Cos’è il tomatillo (o pomodoro messicano) e come si usa in cucina

di Elle del 5 Novembre 2019

Conosciuto anche come pomodoro messicano, il tomatillo appartiene alla stessa famiglia di pomodori e melanzane. I suoi frutti vengono impiegati crudi per preparare dei contorni ma rappresentano soprattutto un ingrediente ideale per la realizzazione di una gustosa salsa verde.

Cos’è il tomatillo (o pomodoro messicano) e come si usa in cucina

Il tomatillo indica sia la pianta originaria del Messico che i suoi frutti. È anche conosciuta come pomodoro messicano per la notevole somiglianza con il più noto ortaggio.

I frutti di questa pianta vengono adoperati sia crudi come contorno che per la preparazione di gustose salse da abbinare ad altre pietanze.

Nonostante le piccole dimensioni, i frutti di questo ortaggio esotico sono un concentrato di sostante antiossidanti con interessanti effetti benefici per la salute.

Tomatillo traduzione

Letteralmente la parola si traduce come ‘piccolo pomodoro’ ed indica i caratteristici frutti della pianta, del tutto affini ai nostri comuni pomodori.

Tomatillo pianta

Si tratta di una pianta (nome scientifico Physalis philadelphica) appartenente alla famiglia delle Solanacee, la stessa di cui fanno parte anche il pomodoro e la melanzana. Questa pianta, che assomiglia per forma all’alchechengi, è in grado di produrre piccoli frutti di colore verde o verde-viola, del tutto simili a dei piccoli pomodori.

Vengono utilizzati come ingrediente nella cucina locale, soprattutto nell’America meridionale. Dal punto di vista nutrizionale i frutti sono interessanti, perché poveri di calorie ma più ricchi di grassi e proteine rispetto ai pomodori.

Inoltre, presentano un elevato contenuto di sostanze antiossidanti, grazie alla presenza della vitamina C, e si rivelano pertanto alimenti benefici per la salute di occhi, cuore e pelle. Interessante, infine, è anche la concentrazione di sali minerali.

tomatillo

Tomatillo: è anche noto come pomodoro messicano per i piccoli frutti che produce, del tutto simili a comuni pomodori.

Tomatillo semi

All’interno di questo insolito ortaggio esotico sono presenti numerosissimi semi. La modalità di coltivazione è simile a quella necessaria per il comune pomodoro.

Tomatillo verde

Il frutto di questo semisconosciuto ortaggio esotico tipicamente è di colore verde ed assomiglia ad un pomodoro molto acerbo. Rispetto ai tradizionali pomodori, questi frutti presentano un gusto più acidulo e meno dolce.

Tomatillo viola

Un’altra possibilità è quella di trovare frutti che hanno una colorazione tendente al viola. Più difficile da trovare, questa varietà è perfetta da aggiungere come ingrediente al tipico gazpacho andaluso.

tomatillo

Il tomatillo si contraddistingue per un caratteristico gusto acidulo che ben si presta in particolare per la preparazione di gustose salsine.

Tomatillo salsa

Questi piccoli e gustosi frutti tendono ad essere utilizzati soprattutto per la preparazione di salse da usare in abbinamento alle pietanze. Per la preparazione della salsa occorre eliminare il calice dei frutti, lavarli e privarli della buccia.

Una volta eseguite queste operazioni, occorre tagliarli a pezzi e riporli in una casseruola per procedere con la cottura con un po’ di acqua. Dopo circa 5-7 minuti, verso la fase finale della cottura si insaporisce con un po’ di sale, peperoncino e pepe.

Tomatillo salsa verde

Data la particolare colorazione dei frutti di questa pianta, la salsa che si ottiene è di colore verde. Si tratta tendenzialmente di un salsa dal gusto piccante per l’aggiunta di spezie come il peperoncino.

Il gusto acidulo di questi frutti serve ad agire da contrasto per ottenere un sapore finale e complessivo più armonico.

Si può utilizzare ad esempio per la preparazione del curry oppure si può aggiungere alla vinaigrette per avere un gusto più acidulo.

tomatillo

Tomatillo: i piccoli frutti simili al pomodoro si prestano bene alla preparazione di una gustosa salsa da abbinare a varie pietanze.

Tomatillo ricette

I frutti di questa pianta si prestano bene alla preparazione di una gustosa salsa ma possono essere adoperati anche crudi come contorno. Si possono utilizzare in cucina in modi creativi per dare un tocco più esotico alle proprie pietanze. Si tratta, infatti, di un ingrediente versatile da abbinare alle ricette.

Ad esempio, aggiungendo ricotta o feta si può ottenere una crema da spalmare sul toast. In alternativa, si può utilizzare come salsa d’accompagnamento per piatti a base di peperoni o cipolle grigliate.

Tomatillo tex mex

Questi piccoli pomodori messicani si prestano molto bene come ingredienti per realizzare un salsa tex mex. Si tratta di una tipica salsa piccante da gustare insieme a nachos o patatine.

Tomatillo quinoa

La salsa verde che si ottiene da questi piccoli frutti sferici può essere utilizzata come condimento per insaporire un’insalata a base di quinoa.

Tomatillo quiche

La salsa verde si rivela ottima anche in abbinamento ad una quiche, da rendere più piccante e saporita grazie all’aggiunta di questo condimento.

Tomatillo in guacamole

Con questi frutti si può realizzare anche una gustosa salsa guacamole da gustare come accompagnamento di altri piatti oppure da spalmare su di un toast.

Approfondimenti utili

Se ti è interessato questo articolo, ti consigliamo anche:

Altri frutti tropicali “ricercati” da conoscere:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment