Buone abitudini e rimedi naturali per smettere di russare

di Eryeffe del 6 giugno 2018

Ecco tutti i nostri consigli su come smettere di russare, con l’aiuto di vari rimedi naturali e di buone abitudini di vita.

Buone abitudini e rimedi naturali per smettere di russare

E’ un fatto che non va sottovalutato per evitare che diventi un problema serio nei confronti del vostro coniuge e dei vostri familiari.

Da cosa dipende?

Come smettere di russare: secondo recenti studi, una persona su quattro soffre di un disturbo molto diffuso chiamato ‘roncopatia’, più comunemente noto come ‘russamento patologico’.

A seconda della gravità, può palesarsi in maniera cronica o sporadica con grande disagio per il soggetto che ne è affetto e per le persone che lo circondano.

Suggerimento: scopri anche i Rimedi naturali contro l’insonnia

Il russare continuo o intermittente che caratterizza questo disturbo può essere anche particolarmente rumoroso ed è quasi sempre causato dal sonno disturbato e da difficoltà respiratorie di varia natura che si manifestano proprio durante il riposo notturno.

Anatomicamente, invece, la roncopatia cronica è provocata dalla perdita di tono dei muscoli che rivestono il palato molle e l’ugola. In quest’ultimo caso, il disturbo viene risolto chirurgicamente per ristabilire la giusta ventilazione nasale.

Molto più comunemente, le persone che russano non sono affette da nessuna malattia e non presentano malformazioni o difetti agli organi e i muscoli implicati nella respirazione.

In moltissimi casi, infatti, il russamento cronico o sporadico è causato da cattive abitudini alimentari, posturali o allergie di cui si è all’oscuro.

Da dove si origina il rumore tipico del russare?

Durante il sonno, i tessuti della gola si rilassano a volte anche a causa dell’età ma non necessariamente.

In alcune persone, questi tessuti bloccano parzialmente il passaggio dell’aria e cominciano a vibrare quando l’aria forza il suo passaggio.

I tessuti interessati riguardano il fondo della lingua, le tonsille, l’ugola (l’estremità che pende tra le tonsille), e l’arco palatale (parte morbida del palato che unisce l’ugola).

Possono anche ostacolare la respirazione e tendono vibrare con il passaggio dell’aria, generando il rumore tipico del russare.

Quando questi tessuti arrivano a bloccare completamente il passaggio dell’aria, il soggetto è affetto dalla cosiddetta “apnea del sonno” – un grave problema di salute.

L’individuazione della causa, dunque, è il modo migliore e più rapido per arrivare alla soluzione del problema ed evitare altre notti in bianco al proprio partner.

Le conseguenze a livello della salute

Inoltre dovete anche considerare che russando non riposerete al meglio e l’affaticamento a lungo termine e sonnolenza aumentano il rischio di malattie cardiache: infarto, ictus, ed ipertensione.

Gli svantaggi evidenti

Chi russa è comunque svantaggiato in molte situazioni:

  • Non va volentieri  a dormire a casa degli amici.
  • Quando si viaggia, nessuno vuole condividere con loro una stanza. Non si sentono più dormire in rifugi o ostelli della gioventù per paura di provocare l’ira di tutto il dormitorio. Sono obbligati a prenotare una camera separata presso l’hotel.
  • Sono oggetto di controversie in famiglia, la moglie spesso va a dormire in una camera separata.

Russare quindi rappresenta un costo significativo a lungo termine: finanziario, familiare, sociale e anche professionale.

Esistono interventi chirurgici con il laser o soluzioni meccaniche esterne come protesi dentarie, maschere per una ventilazione forzata da portare di notte per cercare di risolvere il problema

La realtà è che queste soluzioni sono complicate, costose, spesso dolorose e non prive di rischi. Inoltre, i risultati sono spesso deludenti e pochi studi ne hanno dimostrato l’efficacia.

Come smettere di russare: rimedi naturali consigliati

Anche in questi casi con rimedi naturali si possono alleviare, se non eliminare del tutto, le fragorose russate che caratterizzano il sonno dei soggetti affetti da roncopatia. Medicina alternativa, omeopatia, agopuntura, oli essenziali offrono tante possibilità da provare.

Come smettere di russare

Come smettere di russare: eccovi semplici consigli e buone abitudini da seguire per cercare di smettere di russare.

Aromaterapia e  olii essenziali

Esistono molti olii essenziali che, grazie alle loro proprietà decongestionanti, emollienti e disinfettanti, sono in gradi di svolgere un effetto benefico sulle mucose e facilitare la ventilazione nasale anche di notte.

Un metodo molto efficace consiste nel preparare una miscela di olio essenziale di eucalipto, pino mugo e ginepro e menta piperita.

  • Bastano 25 ml di ognuno.
  • Versate poi su un panno umido alcune gocce della miscela e posizionatele su un termosifone della camera da letto.
  • In alternativa è possibile metterne alcune gocce direttamente negli umidificatori o nei diffusori di aromi.
  • Durante la notte gli oli essenziali sprigioneranno un aroma benefico capace di aprire le vie nasali facilitando la respirazione.

Potete trovarli in erboristeria, nei negozi biologici ma anche direttamente su Amazon.

Cominciamo con l’olio di Eucalipto Globolus – Olio Essenziale Puro al 100%  in confezione da 50ml

Trovate anche l’olio essenziale di menta piperita – 100ml – puro al 100%

Anche l’olio essenziale di Pino Mugo 10 ml. Efficace anche per bronchite, sinusite, crampi muscolari, dolori reumatici

Ed infine anche l’olio Essenziale Di Ginepro – 50ml – 100% Puro

Lavaggi nasali

Per ottimizzare l’effetto, prima di andare a letto, si può provare a liberare il naso con un’apposita pompetta caricata con acqua e sale marino.

Questa irrigazione nasale, praticata ogni sera prima di dormire, disinfetta e decongestione le mucose. Eccovi anche il nostro speciale dedicato ai lavaggi nasali.

lavaggi nasali

Come smettere di russare: sono efficaci anche i lavaggi nasali

Suffumigi

Un effetto analogo è ottenibile praticando regolarmente dei suffumigi con acqua e bicarbonato o con gli stessi oli essenziali già citati.

Agopuntura

Gli agopuntori usano aghi per stimolare punti specifici del corpo per risolvere il problema. Il trattamento è indolore.

Piante medicinali

In fitoterapia, inoltre, una pianta molto utilizzata per questo disturbo del sonno è la perilla. Detta anche ‘basilico della Cina’ è una pianta aromatica del tutto simile al nostro basilico.

Dai suoi semi si estrae un olio dalle molteplici virtù, ricco di omega 3 e 6 di complessi flavonoidi.

Per questo motivo la perilla è sempre più consigliata come rimedio naturale contro le allergie.

In generale è indicata per i disturbi respiratori più diffusi visti i suoi benefici effetti antinfiammatori e antiallergici.

In commercio, la perilla è reperibile sotto forma di integratori alimentari e il dosaggio consigliato è 1-2 perle al giorno.

Come smettere di russare: le buone abitudini

Ricordate che per rendere davvero efficaci questi rimedi naturali è necessario modificare le abitudini sbagliate a cominciare dall’alimentazione.

  • Evitate, dunque, il fumo
  • Riducete il consumo di alcolici soprattutto prima di dormire
  • riducete i grassi nella dieta in modo da tenere sotto controllo il peso corporeo
  • Garantite al vostro organismo una costante idratazione introducendo molti liquidi e aumentando il consumo di frutta e verdura.
  • Dal punto di vista posturale, cercate di dormire su un fianco e, se necessario, utilizzate un secondo cuscino per mantenere la testa più alta e facilitare naturalmente la respirazione.
  • Evitare di respirare attraverso la bocca: molti russano perché dormono respirando attraverso la bocca piuttosto che attraverso il naso. Se è un’abitudine, si deve imparare a cambiare nel tempo la propria respirazione.

Con questi semplici suggerimenti e uno stile di vita sano, riuscirete a dormire sonni tranquilli con immensa gioia di chi vi è accanto.

Altri consigli per disturbi comuni

Ecco anche altri consigli utili:

{ 1 comment… read it below or add one }

nasivent febbraio 15, 2015 alle 2:08 pm

Russare è dannoso per la salute e per il rapporto con il partner. La mancanza di sonno crea fatica,nervosismo e stanchezza.A lungo termine questo può portare ad un aumento della pressione sanguigna ed aumentare il rischio di infarto ed ictus.In quasi tre quarti dei casi il russare è causato dalla vibrazione dei tessuti molli della gola a causa di un restringimento/ostruzione delle vie aeree superiori.Se la via nasale è ostruita o anche ristretta, l’aria è obbligata a percorrere l’istmo delle fauci, creando un’ aspirazione sulle strutture faringee che tende a farle collassare e vibrare(il russamento) .
Per alcuni l’utilizzo di un dilatatore nasale porta ad ottimi risultati.

Rispondi

Leave a Comment