Rimedi naturali

Tutte le proprietà del burro di mango e come si utilizza

Si ricava dal seme del mango ed è alla base di molti cosmetici

Il burro di mango è ricavato dal seme del frutto, ricchissimo di proprietà emollienti. Viene spesso inserito all’interno di ricette cosmetiche come ad esempio creme idratanti e nutrienti per il corpo, creme per le mani, balsami per le labbra, balsami nutrienti per capelli secchi e sfibrati, trattamenti per capelli colorati…

Tutte le proprietà del burro di mango e come si utilizza

Ottimo rimedio naturale per idratare la pelle e nutrirla, ma anche per proteggerla da aggressioni esterne come freddo, inquinamento o raggi UV. Lo troviamo anche tra i primi componenti di burrocacao naturali.

Vediamo da dove si ricava, dove acquistare un prodotto naturale e come utilizzarlo al meglio.

Burro di mango: da dove si ricava

Si tratta di un burro vegetale destinato esclusivamente alla cosmesi. Si estrae non dalla polpa di mango, bensì dal suo seme, ricchissimo di grassi e oli dalle proprietà emollienti e nutritive.

Il mango è un frutto di origine tropicale, originario dell’India e della Birmania, coltivato oggi in molti paesi della fascia equatoriale per l’esportazione in tutto il mondo, dove viene apprezzato per il sapore dolce e succoso della polpa. Oltre alla bontà della sua polpa, questo frutto è apprezzato perché ricco di vitamina C.

Burro di mango

Il burro di mango si ricava invece dal suo seme e per questo non ha l’odore del frutto, anzi, è quasi del tutto inodore. Ha consistenza cremosa ed è un prezioso alleato per pelle e capelli.

Cose contiene il burro di mango

Il burro estratto dal seme del mango si trova nell’INCI con il nome Mangifera Indica Seed Butter e questa dicitura indica la sua provenienza 100% naturale.

Contiene:

  • 38-48% di acido oleico
  • 30-35% di acido stearico
  • 10% di acido palmitico
  • 3-5% di acido linoleico
  • acido arachidico, acido laurico, miristico, palmitoleico, beherico, margarico e margaroleico.

Alla vista appare come una crema morbida e compatta, inodore e di colore giallastro. Si deve conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da luce diretta, umidità e fonti di calore.

A temperatura ambiente si presenta solido, e per questo è utilizzato anche come addensante naturale.

Proprietà del burro di mango

Contiene un mix ricchissimo di acidi grassi e acido oleico, polifenoli, squalene e fitosteroli che vantano proprietà antinfiammatorie ed emollienti.

  • La proprietà antinfiammatorie dei fitosteroli rendono questo burro in grado di migliorare la funzione di barriera della pelle e la microcircolazione e di proteggere la pelle da invecchiamento cutaneo dovuto a esposizione ai raggi solari, a freddo e ad agenti inquinanti.
  • Le proprietà emollienti dell’alcol oleico e dello squalene si attivano come rigenerante dei lipidi dello strato corneo. Per questo il burro svolge un’azione emolliente e aiuta a mantenere la pelle idratata e liscia
  • Le proprietà antiossidanti dei polifenoli agiscono come antiossidanti contrastando i radicali liberi e di conseguenza l’invecchiamento cutaneo.
  • L’acido isosterico lo rende un rimedio naturale perfetto per la cura dei capelli secchi, danneggiati, crespi e sfibrati e per prevenire le doppie punte.

Quando usare il burro di mango

Si consiglia di applicarlo puro o miscelato con altri burri naturali come il burro di karitè per la cura e il nutrimento di pelle, capelli e labbra.

Burro di mango

In particolare, essendo ricco di qualità emollienti e nutritive, è ideale usarlo nei casi di:

  • pelle secca del corpo e del viso
  • viso maturo e pelle con rughe
  • pelle adulta con rilassamento cutaneo
  • mani screpolate e secche
  • labbra screpolate
  • capelli secchi, fragili, danneggiati
  • chioma spenta e opaca
  • capelli crespi
  • doppie punte

Come utilizzare il burro di mango

Il burro di mango si spalma direttamente su pelle, capelli, mani o labbra in purezza, semplicemente massaggiando bene, per permetterne l’assorbimento completo.

Il burro infatti è solido a temperatura ambiente, ma come l’olio di cocco, ha una temperatura di liquefazione piuttosto bassa (si scioglie dai 22°-23°). Per questo basta massaggiarlo un po’ affinché fonda e venga facilmente assorbito dalla pelle.

Può essere applicato anche in sinergia con altri oli o burri di origine vegetale, in parti uguali. Insieme possono migliorare ancora di più l’effetto cosmetico.

Ad esempio si può applicare come:

Si consiglia di riscaldare a bagnomaria per pochi minuti per amalgamare bene i due prodotti.

Burro di mango per capelli

È un rimedio naturale perfetto per la cura anche quotidiana dei capelli secchi, sfibrati, trattai con tinture aggressive, e con doppie punte. Si può applicare puro oppure disciolto in oli vegetali.

