Diete

Dieta del latte: promette di perdere 5 kg in 8 giorni, ma occhio alle controindicazioni

Come funziona, effetti collaterali e controindicazioni

Importata dal Portogallo, la dieta del latte è un regime alimentare estremamente rigido. Si tratta di una dieta semi-liquida che potremmo far rientrare nel gruppo delle “diete lampo” e basate su un solo alimento. Per 8 giorni, infatti, si deve bere solo latte scremato, talvolta integrando con degli alimenti poco calorici, come formaggi magri, carni bianche e frutta ricca di acqua.

Dieta del latte: promette di perdere 5 kg in 8 giorni, ma occhio alle controindicazioni

Cos’è la dieta del latte

Come ben si potrà facilmente intuire dal suo stesso nome, la dieta del latte è un regime alimentare basato principalmente su questo alimento.

Si tratta di un tipo di alimentazione liquida/semi-liquida che è stata messa a punto da alcuni nutrizionisti portoghesi. Un regime ipocalorico che promette di far perdere fino a 5 Kg in appena 8 giorni.

Il menu è molto rigido e non non sono previsti sgarri.

Di fatto, bisogna bere ogni giorno grandi quantità di latte e, in alcuni giorni della settimana, integrare con alcuni alimenti solidi, tipo proteine magre e frutta.

Proprietà del latte

Nutrizionalmente parlando, il latte è un alimento completo e ricco di ottimi nutrienti. Ideale per l’alimentazione di adulti e bambini.

Contiene proteine di alta qualità, calcio, vitamina D, A e del gruppo B, oltre a tutti gli aminoacidi utili al nostro organismo per rimanere in buona salute. Inoltre, la versione scremata ha anche pochissimi grassi e carboidrati.

Inserito in un regime alimentare vario ed equilibrato, è quindi un alimento prezioso che non dovrebbe mai mancare in ogni fase della vita, in particolar modo durante la crescita.

Calorie

Le calorie del latte variano in base al tipo di latte. Ecco i valori per 100 grammi di prodotto.

  • scremato: 34
  • parzialmente scremato: 50
  • intero: 61

È giusto precisare che, seppur più magro, il latte scremato, oltre ai grassi, perde anche varie vitamine liposolubili, come la vitamina A e la vitamina D. Resta invece inalterato l’apporto di calcio.

In ogni caso, la dieta del latte si basa sull’assunzione di latte vaccino scremato.

Come funziona la dieta del latte

Si tratta di una dieta semi-liquida ipocalorica. Va seguita solo per 8 giorni, non di più. Basandosi quasi esclusivamente su un unico alimento, a lungo andare potrebbe infatti portare scompensi nutrizionali.

Promette di far perdere fino a 5 chili in un brevissimo lasso di tempo, appena poco più di una settimana.

Apporto calorico

Nei giorni in cui si beve solo latte o altri alimenti liquidi, a malapena si raggiungono 500 calorie. Nei giorni invece in cui è concessa l’introduzione di qualche alimento solido (proteine magre), si sale a 700 calorie. Con questa forte restrizione calorica, si costringe l’organismo ad andare ad attingere alle riserve di grasso. Ecco quindi spiegato il perché del dimagrimento, che non di pende quindi dal latte in sé, quanto piuttosto dalla forte restrizione calorica.

Si tratta di un regime alimentare estremamente rigido che può mettere a dura prova, sia a livello fisico che psicologico.

Dieta del latte: gli alimenti concessi

In alcuni giorni, oltre al latte si possono introdurre anche alcuni alimenti solidi, in quantità moderate, come da indicazione del programma dietetico. Nello specifico:

  • Frutti ricchi di acqua, come arance, kiwi, ananas. Evitare invece mele, pere e frutti molto calorici come fichi e banane
  • Carni magre: pollo, tacchino e manzo senza il grasso
  • Formaggi magri, come robiola, ricotta e formaggi freschi non stagionati

Nel corso della giornata, è concesso bere anche il tè verde, in quantità illimitate purché non zuccherato.

Dieta del latte: menù

Come già spiegato, la dieta del latte dura 8 giorni in cui si alternano giornate in cui si beve solo latte, ed altri giorni in cui è possibile aggiungere anche qualche cibo solido.

Ecco lo schema preciso.

  • 1° giorno: 6 bicchieri di latte
  • 2° giorno: 4 bicchieri di latte + 2 frutti ricchi di acqua, tipo arance e fragole
  • 3° giorno: 2 bicchieri di latte + 2 frutti + 150 grammi di formaggio magro tipo ricotta
  • 4° giorno: 4 bicchieri di latte + 2 frutti + 150 grammi di carne magra (es. pollo) ai ferri
  • 5° giorno: 2 bicchieri di latte + 2 frutti + 150 grammi di carne magra (es. tacchino) ai ferri + 1 uovo sodo
  • 6° giorno: 2 bicchieri di latte + 2 frutti + 1 uovo sodo + 100 grammi di formaggio magro (es. robiola) + 150 grammi di carne magra (es. pollo) ai ferri
  • 7° giorno: 3 bicchieri di latte + 3 frutti ricchi di acqua e poco calorici
  • 8° giorno: 2 bicchieri di latte + 150 grammi di carne (es. vitello sgrassato) + 150 grammi di formaggio magro (es. ricotta) + 1 frutto
dieta del latte
Il latte è un alimento ricco di proprietà, ma non così completo da potere sostituire un’alimentazione equilibrata!

Dieta del latte: alternative al latte vaccino

È possibile seguire la dieta del latte sostituendo il latte vaccino con alternative vegetali. Nello specifico.

  • Latte di mandorle senza zuccheri aggiunti: è meno calorico (13 calorie ogni 100 grammi) e contiene anche meno proteine
  • Latte di soia: presenta calorie e quantità di grassi e proteine del tutto simili al latte vaccino scremato

Controindicazioni ed effetti collaterali

Come già detto, la dieta del latte è un tipo di dieta piuttosto drastico e, come tale, non adatto a tutti. Inoltre, come tutte le diete “rapide” non garantisce un dimagrimento sano, graduale e duraturo.

Inoltre, va ricordato che una dieta che si basa su un unico alimento è inevitabilmente sbilanciata.

Anzitutto, esagerare con l’assunzione di latte può portare a disturbi di carattere gastrointestinale con diarrea, nausea e mal di testa.

Essendo un regime alimentare molto stressante, sia dal punto di vista fisico che psicologico, si può andare incontro ai seguenti effetti collaterali.

  • Forte stanchezza
  • Irascibilità
  • Gonfiore e problemi intestinali
  • Squilibri nutrizionali
  • Rallentamento del metabolismo (com’è tipico delle “diete lampo”)

Tra l’altro, gli esperti sottolineano che gran parte dei chili persi, altro non sono che liquidi. Di conseguenza, dopo i canonici 8 giorni di dieta, il rischio di riprendere subito quel che si è perso è altissimo!

La dieta del latte è controindicata ai seguenti soggetti:

  • gli intollerante al lattosio
  • le donne in gravidanza e in allattamento
  • bambini e adolescenti
  • coloro che sono affetto da patologie particolari

Tenendo conto di tutto quanto appena detto, se si vuole provare ad intraprendere questo tipo di dieta, ricordiamo la necessità di consultare il proprio medico, farsi seguire da un nutrizionista o un esperto di alimentazione, e comunque non protrarre questo regime alimentare per un periodo di tempo più lungo rispetto a quello suggerito.

Dieta del latte: le domande più comuni e le nostre risposte

Quanti chili si perdono con la dieta del latte?

In poco più di una settimana promette una perdita di peso di 4-5 chili.

Perché il latte fa dimagrire?

Ricco di calcio, il latte avrebbe la capacità di favorire la lipolisi, un processo che consente di eliminare i grassi all’interno delle cellule, consentendo così il dimagrimento in chi è in sovrappeso.

Quanto latte bere al giorno per dimagrire?

La versione più “soft” di questo particolare regime alimentare prevede di bere un bicchiere di latte prima di ogni pasto. Così facendo si placa il senso della fame e, di conseguenza, si mangia meno. La versione più radicale della dieta, invece, prevede l’assunzione di 2 litri di latte al giorno e basta.

Cosa succede se mangi solo latte?

Pur essendo ricco di molte proprietà nutritive, un solo bicchiere di latte non garantisce un adeguato nutrimento per l’organismo come invece farebbe una colazione completa.

Cosa succede se bevi il latte prima di dormire?

Per la naturale presenza di melatonina, il latte concilierebbe il sonno. Pertanto, una tazza la sera prima di coricarsi può giovare in chi ha problemi di insonnia o fa fatica ad addormentarsi.

Quanto latte si può bere al massimo durante il giorno?

In assenza di intolleranze e/o allergie, il consumo ideale giornaliero di latte è di 3 porzioni da 125 ml l’una.

Cosa succede se bevo latte tutti i giorni?

Il latte è un alimento che fa molto bene. Assunto tutti i giorni, all’interno di un regime alimentare vario ed equilibrato, aiuterebbe a prevenire varie patologie come il diabete, l’ipertensione e l’Alzheimer. Inoltre, grazie all’elevato contenuto di vitamina D e di vitamina B12, rafforza le difese immunitarie.

Altri approfondimenti utili

Sempre in tema diete, forse ti potrebbero interessare anche questi altri post:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio