che individua facilmente a causa del metabolismo elevato e del gran movimento che fanno. Per loro è importante utilizzare spray naturali e non allergizzanti su tutta la pelle scoperta.

Rimedi naturali contro le zanzare: le trappole anti-zanzare

Innanzitutto ci sono le ovitrappole, cioè dei falsi luoghi di riproduzione ideali per questi insetti ma che si rivelano poi micidiali trappole. Sappiamo che mamma zanzara è attratta da ristagni d’acqua, dove trova il cibo per le sue piccole larve. Allora perché non rendere questi luoghi di nidificazione pericolosi?
Esistono dei vasi di plastica nera di medie dimensioni (12×8 cm), riempiti d’acqua in cui è immersa una listella di masonite o faesite, che viene usata dalla zanzare tigre per deporre le uova. La particolare conformazione delle ovitrappole fa sì che le larve che nasceranno resteranno imprigionate in un compartimento ben chiuso contribuendo a interrompere il ciclo di vita degli insetti.

Online, troverete diverse soluzioni simili, come ad esempio:

I tombini possono essere resi sicuri tramite delle zanzariere basculanti a maglie molto fini, studiate per lasciare defluire le acque meteoriche ma impedire l’accesso alle zanzare, che così non possono accedere ai ristagni quasi sempre presenti in questi luoghi. Inoltre, ogni settimana o dopo ogni violento acquazzone, non è più necessario trattare le acque con larvicidi. E si sa che questi prodotti sono tutti chimici!

Una ultima classe di rimedi naturali contro le zanzare, quasi neutrali per l’ambiente (producono a dire il vero un minimo quantitativo di CO2) è dato dalle trappole per zanzare, che utilizzano diversi metodi (luce, calore) per attirarle e neutralizzarle con una ventola o altri sistemi. Va da sè che non si tratta di sistemi 100% naturali per le ragioni sopra descritte, ma che hanno comunque un limitato impatto ambientale, a differenza delle soluzioni di tipo chimico.

Immagini via shutterstock.

Se i nostri suggerimenti sui rimedi naturali contro le zanzare vi hanno soddisfatto, ecco altri metodi naturali per allontanare altri insetti a volte sgraditi:

{ 4 comments… read them below or add one }

Massimiliano luglio 2, 2016 alle 11:05 am

Vorrei sapere se quei combinati di oli essenziali acqua distillata ecc. è possibile spruzzarlo sulle siepi e sugli alberi in giardino per avere lo stesso effetto repellente. O potrebbero fare male alle piante?
Grazie

Rispondi

stefano luchini maggio 29, 2016 alle 6:12 pm

Salve,
Chiedo di consigliarmi circa una buona insetticida biologica per il perimetro della mia abitazione..
La mia colonica è isolata, dentro il bosco Umbro, e malgrado non ci siano accumuli
d’acqua, da questo momento in poi siamo tempestati da insetti-ragni-lucertole e zanzare.
Grazie

Rispondi

salvo aprile 7, 2011 alle 9:51 pm

mmm.. guarda, i gerani li ho avuti per molte stagioni, ma non è ci che abbia notato delle virtù particolari nel respingere le zanzare…

Le zanzariere ottimo, ma una volta entrate in casa, non mi escono più 😉

Rispondi

laura battello aprile 6, 2011 alle 9:53 pm

Scusate ma i classici gerani o semplici zanzariere?

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *

{ 1 trackback }