  • come maschera per nutrire capelli molto secchi. Spalmatelo puro direttamente su tutte le lunghezze dei capelli con particolare attenzione alle doppie punte. Lasciate in posa 30 minuti minimo. I capelli assorbiranno il burro e si nutriranno. Lavate i capelli con uno shampoo neutro e delicato. Si consiglia questo trattamento se la chioma è secca, sfibrata o danneggiata dalle tinture.
  • come balsamo. Va usato in combinazione con un altro olio vegetale dagli effetti riparatori della cheratina contenuta nel capello, come l’olio di amla. Applicate sulle chiome umide dopo lo shampoo. Lasciate in posa 5 minuti, quindi sciacquate con acqua tiepida. I capelli risulteranno morbidi, setosi e districati. Si consiglia questo trattamento sui capelli fini e leggeri e non sui capelli grassi per non appesantirli ulteriormente.

Benefici del burro di mango sui capelli

Penetra profondamente nel capello e produce effetti benefici:

  • fortifica la chioma
  • previene le doppie punte
  • riduce la rottura dei capelli
  • agisce come antifungino per il cuoio capelluto
  • ravviva la tinta dei capelli
  • protegge dai danni atmosferici

Burro di mango per il corpo

È anche un toccasana per chi ha la pelle secca, disidratata, soprattutto in alcuni periodi dell’anno, specialmente dopo un’intensa esposizione ai raggi solari oppure al freddo dell’inverno. Per questo vale anche come doposole naturale.

Burro di mango

Applicatelo sulla pelle con un massaggio circolare che ne permetta l’assorbimento. Dunque, è un ottimo rimedio per:

  • idratare la pelle del corpo
  • ridurre le smagliature o le cicatrici
  • contrastare le rughe
  • lenire la pelle bruciata dal sole
  • ammorbidire la pelle delle mani

Come si applica il burro di mango sulla pelle

Sulla pelle potete spalmarlo sia puro sia miscelato con altri oli vegetali. È però importante massaggiare fino a  al suo completo assorbimento, sia sul corpo che il viso o le mani.

Si può applicare come balsamo per la cura e protezione delle labbra grazie alle sue proprietà emollienti e nutrienti.

Burro di mango: dove si compra

Per non commettere errori durante la scelta del burro di cacao è importante leggere gli ingredienti e verificare che sia un prodotto biologico composto al 100% di Mangifera Indica e senza presenza di agenti chimici che attesti che l’estrazione è avvenuta senza solventi.

Si trova in commercio in due forme:

  • crudo, cioè non raffinato, contiene alte quantità di principi attivi, ma a volte è troppo grasso e comedogeno
  • raffinato, mantiene ancora molte proprietà ma è più facile da applicare

Un prodotto biologico si può trovare sia online che in negozi specializzati, in erboristerie.

Burro di Mango - 100% Puro e Naturale - 100g
Prezzo: 8,72 €
Risparmi: 4,23 € (33%)
Prezzi aggiornati il 20-10-2021 alle 12:57 PM.

Quanto costa il burro di mango

Il burro di mango è accessibile a tutte le tasche. Un barattolo da 250 gr di prodotto di qualità ottenuto da spremitura a freddo e raffinato costa dai 17 ai 22 euro.

Il prodotto crudo costa tra 7 e 9 euro ogni 100 gr.

Crema copro al burro di mango fai da te

Per prepararvi da soli una crema nutriente per il corpo vi occorrono:

  • 50 gr di burro di mango crudo biologico
  • 10 gr di burro di karité biologico
  • 20 gr di olio di cartamo
  • 15 gocce di olio essenziale di camomilla
  • 10 gocce di olio essenziale di patchouli

Preparazione. In una ciotola unite il ​​burro di mango e di karité, quindi scaldatela a bagnomaria per farli fondere e amalgamare bene. Aggiungete l’olio e mescolate e mettete in freezer per 5-10 minuti per solidificarlo.

Burro di mango

Tirare fuori dal congelatore e rimescolate con una frusta elettrica a bassa velocità. Aggiungete gli oli essenziali e continuate a mescolare a mano per 1 minuto. Versate il tutto in un barattolo di alluminio con largo tappo a vite.

Crema labbra al burro di mango  fai da te

Ingredienti

  • 2 gr di burro di mango raffinato
  • 2 gr di burro di karitè
  • 1 gr di burro di cacao
  • 1 gr di cera d’api
  • 4 gocce di olio di jojoba
  • 4 gocce di olio di cocco

Preparazione. In un contenitore mettete la cera e i burri naturali e sciogliete a bagnomaria. Quando saranno ben miscelati, togliete dal fuoco e aggiungete i due oli. Mescolate bene. A questo punto è importante che abbiate uno stick labbra vuoto, ben lavato e asciutto. Con un imbuto piccolo introdurre il nuovo burro labbra all’interno dello stick. Mettete in frigo per solidificare e usate solo quando sarà ben duro.

Balsamo districante al burro di mango fai da te

Ingredienti

  • 2 cucchiai di burro di mango puro biologico
  • 40 ml di olio di ricino

Preparazione. Scaldate  a bagnomaria il burro e quando è fluido aggiungete l’olio di ricino. Mescolate. Il composto va utilizzato come maschera per i capelli sfibrati e crespi, ricci e difficili da districare. Applicate per circa 30 minuti un impacco a base di questo balsamo, risciacquate con acqua tiepida e li avrete setosi e facili da pettinare.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button