Lupini proprietà e utilizzi in cucina

di Erika Facciolla del 19 maggio 2016

I lupini vantano proprietà nutrizionali davvero preziose e sono considerati alleati della salute e della forma fisica: conosciamo meglio questi curiosi legumi dal seme bianco commestibile e scopriamone tutti i benefici, gli usi in cucina e le controindicazioni legate all’eccessivo consumo.

Lupini proprietà – Oltre che essere un gustoso snack dall’alto apporto calorico e proteico, i lupini sono conosciuti per le tante proprietà benefiche, curative e nutrizionali che concorrono al benessere di tutto l’organismo.

lupini proprietà

Foto by Shutterstock

La varietà commestibile di lupino è quello bianco (Lupinus Albus) che viene prodotto da una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae che durante il suo sviluppo raggiunge anche i 150 cm di altezza.

Prima di essere consumati, questi gustosi e preziosissimi legumi (del tutto simili alle lenticchie, ai fagioli e alle fave) devono essere sottoposti a cottura in modo da eliminare una tossina la cui ingestione può rivelarsi essere nociva per l’essere umano.

Lupini proprietà nutritive

In 100 grammi di lupini è contenuta un’alta percentuale di acqua (variabile intorno al 68%), proteine, carboidrati, grassi vegetali e fibre.

Notevole è anche l’apporto di vitamine (tra queste A, B1, B2, B3, B5, B6, C e D), acidi grassi omega-3 e omega-6, oltre a sali minerali come calcio, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, rame, selenio, sodio e zinco. L’apporto calorico assicurato dai  lupini è di 114 kcal per ogni 100 grammi di prodotto.

Oltre ad avere buone proprietà nutrizionali, i lupini  vantano un’ottima digeribilità ed un apporto pressoché nullo di colesterolo.Viste le loro importanti proprietà nutrizionali, i lupini aiutano a combattere il colesterolo cattivo LDL e svolgono un’azione preventiva nei confronti di numerose malattie cardiovascolari e ipertensione.

Foto by Shutterstock

Lupini proprietà terapeutiche

I lupini vantano proprietà benefiche molto preziose. In particolare, è provato che i lupini svolgano proprietà terapeutiche importanti su:

  • Cuore: grazie alle proprietà di una sostanza chiamata tocoferolo che aiuta a prevenire  anche il diabete tipo 2 e il tumore al colon.
    lupini proprietà
  • Intestino: grazie al buon apporto di fibra alimentare, aumentano la motilità intestinale normalizzando il processo digestivo. Sono ottimi alleati nella prevenzione della stitichezza, nausea e vomito.
  • Circolazione sanguigna: grazie all’arginina che rinforza le pareti interne dei vasi sanguigni contribuendo in modo positivo alla funzione endoteliale.
  • Sistema Immunitario: grazie all’alta concentrazione di zinco, un minerale che stimola e  rinforza il sistema immunitario anche in caso di infezioni.
  • Muscoli: grazie al magnesio che regola l’attività delle cellule nervose responsabili dei movimenti nei muscoli.
  • Ossa: grazie al magnesio che favorisce l’assorbimento del calcio nelle ossa.

Lupini e dieta: proprietà calorie e diabete

Il consumo di lupini è consigliato a chi osserva un regime alimentare ipocalorico, vegano o vegetariano. I lupini, infatti, sono considerati una sorta di ‘ super-food’ per l’apporto proteico ed energizzante che sono in grado di assicurare anche in piccole quantità.

Studi scientifici, inoltre, suggeriscono il consumo di lupini anche ai soggetti diabetici per via della conglutina, una proteina in grado di regolare i livelli di glicemia nel sangue e di contrastare l’insorgenza del diabete di tipo 2.

Suggerimento: Scoprite come abbassare il colesterolo con una corretta alimentazione 

Chi segue un regime alimentare ipocalorico può introdurre con moderazione i lupini nella propria dieta e godere del forte senso di sazietà che il loro consumo regala.

Essendo ricchi di acidi grassi omega-3, inoltre, aiutano a prevenire l’invecchiamento cellulare provocato dall’azione dei radicali liberi e contrastano l’insorgere di molte patologie a carico del colon.

Non secondario, inoltre, è l’utilizzo dei lupini nella dieta per celiaci: essendo del tutto privi di glutine, infatti, anche la farina da essi ricavata è considerata un ottimo sostituto della farina bianca.

Lupini in cucina

Il modo migliore di gustare i lupini è consumarli da soli come snack, naturalmente dopo averli cotti. In commercio i lupini sono facilmente reperibili in confezioni sottovuoto e già pronti all’uso, ma anche sotto forma di farina che può essere utilizzata come alternativa a quella bianca per preparare frittate senza uova, polpettine e frittelle, magari mescolandola alla farina di ceci.

Consiglio: ecco come abbassare la glicemia in modo naturale

Ottimi anche per insaporire e arricchire le insalate, i lupini sono un valido sostituto del burro: una volta bolliti e frullati fino ad ottenere una crema omogenea, possono essere impiegati in varie preparazioni per insaporire zuppe, sandwich, gnocchi e primi piatti a base di pasta.

lupini proprietà

Foto by Shutterstock

Lupini coltivazione della pianta

Visto il clima e i terreni tipici dell’area del Mediterraneo, l’unica specie coltivabile di lupino nelle regioni italiane è il lupino bianco che è abbastanza resistente alle gelate, predilige basse temperature o climi temperati ed è per questo considerata una coltura autunno-invernale.

La pianta del lupino bianco cresce bene in terreni leggeri e bene areati, in quanto l’apparato radicolare è molto sensibile all’asfissia.

La semina del lupino bianco in Italia si fa in ottobre-novembre mentre la raccolta deve essere fatta nelle prime ore del mattino, prima dell’apertura dei baccelli, comunque tra giugno e luglio. Il lupino è considerato una cosiddetta ‘piante pioniera‘, vale a dire una coltura che può essere programmata a rotazione nei terreni per migliorarne la qualità renderli più fertili.

Lupini controindicazioni

Attenzione agli eccessi: come anticipato nell’introduzione, i lupini devono essere consumati con moderazione e previa cottura per evitare spiacevoli sorprese.
Prima di cuocerli sarà meglio tenerli in ammollo per 3-4 giorni – cambiando l’acqua ogni 12 ore – e procedere a bollitura per circa 20 minuti.
In caso di allergie, il consumo di lupini potrebbe provocare sintomi come diarrea, dolori addominali, sfoghi cutanei, difficoltà a respirare e shock anafilattici. In caso di disturbi simili, non esitate a contattare immediatamente il vostro medico di fiducia.
Eccovi anche altri consigli interessanti su alimentazione e benessere naturale

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *