Alimenti

Tutto sul sesamo nero, uno degli ingredienti più amati dalla tradizione medica e culinaria cinese

Arricchisce i piatti di gusto e colore e aiuta a mantenersi belli e in salute

Destinato a diventare uno dei super-food del futuro, il sesamo nero è molto diffuso in Cina e nel Sud-est Asiatico, mentre in Occidente sta prendendo piede poco alla volta. Condimento saporito e dalle tante proprietà benefiche, il sesamo nero valorizza i piatti, arricchendoli di sostanze nutritive e gradevoli contrasti cromatici.

Tutto sul sesamo nero, uno degli ingredienti più amati dalla tradizione medica e culinaria cinese

Vediamo perché fa così bene e come utilizzarlo.

La pianta del sesamo

Il sesamo appartiene alla famiglia delle Pedaliaceae, di origine indiana. Il sesamum indicum rappresenta una delle più antiche coltivazioni del mondo, una pianta annuale che può arrivare a misurare anche uno/due metri di altezza. Inizialmente diffuso solo in India, Cina e Giappone, il sesamo oggi viene coltivato anche in vari Paesi dell’America del Sud.

I semi di sesamo si presentano in tre varietà di colore:

  • bianchi, ricchi di ferro
  • rossi, ottima fonte di calcio
  • neri, i migliori per l’estrazione dell’olio, venivano principalmente usati nei riti sacri

Sesamo nero: valori nutrizionali

100 gr di sesamo nero apportano 594 calorie, di cui:

  • grassi: 46,5 g (di cui grassi saturi 7 g)
  • carboidrati 21,5 g
  • fibre 11,8 g
  • proteine 16,5 g
  • sale 0,3 g

Oltre ad un elevato contenuto di calcio, il sesamo nero è un’ottima fonte di vitamine del gruppo B ed E.

Tra i minerali presenti ricordiamo:

Ricordiamo infine che questi semi oleosi sono prevalentemente insaturi (omega 6 e omega 3), alleati quindi del sistema cardiovascolare.

Proprietà del sesamo nero

Utilizzato dalla medicina orientale fin dai tempi antichi, il sesamo nero vanta numerose proprietà:

  • rinforza ossa e denti per l’elevata presenza di calcio, elemento che aiuta a contrastare l’osteoporosi
  • previene la comparsa di tumori e patologie cardiache importanti per la presenza di sostanze antiossidanti
  • è un’ottima fonte di vitamine del gruppo B ed E
  • apporta numerosi benefici all’apparato digestivo per le fibre contenute
  • previene l’ipertensione e aiuta a tener sotto controllo i livelli della pressione sanguigna
  • contrasta il colesterolo cattivo
  • è un ottimo rimedio contro la stitichezza
  • rinforza il sistema immunitario grazie allo zinco
  • frena l’azione dei radicali liberi per la presenza di selenio

Sesamo bianco e sesamo nero: le differenze

Il sesamo nero ha un gusto più intenso e deciso rispetto alla varietà bianca, ed è ideale per la preparazione di ricette della tradizione greca e orientale. Il suo impiego è tipico della gastronomia giapponese e cinese e lo si trova frequentemente in zuppe e piatti a base di riso e di alghe.

Rispetto al sesamo bianco, anch’esso ricco di importanti sostanze nutritive, sembrerebbe vantare una maggior percentuale di minerali e vitamine. I semi di sesamo nero contengono ottime quantità di calcio, fosforo e ferro.

In Asia, il sesamo nero è considerato anche un rimedio curativo. Ad esempio viene consigliato alle donne che hanno da poco avuto un bambino per contrastare la depressione post-partum e per stimolare la produzione del latte.

semi di sesamo nero
Un bel primo piano dei semi di sesamo nero.

Sesamo nero: ricette

Il maggior impiego del sesamo nero è in cucina. Da poco presente in occidente, è invece ormai da tempo diffuso nell’Estremo Oriente. Vediamo quindi i suoi vari utilizzi nelle varie parti del mondo.

