Yoga e mente

Power yoga: il tipo di yoga più vicino al fitness e un po’ meno spirituale

Cos'è, come funziona e quali sono i suoi benefici

Il Power Yoga è una disciplina che coinvolge le posizioni più semplici, ma dinamiche dello Yoga, da eseguire però in maniera più veloce ed energetica. L’approccio è più orientato al fitness. le sequenze sono più intense ed è veloce ed impegnativo dal punto di vista fisico e pone molto meno l’accento sul lato spirituale e la meditazione Le lezioni sono costituite da una serie di movimenti che mettono alla prova forza e resistenza.

Power yoga: il tipo di yoga più vicino al fitness e un po’ meno spirituale

Cos’è il Power Yoga

È incentrato su forza, energia e resistenza. Affonda le sue radici nell’Ashtanga yoga. Tuttavia, è più impegnativo dal punto di vista fisico.

Questa disciplina unisce l’antica tradizione di questa disciplina orientale al rigore del fitness. Di basa su una serie di posizioni yoga facili ma energetiche e dinamiche da eseguire in sincronia con la respirazione.

Particolarmente indicato per le persone sportive ed allenate, coniuga i benefici dello yoga tradizionale a quelli di un allenamento cardiovascolare.

Differenza tra yoga e Power Yoga

Nonostante i principi base siano gli stessi, così come anche le posizioni, nel Power yoga troviamo una predominanza della componente attiva ed energizzante, e un po’ meno spazio per il lato spirituale e meditativo.

Difatti, si avvicina di più ad un corso fitness e di attività sportiva aerobica invece che ad uno stile tradizionale di yoga.

Le origini del Power Yoga

L’origine di questa tipologia di yoga risale agli anni ’90 e la si deve all’ispirazione di Bryan Kest, yogi americano. Egli, dopo aver studiato con i grandi maestri indiani, cominciò a creare uno stile caratterizzato da dinamismo e da una certa libertà nell’esecuzione delle sequenze fisse. Ciò per andare incontro alle sue personali necessità, che erano le stesse dei giovani professionisti in balia di un’attività lavorativa frenetica che non permetteva loro di frequentare le tradizionali lezioni di yoga oltre alla palestra.

Etimologia di Power Yoga

L’espressione deriva dall’unione di 2 vocaboli, power che in inglese significa ‘forza’ e yoga, dal sanscrito, ‘congiunzione’.

Dunque, si può tradurre come ‘yoga potente’ o ‘yoga della potenza’.

Power yoga

Come funziona il Power Yoga

Ecco alcune caratteristiche che sono peculiari proprio del Power yoga.

  • Fase di riscaldamento
  • Esecuzione di vari asana dinamici, da concatenare in maniera fluida e costante, coordinando la respirazione, in maniera simile allo Yoga Vinyasa.
  • Inserimento di esercizi come squat, push up, addominali, affondi, tra le varie sequenze di asana
  • Il passaggio da una posizione all’altra è ravvicinato: ogni inspirazione e ogni espirazione sono accompagnate da un movimento. Non ci sono posizioni statiche da mantenere per alcuni secondi
  • Le lezioni sono sempre diverse perché non ci sono sequenze fisse

Come si svolge una lezione di Power Yoga

Come già accennato, una lezione è composta da varie posizioni eseguite secondo una sequenza, unitamente ad esercizi di respiraziobne Pranayama).

Indicativamente, una lezione-tipo è strutturata come segue.

  1. Riscaldamento: esecuzione di posizioni utili per scaldare i muscoli ed aumentare il flusso della circolazione sanguigna. In genere, in questa fase, si esegue il Saluto al Sole più volte e a ritmo sostenuto
  2. Sequenza di posizioni, da eseguire in maniera fluida, dinamica e continua, così da cercare di mantenere un ritmo intenso e costante. La tipologia delle posizioni varia in base al livello della classe e del focus della lezione
  3. Esercizi di respirazione, da applicare unitamente alle posizioni
  4. Rilassamento finale, con distensione del corpo e della mente. Di solito questa fase viene praticata attraverso la pratica della Savasana, la posizione del cadavere

Quali sono i muscoli coinvolti

Va a coinvolgere vari gruppi muscolari.

  • Core: il gruppo muscolare centrale fondamentale per l’esecuzione delle posizioni di equilibrio
  • Arti inferiori: glutei, quadricipiti e ischio-crurali vengono sollecitati con posizioni come le 2 versioni del Guerriero
  • Arti superiori: deltoidi, bicipiti, tricipiti, spalle e pettorali
  • Muscoli della schiena: spinali e della scapola, coinvolti durante le torsioni del busto e nelle posizioni di piegamento in avanti

Posizioni del Power Yoga

Non ci sono programmi standardizzati. Tuttavia, ci sono delle posizioni yoga che vengono utilizzate spesso. Ecco le pirnciplai:

  • Saluto al sole: sequenza spesso utilizzata in fase di riscaldamento, come anche in vari stili yoga tradizionali
  • Balance series: posizioni incentrate sull’equilibrio e sulla concentrazione, come la posizione dell’albero e del guerriero 3
  • Warrior series: le 3 posizioni del guerriero che vanno a coinvolgere gambe e addome
  • Inversion series: posizioni capovolte, come ad esempio la posizione del cane a testa in giù (Adho Mukka)
  • Backbend series: posizioni che vanno a lavorare sulla flessibilità della colonna, come il cammello e il ponte

Quali sono benefici del Power Yoga

Per come è impostato, è un allenamento completo: aumenta la frequenza cardiaca, migliora la salute del sistema cardiovascolare e fa lavorare tutti i gruppi muscolari. Ed è uno vero Yoga per la schiena!

Come gran parte delle attività sportive, inoltre, apporta benefici anche a livello psicologico, andando a ridurre gli stati di stress e a migliorare consapevolezza e concentrazione.

Vediamo più nel dettaglio quali sono i benefici che apporta questo tipo di yoga.

Benefici fisici

Sul corpo:

  • Migliora la postura, prevenendo così dolori a collo e schiena
  • Favorisce la costruzione della forza muscolare tramite l’esecuzione di posizioni impegnative e dinamiche
  • Migliora la flessibilità e l’elasticità muscolare, riducendo la rigidità sia muscolare che articolare
  • Aumenta l’energia e migliora l’umore
  • Contrasta la stanchezza
  • Migliora l’equilibrio e la coordinazione
  • Aiuta a perdere peso
  • Elimina le tossine
  • Incrementa l’ossigenazione del cervello e il flusso della circolazione sanguigna

Benefici psicologici

A livello mentale:

  • Migliora le capacità di concentrarsi
  • Riduce lo stress e gli stati d’ansia
  • Aumenta la consapevolezza
  • Favorisce la meditazione

Power Yoga: i vantaggi

Oltre a tutti i benefici – fisici e mentali – appena descritti, il power yoga ha il grande vantaggio di essere una disciplina total body che può aiutarti a migliorare le tue prestazioni nell’ambito del fitness.

Quanto dura una lezione di Power Yoga

Di solito, una lezione di Power yoga dura circa 45-50 minuti, proprio come i corsi di total body, total workout e di attività aerobiche in genere.

Per ottenere benefici significativi, si consiglia di praticare l’attività regolarmente, almeno 2 volte alla settimana.

A chi è consigliato il Power Yoga

Questo approccio richiede forza ed energia ed è quindi indicato per chi ama fare sport veloci, intensi e di forza, che richiedono un’attività aeorobica, per restare in forma e al tempo stesso anche per scaricare lo stress.

Non servono particolari conoscenze specifiche sullo yoga o la meditazione. Può quindi essere una scelta valida per gli sportivi che amano l’allenamento a corpo libero e per chi è un po’ restio a provare lo yoga tradizionale.

Power yoga

Di fatto, si tratta di uno sport accessibile a tutti (eccetto in caso di particolari condizioni, vedi più sotto il paragrafo relativo alle “Controindicazioni”).

Sicuramente, l’ideale sarebbe essere già allenati, dato che si tratta si avvicina molto al mondo del fitness.

In caso di problemi osteo-articolari, è fortemente consigliato eseguire la pratica sotto la supervisione di personale esperto.

Power Yoga a casa: alcuni consigli per la pratica

Sono sempre di più le persone che scelgono di allenarsi a casa. D’altra parte, online si possono trovare video-corsi molto validi che permettono di allenarsi in tutta comodità e quando si vuole, senza essere vincolati ad orari prestabiliti.

Ecco allora alcuni utili consigli per praticarlo in versione home:

  • Scegliere un video-corso online o un libro per essere guidati nella pratica
  • Trovare una zona della casa tranquilla e sufficientemente spaziosa per potersi muovere liberamente e con agio
  • Utilizzare un tappetino da yoga e, se necessario, alcuni attrezzi come blocchi o cinture
  • Indossare abiti ampi, comodi e in tessuti naturali e traspiranti
  • Cominciare con cautela e da un corso base, seguendo le istruzioni scrupolosamente
  • Iniziare sempre ogni lezione con una breve meditazione
  • Cercare di avere un movimento fluido
  • Cercare di mantenere una respirazione fluida associata ai movimenti
  • Ascoltare i limiti del proprio corpo senza forzarlo troppo
  • Essere costanti nella pratica

Ovviamente, tutti i consigli appena suggeriti sono validi sempre, anche se si pratica in un apposito centro. Anche se, in questo secondo caso, avrete a disposizione un maestro esperto che, di persona, saprà seguirvi, consigliarvi e, se necessario, correggervi.

Controindicazioni del Power Yoga

Richiede forza e resistenza. Non è quindi adatto nei seguenti casi:

  • malattie cardiovascolari
  • problemi respiratori
  • presenza di infortuni, recenti o passati (consultare il proprio fisioterapista)
  • pressione alta o bassa
  • gravidanza
  • età molto avanzata (chiedere consiglio all’insegnante di yoga)

Altri approfondimenti

Ti segnaliamo alcune guide tematiche che potrebbero esserti utili:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio