Yoga e mente

Turchese: tutto sulla pietra che già gli Indiani d’America consideravano un porta fortuna

Caratteristiche, proprietà benefiche e consigli per riconoscerlo e fare un buon acquisto

Con il suo inconfondibile colore azzurro intenso, che talvolta vira verso il verde acqua, il Turchese rappresenta una delle pietre più antiche, avvolte da un’affascinante aura misteriosa. Già gli Antichi Egizi, i Navajo e gli Apache la ritenevano una pietra porta fortuna. Scopriamone i benefici che ne possiamo trarre indossandola o semplicemente tenendola in casa.

Turchese: tutto sulla pietra che già gli Indiani d’America consideravano un porta fortuna

Che significato ha la pietra Turchese

È una pietra molto antica che, fin dai tempi antichi, è considerata simbolo di saggezza e fortuna, in grado di provocare emozioni positive in chi la indossa o semplicemente la possiede.

Caratteristiche del Turchese

A livello minerale è un fosfato basico idrato che si viene a formare a causa dell’alterazione nelle rocce sedimentarie (in prevalenza vulcaniche o arenarie) contenenti alluminio e rame. Proprio da quest’ultimo deriva la sua tipica colorazione azzurro-verde.

Si tratta di una pietra dalla consistenza porosa. Tende quindi a deteriorarsi con facilità. Sempre opaca o leggermente traslucida sui bordi, può presentare delle venature scure o nere di limonite.
Appartiene alla categoria mineralogica dei fosfati e ha una durezza che va da 5 a 6 nella scala di Mohs.

  • Colore. La caratteristica è il color azzurro intenso, che può anche virare verso i toni del verde acqua. Presenta anche striature scure, nere o marroni. Non è uniforme in quanto il colore primario è dovuto alla presenza del rame; le sfumature sul verde, invece, dipendono dalla quantità di ferro. Essendo molto porosa, la tonalità può variare anche a causa degli agenti esterni con cui, ogni giorno, entra in contatto, come profumi, lacca per capelli o lo stesso sudore corporeo.
  • Provenienza e diffusione. Diffusa in vari Paesi del mondo, questa gemma viene prevalentemente estratta in Cina, Messico, Perù, Stati Uniti (Arizona, Nevada, Nuovo Messico), Iran, Tibet, Australia, Africa, Siberia e Turchia.
  • Etimologia. Il suo nome deriva dal francese pierre tuequoise che, tradotto, significa ‘pietra dei turchi’. Si riferisce al fatto che furono i crociati in Turchia a scoprire questa pietra per poi introdurla in Europa.

Turchese

Quanti tipi di Turchese ci sono

Esistono vari tipi di turchese, con colorazioni più o meno intense.

  • Africano: estratto nelle miniere africane, è verde pallido puntinato di nero
  • Americano: proveniente dall’America, è color celeste brillante
  • Cinese: estratto dalle aree di Hubei e Anhui, in Cina, è di color verde mischiato a giallo e blu
  • Giallo limone: di provenienza cinese, si presenta giallo chiaro mescolato ad una punta di verdino. È molto raro
  • Messicano: estratto dalle miniere messicane Compitas è azzurro intenso
  • Mojave: di un bel verde acceso
  • Nepalese: azzurro opaco
  • Trattata: in cui le parti porose sono riempite con una sostanza trasparente (paraffina, colore plastico, olio minerale)
  • Stabilizzata: all’interno dei pori viene infusa una resina per fare in modo che il colore non muti col passare del tempo

Quali sono le proprietà del Turchese

In cristalloterapia, ogni pietra ha proprietà ben specifiche. Andiamo quindi a scoprire quali sono i benefici che apporta il turchese a livello fisico e mentale.

Benefici fisici del Turchese

Tra le diverse proprietà annovera virtù, quali:

  • antinfiammatoria
  • disintossicante
  • favorisce l’assorbimento dei nutrienti
  • mantiene in buona salute gola, collo e occhi
  • ricostituente
  • energetica
  • stimolante della crescita, specie in casi di debilitazione
  • accelera i processi di guarigione
  • purificante e riossigenante dei polmoni
  • previene il mal di gola
  • risolve il problema dell’insonnia

Benefici psicologici e spirituali del Turchese

Anche a livello psicologico e spirituale questa pietra dura dona diversi effetti positivi:

  • Infonde calma e serenità
  • Apporta senso di consapevolezza
  • Favorisce la creatività
  • Riduce la tendenza al vittimismo
  • Allevia la depressione
  • Incentiva il senso della bellezza
  • Facilita i rapporti interpersonali
  • Favorisce l’armonia della coppia
  • Protegge dalle cattiverie
  • Allontana disgrazie e malasorte

Inoltre, è considerata “la pietra dei viaggiatori” perché li protegge da incidenti e cadute.

Turchese e chakra

Questa pietra è collegata al quinto Chakra, quello della gola.

Come si attiva il Turchese

L’ideale sarebbe indossare la pietra a stretto contatto con la pelle, meglio se a livello del Chakra della gola, ad esempio sotto forma di ciondolo.

Può comunque essere sufficiente posizionarla in casa per favorire il flusso di energie positive. Inoltre, è molto utile anche per praticare la meditazione in quanto favorisce l’apertura della mente.

Dopo l’utilizzo, se la si vuole scaricare, basta sistemarla sotto il getto d’acqua corrente.

Turchese

Come si pulisce il Turchese

Essendo una pietra assai delicata e piuttosto porosa, è sufficiente pulirla con morbido panno leggermente inumidito.

Va tenuta lontana da fonti di calore e non va assolutamente trattata con prodotti detergenti né con sostanze grasse. Mai tenerla a mollo nell’acqua.

Che valore ha un Turchese

Pur essendo una gemma piuttosto diffusa, è difficile trovare esemplari di elevata qualità e che non presentano imperfezioni.

Per dare l’idea, ogni 45 kg di minerale estratto, soltanto 11 kg circa (più o meno il 25%) sono da considerare pietre per gioielli. Una pietra di buona qualità può costare tra i 300 e i 400 euro a carato. Un singolo cabochon ha invece costi più accessibili.

Bracciale kidult Turchese Symbols Life Collection Ref. 231536
Prezzo: 25,00 €
Prezzi aggiornati il 7-12-2022 alle 12:48 AM.

Come capire se il Turchese è vero

È una delle pietre più falsificate a livello mondiale. Per questo, è molto facile imbattersi in imitazioni di scarso valore.

La Crisocolla, la Smithsonite e l’Amazzonite le somigliano molto; tuttavia, circolano anche riproduzioni sintetiche, realizzate con vetro o addirittura plastica.

Pertanto, se si intende acquistare una pietra o un gioiello con questa gemma, è fondamentale rivolgersi a fornitori esperti e fidati.

Può essere utile sapere che il vero presenta una lucentezza opaca e cerosa, ed inoltre, in base al tipo di turchese, può includere o meno una matrice.

In caso di dubbi, chiedere una valutazione gemmologica.

Miti e leggende sul Turchese

Gran parte delle civiltà antiche teneva in grande considerazione questa pietra.

Gli Antichi Egizi, ad esempio, ritenendola simbolo dell’Aldilà e dell’Universo, la utilizzavano per la realizzazione di scarabei porta fortuna e decorazioni di vario tipo.

Secondo gli Indiani d’America, rappresentava l’incarnazione degli spiriti del cielo e del mare. Per secoli lo utilizzarono come mezzo di scambio e lo usavano molto in gioielleria. Credevano anche che assicurasse successo in guerra e durante le battute di caccia.

I Navajo pensavano che potesse favorire le piogge, mentre gli Apache pensavano che ci fosse una gemma di turchese alla fine dell’arcobaleno.

In Tibet, simboleggia l’amore; per questo la pietra viene donata al proprio amato.

Infine, sia la cultura occidentale che quella orientale lo ritengono un amuleto portafortuna che.

Segno zodiacale legato al Turchese

Il turchese è la pietra porta fortuna di coloro che sono nati sotto il segno zodiacale del Sagittario.

Qual è il colore turchese

Oltre che una pietra, è anche un colore, indicato come ‘Turquoise 15-5519 TPX’ nella scala Pantone. È un colore freddo nato dall’unione dell’azzurro col verde. Il nome deriva ovviamente dalla pietra.

Il colore turchese ha vari significati:

  • Acqua
  • Inconscio
  • Creatività
  • Comunicazione
  • Delfino, a sua volta simbolo di acqua e di libertà
  • Fantasia
  • Spontaneità
  • Infanzia
  • Purezza

Abbinamenti del Turchese

Nonostante sia piuttosto particolare, ultimamente, viene sempre più ricercato nel mondo della moda e dell’arredo.

Turchese

È un bel colore luminoso ed estivo. Vediamo quali sono i migliori abbinamenti che si possono creare. Turchese e:

  • bianco, classico ma sempre molto gradito
  • grigio, per un risultato elegante e raffinato
  • nero, per un effetto di classe, quasi retrò
  • giallo: combinazione molto originale e perfetta per l’estate perché il giallo richiama il calore del sole mentre il turchese la freschezza dell’acqua del mare
  • rosso, altra combinazione molto azzardata, perfetta per chi ama osare e uscire dai soliti schemi

Quale effetto ha il color turchese sulla mente

Si ottiene dalla combinazione del blu-azzurro con il verde. Trae quindi gli effetti principali di entrambi questi colori. Dall’azzurro, deriva la sua azione rilassante; mentre dal verde quella disintossicante.

Si tratta quindi di una tinta che trasmette calma e pace, armonia e tranquillità. Perfetta per conciliare il riposo, la meditazione e scaricare gli stati di ansia e di stress.

Il color turchese in cromoterapia

Secondo i dettami della cromoterapia, bisognerebbe indossare vestiti di color turchese o circondarsi di oggetti di questa tinta nelle seguenti condizioni:

  • in caso di infiammazioni
  • per rafforzare il sistema immunitario
  • durante terapie depurative
  • quando si è molto agitati
  • in situazioni di iperattività mentale
  • se si ha difficoltà a sopportare persone e/o situazioni
  • quando si deve parlare in pubblico, specie se si è molto timidi
  • per placare l’ansia e il nervosismo

Chi ama il turchese

Le persone che prediligono questa tinta tendono ad essere calmi e sicure, e danno molta importanza alla comunicazione.

Approfondimenti su altre pietre

Probabilmente ti interesseranno anche questi articoli:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button