Cos’è lo shiatsu

di Maura Lugano del 7 settembre 2016

Farsi fare un massaggio shiatsu significa sbloccare il flusso energetico per trovare un nuovo equilibrio che si riflette anche sul fisico.

Lo shiatsu è una tecnica di massaggio giapponese nata presso i monasteri e poi affinata nel corso dei secoli, sino a diventare pratica curativa inserita negli ospedali giapponesi. Shiatsu letteralmente significa “pressione del dito” e deriva dalle parole Shi (dito) e Atsu (pressione), ovvero digitopressione; potremmo definirlo una sorta di agopuntura in versione giapponese fatta con le dita per stimolare il flusso dell’energia. La versione moderna è stata ideata da Tokujiro Namikoshi nel 1940 ed in pratica un ‘terapeuta usa il pollice – o il palmo o il gomito – per esercitare una forte pressione sui punti dell’agopuntura’.

Cos’è lo shiatsu

Il massaggio shiatsu è fatto di pressioni eseguite solo con il corpo dell’operatore, sia con i palmi delle mani, le dita e le nocche, che con i gomiti, le ginocchia ed i piedi, con l’obiettivo di sbloccare e riequilibrare l’energia interna, in questo modo il corpo ne trae giovamento in termini generali e si possono curare anche i dolori.

Nel nostro corpo ci sono dei canali in cui fluisce continuamente l’energia vitale (chiamata “ki”), ma a volte quest’energia si blocca, per problemi fisici o psicologici, e dunque si crea uno squilibrio che deve essere ribilanciato per poter guarire così anche il corpo.

Stimolando l’energia se ne riequilibra il flusso e si otterrà anche la cura del disturbo, ma in modo naturale attraverso un processo di autoguarigione.

La stimolazione tattile combinata con la conoscenza dei ‘meridiani’, i canali di flusso energetico usati anche in agopuntura, portano ad una sorta di benessere diffuso graziea el perfetto equilibrio del corpo e delle mente.

I meridiani dello shiatsu

Concretamente si eseguono pressioni in punti che corrispondono ai meridiani che corrono lungo il corpo umano, all’interno e all’esterno di esso e che sono punti immaginari, o convenzionali, di scorrimento dell’energia. Il massaggio shiatsu serve a riequilibrare i flussi energetici che, per varie cause, possono bloccarsi o mancare.

I meridiani sono suddivisi in meridiani yin che scorrono in direzione dal basso verso l’alto, dai piedi alla testa, mentre quelli yang hanno direzione opposta, dalla testa verso i piedi.

Suggerimento: potrebbe interessarvi approfondire anche le varie medicine alternative

shiatsu

Le tecniche di shiatsu

Il massaggio viene eseguito con mani, polpastrelli, ginocchia e gomiti e in due modi diversi, uno più energico con pressioni profonde ma rapide, l’altro con pressioni graduali più durature (non oltre i cinque secondi). Il grande pregio dello shiatsu, per questa ragione ne parliamo come di una terapia naturale, è quello di mettere in funzione i processi di autoguarigione dell’organismo, il quale agisce per effetto del collegamento tra i punti dei meridiani esterni e i punti corrispondenti dei meridiani interni.

La terapia deve sempre essere preceduta dall’esame del paziente per identificare i meridiani su cui agire, si inizia con l’osservazione della postura (bo-shin), poi l’ascolto (bun-shin) di voce, cuore e polmoni, l’interrogazione (mon-shin) del paziente relativamente alla presenza dei disturbi e infine l’esame del polso e dell’addome (sets-shin).

Forse potrebbero interessarti questi libri sullo shiatsu:

Shiatsu - Per la Gestante e per il Neonato
Shiatsu per Tutti
Watsu - Lo Zen Shiatsu in Acqua
Il Libro dello Shiatsu

Shiatsu benefici

Oltre a essere utile nel ristabilire l’equilibrio psico-fisico, ad alleviare situazioni di stress e prevenire le malattie e mantenere uno stato di benessere generale, lo shiatsu combatte dolori articolari, muscolari, disturbi nevralgici, emicranie, cefalee, coliti, problemi digestivi, insonnia, scompensi cardiaci e anche malattie infettive.

In particolare i suoi effetti benefici sono questi:

  • rafforza le difese immunitarie
  • cura i dolori muscolari e articolari
  • cura i dolori cervicali e lombari
  • lenisce il mal di testa
  • aiuta la digestione
  • riduce lo stress e l’ansia
  • migliora la circolazione sanguigna e linfatica

Allora perché non provare un massaggio…

shiatsu

Lo shiatsu in gravidanza

Il massaggio si può eseguire anche in gravidanza, ed in particolare si utilizza il trattamento della moxibustione. Il trattamento con la moxa consiste nel riscaldamento di alcuni punti vitali, sempre per riequilibrare il flusso energetico, e spesso viene utilizzata per girare il feto se si dovesse presentare podalico negli ultimi giorni di gestazione.

Eccovi anche tutte le discipline meditative orientali, massaggi e ginnastiche posturali a cui alcune di queste discipline sono legate, che vi consigliamo di approfondire per un maggior benessere naturale:

Differenze tra shiatsu e altri massaggi

Il massaggio shatsu è finalizzato a riequilibrare il sistema energetico usando il corpo dell’operatore ma senza l’aiuto di strumenti e oli essenziali. Nello shiatsu la manipolazione del corpo avviene ad un livello più profondo e non solo a livello muscolare, per cui, a differenza di altri tipi di massaggio, arriva a toccare l’energia del paziente e agisce su tutta la persona.

L’agopuntura invece prevede l’uso di aghi inseriti nella pelle, in corrispondenza dei punti vitali, e il reiki parte dalla guarigione spirituale per coinvolgere i pensieri e quindi il fisico.

Inoltre la diagnosi e il trattamento avvengono nello stesso momento e non separatamente come avviene nelle altre pratiche di massaggi orientali.

Ecco anche un libro interessante su come apprendere le tecniche shiatsu:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *