Orto e giardino

Erba stella, pianta rustica ideale per arricchire insalate, zuppe e frittate

Come coltivarla e come utilizzarla in cucina

Per quanto riguarda orto e verdure, l’inverno è la stagione delle piante più rustiche e resistenti. Tra queste troviamo l’Erba stella, conosciuta anche come Minutina. Dall’aroma rinfrescante e leggermente pungente, è perfetta cruda nelle insalate o per aromatizzare ricette di vario tipo. Andiamo a scoprirla insieme in questa guida.

Erba stella, pianta rustica ideale per arricchire insalate, zuppe e frittate

Erba stella, cos’è

L’erba stella, o minutina (nome scientifico Plantago coronopus) è un pianta annuale appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae. Caratterizzata da lunghe foglie filiformi somiglia molto all’erba dei prati, soprattutto nelle fasi iniziali. Poi, a mano a mano che cresce, le sue foglie si allargano, mostrando una leggera seghettatura, e la pianta sviluppa una rosetta basale aderente al suolo e appiattita, che resiste anche al calpestio.

Varietà

Ne esiste una sola tipologia, che può essere coltivata ma che cresce anche spontanea allo stato selvatico. In questo secondo caso la si può trovare in tutta Italia: nei prati, negli incolti e anche sulla sabbia, in prossimità del mare, ad un’altitudine di massimo 800 metri.

Coltivazione dell’Erba stella

Facilissima e rustica, l’erba stella può essere seminata in primavera e raccolta durante tutta l’estate, ma si presta anche alla semina autunnale. Resiste all’inverno rimanendo produttiva se non ci sono gelate.

È una pianta molto generosa che dà un raccolto costante per molti mesi, prima di fiorire con piccole infiorescenze simili a spighe, che matureranno i semi per la semina dell’anno successivo.

Per la semina, bisogna spargere i semi continuativamente su file distanti almeno 15 cm, oppure “a spaglio”, ossia allargandoli sul terreno. Si può coltivare anche in vaso.

Teme il caldo eccessivo e la siccità prolungata.

Si raccoglie scalarmente, recidendo per prime le foglie al piede quando sono ancora tenere.

Erba stella

Annaffiatura

Poco esigente, richiede di essere irrigata regolarmente solo nei mesi caldi, facendo attenzione a non bagnare le foglie.

Erba stella proprietà

Le giovani foglie dell’erba stella sono ricche di vitamine (ACK) e di sali minerali. Contengono tannini, mucillagini, pectina, mentre i semi sono ricchi di oli essenziali.

Erba stella in cucina

L’erba stella si consuma prevalentemente cruda, per arricchire insalate, zuppe, crostini e frittate. Rappresenta inoltre l’ingrediente perfetto di salse crude e condimenti alle erbe.

Il suo gusto fresco e leggermente pungente si sposa bene con uova, formaggi, patate, spinaci e tante altre verdure.

Tisana

Le sue radici, pulite ed essiccate al sole, possono essere utilizzate per preparare una benefica tisana dalle numerose proprietà: tonicizzante, costrittiva, contro la stasi epatica e come lassativo per i bambini.

Ricette

Eccovi un paio di idee per utilizzarla nei vostri piatti.

Frittata con erba stella

Ingredienti per 2 persone

Procedimento

Sbattere le uova insieme al latte a temperatura ambiente. Aggiungere il pangrattato e l’aglio (o la cipolla). Mescolare bene incorporando l’aria. Cuocere a fuoco medio in una padella antiaderente. Girare una sola volta a metà cottura.

Minestrone con Erba stella

Ingredienti

Procedimento

Lavare e mondare tutte le verdure e ridurle in tocchetti. Versarle tutte insieme in una pentola capiente con mezzo litro di acqua.

Far cuocere per circa 30 minuti, e comunque fino a quando le verdure non saranno ben tenere. Frullare con il robot a immersione fino a ottenere la cremosità voluta.

Proseguire la cottura per altri 5 minuti e servire.

Potete guarnire il piatto con una cucchiaiata di panna da cucina, erba stella e un ciuffetto di prezzemolo.

Erba stella

Altro

Se ti interessano le erbe aromatiche, potrebbero interessarti anche questi approfondimenti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close