Riciclo creativo

Fondi di caffè: scopriamo perché è uno scarto che vale oro

Tutti i suoi innumerevoli utilizzi: in casa, nell'orto, in giardino, per le pulizie, per la bellezza e molto altro ancora

Di solito, i fondi di caffè finiscono nella spazzatura, sia che arrivino da caffè in cialde o macinato. E questo è un grande spreco, perché sono un vero e proprio concentrato di proprietà benefiche e li possiamo riciclare in tantissimi modi diversi e in più ambiti.

Fondi di caffè: scopriamo perché è uno scarto che vale oro

I fondi, nient’altro che la polvere di caffè già utilizzata, umida e pressata, restano nel filtro o nella capsula. Se li recuperiamo, anche tagliando con le forbici l’alluminio che riveste la cialda, li potremo utilizzare per tante cose.

Fondi di caffè come concime

Anzitutto, i fondi, indipendentemente dai tipi di caffè utilizzati, sono ottimi fertilizzanti utili per far crescere le nostre piante più sane e rigogliose. Ricchi di nutrienti importanti, soprattutto d’azoto, che contribuisce alla creazione delle proteine per avere rami, fusti e foglie della pianta sani e forti. Poi sono presenti anche potassio, calcio e magnesio.

Costituiscono un buon concime organico, totalmente naturale ed economico, perchè, come altri materiali organici come lo stallatico ed il letame, rispetto ai più utilizzati concimi liquidi, hanno divcerse funzioni:

  • arricchiscono il terreno
  • migliorano la struttura
  • ammorbidiscono
  • areano
  • consentono un buon drenaggio
  • trattengono l’umidità

Si possono usare sia in polvere seccata, semplicemente aggiungendoli alla terra, oppure li possiamo diluire nell’acqua usata per le irrigazioni, trasformandoli così in un fertilizzante liquido. Per questo secondo metodo, le quantità da considerare sono 3 fondi di caffè per 1 l di acqua. Prima di annaffiare le piante, far riposare qualche ora.

Fondi di caffè

Il modo migliore per usarlo nel terreno, anche se perde velocemente le sue proprietà, è farlo prima decomporre e maturare. A questo scopo, può essere messo nel compost o nel bokashi. Agisce come un attivatore. Ma fate attenzione a non usarne troppo.

Ma attenzione alle quantità. In una percentuale maggiore del 12% potrebbe inibire la crescita delle piante, specialmente quando è usato come fertilizzante.

Fondi di caffè nell’orto

Nell’orto possono essere impiegati per diversi utilizzi.

  • Funzione fertilizzante. Distribuiti attorno alle piante, insieme alla classica pacciamatura, costituiscono un ottimo fertilizzante che ha la funzione di compost.
  • Funzione acidificante. Il loro ruolo è anche quello di abbassare il pH del terreno e renderlo più acido. Quindi sono ideali per le piante acidofile, come il basilico o i frutti di bosco, per ottenere il blu nelle ortensie, ma anche quelle a pH neutro come i pomodori.
  • Tengono lontani i parassiti . Aiutano ad eliminare le formiche, gli afidi, i vermi e le lumache dall’orto per via del loro forte odore, che non piace a questi insetti dannosi. Basterà distribuirne un bel po’ lungo il perimetro dell’orto o tutt’attorno alla pianta interessata in modo da formare una linea di protezione.

Tra le tante cose, promuovono la crescita delle carote. Inoltre, per la semina di questi ortaggi, è consigliato mescolare i semi di carote con una piccola parte di caffè in polvere di recupero per rendere più semplice la loro distribuzione sul terreno.

Costituiscono inoltre un concime utile per la coltivazione casalinga dei funghi.

Quali piante si possono concimare con i fondi di caffè

Non tutte le piante amano i fondi.

Fondi di caffè

Per via della loro azione acidificante del terreno, sono particolarmente adatti per la concimazione di fiori e piante che amano i terreni acidi (con pH inferiore a 6,5) come rose, camelie, azalee, rododendro, corbezzolo, gardenia, erica, ortensie, hamamelis, magnolie, mimose, calle, clivie, felci, gigli e lillà.

Fondi di caffè per basilico

Il basilico è una delle erbe aromatiche tipiche del sud e dell’estate, che si accontenta di poco, ma dà il meglio di sé in terreni con pH non superiore a 6,5, quindi leggermente acido.

I fondi possono essere usati mescolateli al terreno o al compost, gli forniranno anche una fonte in più di azoto e fosfato.

Ma ricordate di non usarli ancora umidi, ma di farli prima seccare e poi spargerli nel terreno, per evitare che ammuffiscano.

Ne basta uno strato alto mezzo dito ai piedi delle piantine, e ricordate che troppe annaffiature fanno perdere l’azoto che glia avete appena fornito.

Fate una pacciamatura e limitatevi ad una irrigazione al giorno.

Fondi di caffè per i limoni

Come tutti gli alberi di agrumi, il limone predilige terreni con pH acido. Spargete il caffè ai piedi del tronco. e mescolatelo al terreno con una leggera zappatura.

Fondi di caffè per pomodori

Sono perfetti per le piantine di pomodoro in primavera, in virtù del loro pH leggermente acido (per coltivare il pomodoro è bene avere un pH di 4,6 per dargli un gusto poco acido) e perchè sono un eccellente fertilizzante naturale.

Nutre i pomodori nella fase di crescita, ma dovete stare attenti alle quantità. Infatti, non tutte le piante hanno bisogno in modo uguale. Inoltre, una quantità abbondante di fondi può portare alla crescita di erbacce.

Per i pomodori possono essere dunque utilizzati come agente di compostaggio, grazie alla loro ricchezza di magnesio, potassio, azoto e fosforo. In particolare l’azoto influisce sullo sviluppo dei pomodori, mentre il potassio e il magnesio sono rapidamente assorbiti dalle piante.

Fondi di caffè per rosmarino

Il rosmarino è una pianta aromatica che necessita di un substrato basico (un valore del terriccio con pH superiore a 7) e quindi cresce bene in un terreno calcareo.

Dal momento che il caffè ha una azione acidificante, non è quindi adatto per il rosmarino, ma è ottimo per tutte quelle piante che vivono nel sottobosco.

Fondi di caffè in cucina

Anche in cucina il caffè è uno scarto prezioso per risolvere vari problemi piuttosto diffusi.

  • Eliminare le incrostazioni di bruciato sul fondo di pentole e teglie per la sua azione leggermente abrasiva
  • Eliminare i cattivi odori nel frigorifero. Basta metterne una ciotola all’interno del frigo e ricordarsi di cambiarla 1 volta alla settimana
  • Togliere gli odori sgradevoli dalle mani dopo aver maneggiato pesce, aglio e cipolla e basterà strofinarsele con un po’ di fondo
  • Dare più sapore alle torte, aggiungendoli nell’impasto dei dolci al cioccolato
  • Pulire e profumare gli scarichi del wc o del lavandino, ma attenzione a non esagerare perchè potrebbero ostruirlo

Fondi di caffè

Fondi di caffè in casa

Vediamo ora altri utilizzi casalinghi, dei fondi:

  • Tingere i tessuti. Facendoli bollire si ottiene una tintura naturale per tingere tessuti, tela e carta
  • Allontanare le formiche da casa per via del loro odore forte. Basta spargere un po’ di polvere secca nelle zone di accesso alla casa, soglie di davanzali e finestre, zone in cui avete notato un via vai di formiche e probabili nidi in crepe e buchi nel muro.
  • Pulire il caminetto e rimuovere la cenere cospargendo le superfici con i fondi ancora umidi, che saranno utili anche per assorbire eventuali cattivi odori.
  • Puntaspilli antiruggine. Fate asciugare all’aria ila polvere di caffè e usatela per realizzare l’imbottitura di un puntaspilli fai-da-te, cucendo tra di loro alcuni scampoli di stoffa. La presenza del caffè è molto importante, in quanto evita la comparsa della ruggine.
  • Rimuovere lo sporco ostinato e le incrostazioni dalle superfici lavabili della casa, strofinando nelle zone più critiche i fondi di caffè con una spugna. Se necessario, aggiungete anche un po’ d’acqua o del sapone liquido naturale.
  • Coprire i graffi sui mobili in legno scuro cospargendovi sopra una pasta fatta con fondi di caffè e acqua tiepida, che colorerà di scuro l’abrasione.
  • Deodorante naturale. Chiudete la polvere in sacchettini di cotone a trama larga (va benissimo anche un vecchio calzino di nylon o dei vecchi collant) e sistemateli dove c’è bisogno: in alcuni angoli della casa, in auto, nella scarpiera, in cantina, nei cassetti…

Cura del corpo con i fondi di caffè

Questi scarti valgono oro anche per la cura del corpo. Sono infatti ottimi ingredienti per degli efficaci trattamenti di cosmesi, e non solo. Vediamo alcune ricette di cosmetici fai da te al caffè.

  • Scrub per il viso. Mescolate 2 cucchiai di fondi + 2 di yogurt + 1 di miele. Applicate sul viso, massaggiate delicatamente, insistendo sulla “zona T”. Tenete in posa 20 minuti. Risciacquate: si noterà subito una pelle più liscia, morbida e luminosa
  • Scrub corpo. Unite 2 cucchiai di fondi + 3 cucchiai di olio di mandorle dolci ed eseguite un massaggio su cosce, gambe e addome. Fate questo trattamento nella doccia, meglio se sulla pelle umida. Sciacquate bene.
  • Trattamento anticellulite naturale. Grazie alla caffeina, potete sciogli-grasso, è uno dei migliori rimedi naturali per la cellulite. Basterà mescolare 2 cucchiai di fondi + 1 cucchiaio di zucchero o di sale + 2 di olio di jojoba o olio di cocco. Passate il mix sulle zone interessate, eseguendo dei movimenti circolari. Sciacquate bene con acqua tiepida. Ripetete il trattamento con una certa regolarità, 2-3 volte a settimana.
  • Pediluvio energizzante, utile per limitare la sudorazione e tenere a bada la formazione di cattivi odori. Si prepara diluendo in acqua tiepida i fondi avanzati e massaggiando i piedi. Questo scrub è utile anche per ammorbidire le zone ruvide dei talloni.

Fondi di caffè

Fondi di caffè per i capelli

I capelli secchi, spenti e sfibrati torneranno forti e splendenti applicando una maschera costituita da polvere avanzata di caffè e olio di cocco. Il composto va applicato sulle ciocche bagnati, distribuendolo su tutte le lunghezze e insistendo sulle punte.

Il caffè agisce anche come riflessante se volete tingere i capelli con colori naturali. Una piccola quantità, aggiunta durante la preparazione dell’hennè, permette di ottenere riflessi naturalmente scuri su un colore naturale già bruno. In alternativa, per ravvivare il colore, effettuate il penultimo risciacquo con del caffè avanzato, freddo e molto diluito.

La lettura dei fondi di caffè

La caffeomanzia, o tasseomanzia, è la capacità e l’arte di leggere i fondi del caffè per predire il futuro. Si tratta di un’arte molto antica, sbarcata in Europa solo dopo il ‘600.

Questa pratica tradizionale prevede l’utilizzo esclusivo del caffè turco, che lascia un residuo polveroso molto importante nella tazzina, essendo utilizzata direttamente la polvere macinata molto fine direttamente nella macchina e non nel filtro e più granulosa, come avviene invece per la moka.

Fondi di caffè

Secondo la tradizione, a preparare il caffè deve essere la stessa persona che poi leggerà il fondo. Bisogna usare una tazza di colore bianco. Lo zucchero è utile, perché aiuterebbe a fissare le immagini sulla superficie della tazza.

Leggere i fondi significa ricercare sulla tazzina figure e simboli a cui associare dei significati. Ecco la procedura:

  • bere il caffè
  • prendere la tazzina con la mano sinistra
  • capovolgerla sul piattino
  • aspettare 2-3 minuti
  • capovolgere di nuovo la tazza usando la mano destra
  • attendere che il caffè si sedimenti
  • guardare all’interno della tazzina

Quello che si individua sulla parte centrale riguarda la sfera interiore e immateriale: l’amore, gli affetti, l’istinto e le aspirazioni.

Ciò che invece si trova ai lati, riguarda la sfera materiale: soldi, lavoro e fortuna.

Più il segno è vicino al bordo della tazza, e più l’evento è prossimo a realizzarsi. Più l’immagine è in basso, verso il fondo della tazzina, e più riguarda il futuro.

Gli orari migliori per leggere i fondi del caffè sono le 12:00, le 15:00 e le 24:00.

Fondi di caffè

Interpretazione dei segni più diffusi

Nei fondi si possono vedere vari simboli diversi. Ognuno racchiude uno o più significati. Scopriamo insieme i più diffusi.

  • Ancora: possibile viaggio o rapporti con l’estero
  • Anello: fiducia nel prossimo e legame stabile
  • Arco: cattive notizie
  • Barca: visita inattesa
  • Bilancia: guai con la giustizia
  • Bussola: nuovo viaggio o nuovo lavoro
  • Casa: famiglia, sicurezza
  • Cerchio: abilità nel saper gestire le situazioni
  • Chiave: nuovi e inattesi sviluppi
  • Coltello: ostacoli e difficoltà
  • Croce: preoccupazioni e problemi di salute
  • Falce: delusioni sentimentali e depressione
  • Farfalla: spensieratezza
  • Ferro di cavallo: fortuna
  • Fiore: desiderio che si realizza
  • Foglia: entrate di denaro e novità
  • Freccia: notizia improvvisa sconvolgente
  • Gatto: vicinanza di una persona falsa e ipocrita
  • Linea curva: indecisione
  • Linea retta: forza positiva, successo
  • Lupo: furto
  • Mano: visita di una persona
  • Mela: soddisfazioni sul lavoro o nello studio
  • Montagna: superbia, ambizioni
  • Numero: la cifra indicata indica fra quanti giorni succederà qualcosa di importante
  • Nuvole: imprevisti, ritardi e contrattempi
  • Occhio: invidia
  • Onda: periodo di alti e bassi
  • Ovale: imprevisti
  • Piuma: instabilità
  • Quadrato: egoismo ed estremo materialismo
  • Rombo: soddisfazione personale
  • Ruota: fortuna, gioia e successi
  • Serpente: invidia
  • Stella: successi
  • Triangolo: con la punta verso l’alto indica successi, con la punta verso il basso, fallimento
  • Uva: abbondanza

Sempre sul tema del caffè:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button