Giappone

Nel Paese del Sol Levante è molto diffusa la pasta di sesamo nero, cosiddetta nuri goma, utilizzata per insaporire dolci e prodotti da forno. Sempre in Giappone, i semini svolgono una funzione decorativa, spolverizzati su verdure miste, snack da forno e rotoli di sushi, oppure vengono infine tostati per realizzare il gomasio, un condimento tipico.

Altri paesi asiatici

Dalla zuppa dolce di sesamo e riso, in Cina, al porridge coreano, fino a dolci e snack tradizionali indiani, nell’emisfero orientale del globo, il sesamo nero è ampiamente utilizzato, e nelle forme più disparate.

Europa

Grecia e Turchia sono gli unici paesi europei in cui questa varietà di sesamo è utilizzata – mescolata alla varietà bianca – per guarnire il pane.

Più in generale, in Occidente, e in particolare in Europa, il sesamo nero sta iniziando a comparire come guarnizione nutriente di piatti vegetariani o a base di riso, carne o pesce, zuppe e minestre, per la preparazione del gelato nero, per la preparazione di una versione black della salsa tahina o come aggiunta a muesli, cereali, yogurt, frullati o insalate.

ll sapore croccante e aromatico dei semi di sesamo nero ben si sposa con gli impasti lievitati ed è quindi ideale per arricchire di gusto e colore pane e focacce.

Semi di sesamo nero tostati

Tostare i semi di sesamo è molto semplice: basta metterli in una padella e far andare a fuoco vivace, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non inizia a sentirsi un odore gradevole. Altra alternativa, farli tostare direttamente in forno a 200° C per qualche minuto.

I semi di sesamo nero tostati, e poi tritati, possono costituire una base per creare salse di condimento oppure bevande remineralizzanti. Lasciati in infusione col , danno vita a una tisana originale e benefica.

Controindicazioni

L’unica controindicazione rilevabile è che si tratta di semi che possono causare allergie o intolleranze nei soggetti predisposti.

In ogni caso, meglio non eccedere nel consumo in quanto trattasi di un alimento piuttosto calorico. Per usufruire delle sue proprietà benefiche è sufficiente assumerne una manciata al giorno.

Sesamo nero e capelli

I semi di sesamo nero sono considerati particolarmente utili per la salute dei capelli. Grazie alla presenza di vitamine del gruppo B, di grassi ed oli vegetali:

  • prevengono la caduta
  • migliorano la robustezza
  • li rendono più morbidi ed elastici
  • contrastano le doppie punte
  • aiutano a ristrutturare le fibre
  • contrastano la forfora

Pelle

Vantano un’azione benefica anche per la pelle. Se frullati e filtrati, infatti, si ottiene un olio da massaggio utile per idratare la pelle.

Dove si comprano

Meno facilmente reperibili rispetto alla variante bianca, i semi di sesamo si possono trovare in vendita online, in erboristeria e nei negozi di prodotti biologici.

Semi di sesamo nero 250g
Prezzi aggiornati il 25-11-2020 alle 2:06 PM.

Come conservare i semi di sesamo nero

Contenendo oli molto delicati, i semi di sesamo rischiano di irrancidirsi. Vanno quindi conservati in un barattolo di vetro con tappo o un contenitore a chiusura ermetica, al riparo dalla luce, in un luogo fresco e asciutto.

Curiosità

I piccoli frutti del sesamo, una volta maturi, si aprono spontaneamente, lasciando cadere i semi contenuti al loro interno. Da qui la celebre frase “Apriti sesamo!” del racconto di Alì babà e dei quaranta ladroni.

I contadini ritenevano che i semi di sesamo portassero fortuna, poiché rappresentavano Lakshmi, la Dea della prosperità, e che rendessero più fertile il terreno in cui far crescere la pianta.

I semi di sesamo rappresentano il primo caso di doping della storia. Nell’Antica Grecia, gli atleti erano soliti assumere i semi prima delle gare per aumentare le prestazioni. Chi veniva sorpreso in possesso di sesamo poteva essere sanzionato, escluso dai giochi o addirittura condannato a morte.

Altri approfondimenti

Ecco altri post che potrebbero interessarti e alcune ricette per utilizzare il sesamo nero:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close