Cani

Spino degli Iblei, un cane da pastore buono e coraggioso

Cane siciliano instancabile e attento quando protegge le greggi

Lo Spino degli Iblei è uno dei pochi cani da pastore di origine tutta italiane, analogamente al pastore della Sila o il Pastore bergamasco. Originario infatti del territorio siciliano dei Monti Iblei, è un cane da lavoro dedito alla protezione delle greggi di pecore e di capre tipiche di queste aree interne e aride dell’isola.

Spino degli Iblei, un cane da pastore buono e coraggioso

Si tratta di un cane di taglia medio-grande ricoperto di folto pelo dagli occhi dolci, ma fieri. Un cane abituato alla vita all’aria aperta, rustico e vigoroso che non abbaia mai se non c’è pericolo. Oltre ad essere ancora oggi un ottimo cane da pastore che difende coraggiosamente le greggi a cui viene affidato, è anche allevato per scopi domestici, perché ritenuto un ottimo cane da compagnia e cane da guardia che bene si presta alla vita familiare anche con bambini piccoli.

Vogliamo conoscere bene questo cane così affettuoso e fedele?

Lo Spino degli Iblei: descrizione del cane

Lo Spino degli Iblei è un cane di antiche origini siciliane ancora oggi radicato fortemente nell’area del ragusano e dei Monti Iblei, da cui appunto prende il nome.

Lo possiamo considerare tra i più grandi cani di taglia media, ed è una razza dedita alla protezione delle greggi di ovini e caprini che fin da sempre hanno costituito la primaria fonte di sopravvivenza degli abitanti delle aree più aride del centro della Sicilia Sud Orientale.

Si tratta di un cane da pastore italiano la cui razza e lo standard sono riconosciuti dal 2015 dall’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, ENCI.

Appare come un bel cane robusto e armonioso nelle forme e nei movimenti, dallo sguardo fiero ma docile e con lungo e folto pelo.

Il suo istinto lo rende protettivo nei confronti del territorio, è un ottimo cane da guardiania delle greggi, coraggioso e fedele al padrone. Resistente e rustico vive in buona salute se gli viene garantito spazio all’aperto dove correre e muoversi libero.

Tutte queste sue caratteristiche lo rendono anche un ottimo cane da compagnia che bene si può adattare alla vita in famiglia o al pet therapy perché è oltremodo buono e non è mai ingiustificatamente pericoloso.

Non è comunque adatto alla vita in appartamento perché ha bisogno di spazio all’aperto e di movimento.

Un cane di origini siciliane

Si trovano tracce della esistenza di questa razza siciliana già in alcuni dipinti risalenti all’Ottocento, che lo ritraggono insieme ai pastori nelle zone rurali dell’Isola.

Non è però l’unico cane di origini siciliane, vi sono altre razze autoctone:

  • il Mastino siciliano o cane di mannare
  • il Cirneco dell’Etna
  • lo Spinotto siciliano di Piana di Vittoria

Lo Spino invece proviene dai Monti Iblei e dall’arida zona circostante, e ancora oggi ha conservato l’istinto naturale di protezione delle greggi.

Com’è fatto lo Spino degli Iblei

Un animale dal corpo grande e vigoroso ben proporzionato e armonioso. Ha la tipica conformazione del mesomorfo brachicefalo con ossatura robusta e pelo lungo anche sula faccia

  • Il cranio ha una larghezza pressoché pari alla sua lunghezza
  • Il muso è leggermente più corto del cranio
  • Il tartufo è grosso e nero, con narici ben aperte.
  • La mascella è larga e robusta
  • Gli occhi sono ovali e ben distanziati. Lo sguardo sospettoso e a tratti diffidente, ma totalmente leale
  • I denti sono grandi e bianchi con chiusura a tenaglia
  • La coda è un prolungamento della groppa
  • Gli arti anteriori sono ben muscolosi e con forte ossatura: dritti e paraleli. Nello stesso modo gli arti posteriori sono dritti e paralleli.

Il pelo dello Spino siciliano

Il suo aspetto è reso affascinante dal folto mantello di pelo arruffato solitamente bianco con grandi pezzature nere o scure, bicolore.

Il pelo è abbondante come anche il sottopelo. Anche sul cranio è presente molto pelo che forma una sorta di parrucca con folte sopracciglia, baffi e barba. La massima lunghezza del pelo si ha sul dorso.

spino degli iblei

Quanto pesa lo Spino degli Iblei

Il dimorfismo sessuale è molto evidente in questi pastori degli Iblei. Il maschio pesa in genere tra i 40 e i 50 kg, mentre le femmine pesano mediamente tra 32 e 42 kg

Anche le dimensioni variano in base al sesso. Gli esemplari maschio possono andare da 62 a 70 cm al garrese, e gli esemplari femmina da 57 a 65 cm

Quanto vive lo Spino degli Iblei

Come altri cane da pastore, si tratta di razze forti e resistenti anche in territori poco ospitali.

Vive senza avere grandi pretese, mangia in modo frugale ed è resistente alle malattie. Diventa adulto a 12 mesi e in media vive 13 anni.

Che carattere ha lo Spino degli Iblei

Come altri cani dediti alla vita con i pastori, lo Spino siciliano è un animale fiero e coraggioso, in grado di difendere instancabilmente il gregge di pecore e capre dall’attacco di altri animali come il lupo, le volpi.

Abituato ad una vita semplice e a una alimentazione povera, questa razza risulta unica nell’adattamento ai terreni aridi e spinosi della regione di origine.

Un cane dallo sguardo fiero e dal comportamento impavido, che però riesce ad essere anche socievole se accompagnato dal proprio padrone a conoscere

Oggi lo si adotta come animale da guardia in famiglia perché è un animale che si è rivelato buonissimo e docile in presenza di bambini e anche di portatori di handicap, da cui si lascia affettuosamente sottomettere.

  • Naturalmente protettivo nei confronti dei piccoli padroncini proprio come lo è degli agnellini.
  • Grande capacità di adattamento ed ottimo compagno di giochi.

Cosa sapere prima di adottare un cucciolo di Spino degli Iblei

Se state cercando un cucciolo di cane da adottare e potete offrire una abitazione confortevole e ampia, con spazi all’aperto, allora potrete accogliere un cucciolo di pastore degli Iblei.

Ricordate che questo cane è fedele, mai aggressivo ingiustificatamente, facilmente adattabile e docile con i bambini.

Un cucciolo di spino siciliano ha bisogno:

  • di spazio all’aperto
  • di poter correre
  • di cura del pelo, lungo e arruffato

Dove comprare un cucciolo di Spino degli Iblei

Questa razza canina si sviluppa quasi unicamente nella provincia di Ragusa, che ancora oggi è l’unica area di allevamento dello Spino. Una razza inserita nell’elenco ENCI dal 2015.

Quanto costa un cucciolo di Spino degli Iblei

Un cucciolo di Spino proveniente da allevamenti certificati Enci con pedigree e prime vaccinazioni eseguite può costare tra i 500 e 800 euro.

Altri cani da pastore da conoscere

Qui potete approfondire anche le caratteristiche di altre razze di cani da pastore:

Giovanna Ferraresi

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio