Yoga e mente

Calcedonio, la pietra degli oratori che infonde calma e aiuta a comunicare meglio

Protegge la gola, aiuta a esprimersi in modo chiaro ed equilibrato, porta pace e tranquillità

Il Calcedonio è utile se si deve parlare in pubblico per comunicare nel migliore dei modi le proprie idee, senza risultare precipitosi. Secondo la cristalloterapia è infatti una pietra che favorisce la comunicazione e al tempo stesso la calma, la riflessione e l’equilibrio.

Calcedonio, la pietra degli oratori che infonde calma e aiuta a comunicare meglio

Ne esistono numerose varietà e colorazioni, ma quella più nota è di tonalità azzurro-grigiastra. Molto utilizzata anche per la produzione di bellissimi gioielli.

Calcedonio: cos’è

Si tratta di una varietà di quarzo cripto-cristallina fibrosa a strati concentrici, dalla lucentezza sia vitrea che opaca, la cui formula chimica è SiO2 (biossido di silicio).

Può presentare diverse colorazioni a seconda dei materiali infiltrati nel suo reticolo cristallino. Inoltre la colorazione viene talvolta modificata artificialmente.

Si trova sia bianco che grigio, viola o nero, anche se il calcedonio comune presenta una tonalità azzurro-grigiastra. I più pregiati sfoggiano un tono dal blu al verde, dal rosso al giallo.

Può essere colorato in modo uniforme o avere colori diversi nei vari strati, essere trasparente, traslucido, oppure opaco.

Il nome deriverebbe invece da quello dell’antica città della Bitinia chiamata Calcedonia, nell’attuale Turchia. Tra gli Amerindi simboleggia le nuvole della divinazione, in India l’anima del saggio e tra i buddisti il lato Yin dello spirito del Buddha.

Conosciuto anche come la ‘pietra degli oratori’ perchè, se messo in tasca, aiuterebbe a trovare i gesti e le parole adatte durante un discorso o una conferenza.

Significato del calcedonio

Numerose culture attribuiscono a questa pietra dura, fin dai tempi antichi, un significato particolare. Basti pensare che compare tra le 12 gemme consegnate a Mosè sul Monte Sinai, corrispondenti ai 12 figli di Giacobbe.

Calcedonio

Considerato prezioso dagli Assiri e dai Babilonesi, che lo utilizzavano come sigillo dall’effetto protettivo, ma anche dalla civiltà egizia e greca.

Gli Antichi Romani lo impiegavano per produrre amuleti, cammei, sigilli e per abbellire vari gioielli. E, in passato, lo si riteneva utile contro gli incubi notturni e si diceva proteggesse dal rischio di avvelenamento.

Dove si trova il Calcedonio

Esistono molti giacimenti in tutto il mondo, dalla Turchia, dove si estrae fin dall’antichità la varietà blu, all’India, dal Madagascar alla Namibia, dal Brasile al Madagascar.

In particolare, i più belli si trovano nelle miniere situate in Sudafrica, in Malawi, in Namibia, e nello Yemen, oltre che in Brasile, in India e Stati Uniti (soprattutto California e Oregon).

Calcedonio: le proprietà

Sono numerose le proprietà attribuite a questa pietra, in particolare a quella blu.

  • Protegge gola e apparato respiratorio
  • Aiuta a rilassarsi
  • Porta equilibrio a livello emotivo
  • Incoraggia la riflessione
  • Utile in caso di ritenzione idrica perché si dice sia in grado di regolare i liquidi nel corpo
  • Favorisce la comunicazione e le capacità oratorie
  • Aiuta in caso di debolezza fisica
  • Favorisce la generosità
  • Aiuta ad appianare eventuali contrasti
  • Favorisce l’emergere di idee nuove

Varietà di Calcedonio

I diversi materiali infiltrati nella sua struttura cristallina fanno sì che ne esistano numerose varietà, e altrettante sono le sue colorazioni.

Ecco alcune delle più note colorate in massa:

  • Calcedonio (bianco, azzurro, grigio, traslucido)
  • Corniola (rosso chiaro o scuro)
  • Plasma e Eliotropo (rispettivamente di colore verde scuro e macchiato di rosso)
  • Crisoprasio (verde chiaro)

Calcedonio

E queste sono le varietà con colori diversi per i vari strati:

  • Agata anche con diversi colori dell’iride
  • Onice, con diverse tinte nettamente differenti
  • Diaspro o Lidite, di colore nero

I colori del Calcedonio

Questa pietra può avere diverse colorazioni, che dipendono essenzialmente dalle sue impurità. Si va dal grigio-azzurrognolo, al verde-blu, e ancora giallo, rosso, rosa, viola, bianco, arancione e molte altre tonalità.

  • Calcedonio blu. È il più prezioso, legato all’aria (elemento della comunicazione) e all’acqua (elemento delle emozioni) e collegato al quinto chakra. Si dice sia in grado di migliorare le abilità comunicative, insegna a misurare le parole, ad ascoltare e a farsi capire. Utile anche in caso di mal di gola e problemi respiratori. Secondo la cristalloterapia possono beneficiarne tutti e in particolare coloro che svolgono professioni che hanno a che fare con la comunicazione. Per esempio giornalisti, avvocati, politici. Viene consigliato in caso di attacchi di rabbia e ripetuti pensieri negativi, per riportare la calma.
  • Calcedonio rosa. Favorisce l’empatia, rendendo le persone più aperte e comprensive nei confronti degli altri, senza per questo indurle a rinunciare ai propri diritti. Favorisce inoltre la curiosità e carica le persone che la indossano di energia.
  • Calcedonio rosso. Le varietà rosse aiutano a essere più perseveranti, coraggiosi e forti, ma al tempo stesso insegnano l’importanza della flessibilità. Si dice favoriscano la realizzazione dei propri sogni perché agiscono sulla capacità di fare strategie. Rendono inoltre più ottimisti e sinceri. Tra le varietà che presentano questa colorazione troviamo la Corniola, che può essere rossa chiara o scura.
  • Calcedonio verde. Prende nomi diversi e qualità differenti a seconda della tonalità di verde. La varietà verde chiaro per la presenza di ossido di nichel, è una pietra semipreziosa, traslucida, chiamata Crisoprasio. Era una gemma comune presso gli Antichi Romani. Aiuterebbe a superare il senso di inferiorità e favorirebbe la comunicazione del cuore e l’ottimismo. Sarebbe d’aiuto nelle relazioni perché contribuisce a rafforzarle, sia per le coppie che nell’amicizia. Mentre l’Eliotropo, un tempo adoperato per osservare il sole in trasparenza, è di colore verde scuro con macchie rosse dovute alla presenza di ossidi di ferro. Agirebbe come amuleto protettivo e al tempo stesso conferisce sicurezza in se stessi.
  • Calcedonio giallo: corrisponde alla varietà microcristallina che prende il nome di diaspro giallo. Una pietra consigliata alle persone che hanno bisogno di rafforzare l’autostima e di essere più tenaci e decise. Favorisce il coraggio e l’amicizia.
  • Calcedonio viola. Consigliata alle persone che intendono dimenticare un passato difficile per passare oltre, favorisce un totale cambiamento
  • Calcedonio nero. Tra le varietà che presentano la colorazione nera troviamo l’Onice, che può presentarsi a bande bianche e nere ma anche interamente nero. Questa pietra simboleggia il dualismo corpo-spirito e viene consigliata per aumentare la consapevolezza interiore, rafforzare i nervi e l’amor proprio.
  • Calcedonio arancione. Viene consigliato alle persone creative per aiutarle a produrre idee innovative e controcorrente.

A cosa serve il calcedonio

Il calcedonio viene spesso utilizzato come pietra dura ornamentale per la produzione di ciondoli, bracciali, collane, cammei da incastonare in anelli e spille. Ma è molto impiegato anche in cristalloterapia in virtù delle sue numerose proprietà benefiche per il corpo e la psiche.

Calcedonio

Calcedonio: chakra

Questa pietra è collegata al chakra della gola, ovvero Vishuddha (quinto chakra), governatore delle capacità di comunicare. Per agire su questo chakra è possibile posizionarlo sulla gola, ma è importante che si tratti di calcedonio blu, colore associato al quinto chakra.

Come usare il calcedonio

Potete indossarlo intorno al collo in modo che rimanga sempre a contatto con la gola, visto che è collegato al quinto chakra.

Oppure la pietra può essere tenuta tra le mani durante le meditazioni, o ancora posizionata a nord della casa, secondo il Feng Shui, per portare armonia.

Uno dei metodi consigliati per pulirlo consiste nel lavarlo una volta al mese sotto a semplice acqua corrente tiepida.

Calcedonio

C’è chi consiglia inoltre di esporlo per qualche ora al chiaro di luna. Viene anche pulito a vapore o a ultrasuoni.

Come si ricarica il calcedonio

Esistono vari metodi per ricaricare le pietre preziose ma non tutti sono adatti a questa pietra. I metodi che prevedono l’impiego di sale e argilla, utilizzati per altre pietre, sono sconsigliati in questo caso.

Mentre viene spesso suggerita la ricarica tramite luce lunare, che consiste nell’esporre la pietra alla luce della luna crescente o della luna piena.

Quanto vale il Calcedonio

Non è una delle pietre dure più costose, solo la varietà blu senza infiltrazioni colorato in massa potrà arrivare a valutazioni di 90 euro al carato, ma è un esempio raro.

Calcedonio (Agata Blue Lace) minerali pietra naturale per litoterapia.
Prezzi aggiornati il 29-09-2022 alle 4:15 AM.

In genere le pietre levigate per la cristalloterapia e usate nella gioielleria non costano più di 20-40 euro sfuse, e già montate in collane e anelli si aggirano in un range di 100-550 euro, a seconda del metallo più o meo prezioso su cui è montato.

Per approfondire

Scopri anche le proprietà di queste pietre:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button