Come decorare con erbe e fiori freschi e secchi

di Eryeffe del 15 dicembre 2013

Il Natale si avvicina a grandi passi e come da tradizione ci prepariamo a vestire a festa anche la nostra casa con lavori di  riciclo creativo: decorazioni, ghirlande e abbellimenti di vario tipo.

Come decorare con erbe e fiori freschi e secchi

Se il fai-da-te non vi spaventa, ma anzi, rappresenta un occasione di svago e relax da condividere magari con i bambini, niente di meglio che confezionare le decorazioni natalizie con le vostre mani, meglio ancora  utilizzando materiali vegetali recuperati in giardino o durante qualche passeggiate al parco.

Gli spunti di certo non mancano e siamo certi che con un po’ di pazienza e un pizzico di fantasia riuscirete a realizzare in poco tempo dei bellissimi addobbi senza spendere neanche un euro! Che ne dite di provarci insieme?

Decorare con erbe e fiori: i materiali

Per prima cosa esaminiamo il materiale che potrebbe tornarci utile in questa divertente ‘missione’: ramoscelli di pino o di abete, agrifoglio, spighe, ramoscelli di lavanda, semi, bacche, rametti di scarto derivati dalla potatura di arbusti, piante e alberi, fiorellini e frutta secca, pigne, legno, scorza di agrumi essiccata. In poche parole, quasi tutto quello che vi occorre può essere facilmente reperito sia in città che in campagna o più semplicemente nel giardinetto vicino casa.

Il restante materiale può essere recuperato in casa e utilizzato ad arte per creare oggetti semplici ma perfetti per abbellire l’ambiente domestico durante il periodo natalizio.

Nastri e fiocchi colorati, palline di carta e di vetro, candele, pizzetti e quant’altro il vostro estro vi suggerisca, ma ricordate di non eccedere e abbinare sapientemente ogni elemento per dar vita a decorazioni semplici, sobrie ed equilibrate. Ecco qualche idea e i suggerimenti pratici per realizzarla.

Come decorare con erbe e fiori freschi e secchi

Come fare una corona di spighe

Semplice e di grande effetto, può essere confezionata in pochi e semplici passaggi se avete a disposizione un bel mazzo di spighe di grano, di frumento, di orzo o di avena.

In alternativa vanno benissimo anche le spighe di erba olina, di cannuccia di palude o di lavanda, sicuramente più facili da reperire in questo periodo.

Dividete le vostre spighe in piccoli mazzi di uguali dimensioni. Con del filo di ferro modellate un cerchio di circa 35 cm di diametro e ricopritelo con del nastro adesivo.

Appoggiate un primo mazzo di spighe in senso orizzontale sulla corona, in modo che le spighe escano in diagonale dalla forma della base; fissate ogni mazzetto con del filo di ferro sottile sempre in orizzontale celando gli steli sotto le spighe del mazzo precedente fino a completare il cerchio.

La corona può essere arricchita con altri decori, quali fiori secchi, bacche rosse, nastrini colorati.

Come decorare con erbe e fiori freschi e secchi

Come fare una corona dell’Avvento

Sostituendo le spighe con dei rami di abete o pino, invece, potreste confezionare la base per una corona dell’Avvento che si espone 4 domeniche prima della nascita di Gesù.

In questo caso, posizionerete sulla corona 4 candele in corrispondenza dei 4 punti cardinali e distribuirete i ramoscelli di pino con lo stesso fil di ferro utilizzato per la corona. Alla base di ciascun ramoscello applicate una piccola pigna per camuffare l’attaccatura al cerchio e rifinite con fiocchetti rossi o bacche.

Ideale anche come centro tavola per rallegrare il pranzo di Natale o, come vuole la tradizione nordica, appesa al soffitto con lunghi fili o nastri rossi.

Come fare dei decori con la scorza d’arancia

La scorza essiccata è una decorazione semplice ma di grande effetto. Scegliete arance sode e dalla forma regolare e incidete il frutto con un coltellino in modo da rimuovere la buccia (compresa la pellicina bianca sottostante) a spicchi alterni.

Alternate, in questo modo, zone vuote a zone piene, avendo cura che l’apice e la base del frutto rimangano integri. Lasciate asciugare il frutto così tagliato per qualche giorno, magari sopra al termosifone e appena pronto, rimuovete delicatamente la polpa rimasta all’interno aiutandovi con un coltellino.

Fate asciugare ancora per qualche giorno. Di eguale effetto la buccia tagliata in senso circolare e lasciata essiccare o le fette di agrumi tagliate a rondelle.

Potete abbinare questi elementi decorativi a nastri rossi e dorati, bastoncini di cannella, rametti di abete oppure utilizzarli come pendenti per le ghirlande.

Come decorare con erbe e fiori freschi e secchi

Come fare una ghirlanda con decorazione Biedermeier

Chi è particolarmente incline ai lavori manuali e con una bella dose di pazienza, può cimentarsi nella realizzazione di una ghirlanda con decorazione in stile Biedermeier, arricchita con spezie, fiorellini secchi, nastrini, pizzetti, foglie e bacche.

Procuratevi una ciambella di oasis e ricopritela con uno strato di pellicola trasparente per alimenti. Lavorate con precisione tutta la superficie e rivestite con un nastro di raso preferibilmente bordeaux, lasciando scoperto un settore della ciambella (1/4 della circonferenza).

Per realizzare la ghirlanda ogni elemento verrà unito e fissato all’altro con il fil di ferro sottile o filo metallico attorcigliato di colore argentato o dorato che darà un tocco di luminosità alla vostra creazione.

Attorcigliate sul rivestimento rosso un nastrino dorato più sottile e sulla parte scoperta fissate le decorazione Biedermeier servendovi del fil di ferro.

Potete arricchire la composizione con foglie secche di medie dimensioni, rametti di anice stellato, portasemi di faggio, porta-ghiande, pistilli dorati e tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerirà.

Altre idee

Con la stessa tecnica e materiale si possono confezionare anche mazzolini segna-posto per la tavola, centrotavola, profuma biancheria e composizioni floreali per decorare e profumare l’ambiente.

In tal senso sono indicati i chiodi di garofano, la cannella, semi di papavero, cardamomo, bastoncini di liquirizia e così via. Recuperate anche piccole bacche, pigne, palline colorate e fiori da essiccare…

Scoprite anche altre idee e consigli per la decorazione ed il riciclo creativo:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment