Bellezza

La nostra guida sul tonico viso: tutto quel che c’è da sapere

Che cos'è, a cosa serve, come e quando va usato e come sceglierlo

Il tonico viso è un prodotto essenziale nello skincare quotidiano perché apporta numerosi benefici alla pelle.
Andrebbe utilizzato 2 volte al giorno: mattina e sera. Si applica facilmente con un dischetto di cotone e non va risciacquato.

La nostra guida sul tonico viso: tutto quel che c’è da sapere

Che cos’è un tonico viso

Il tonico viso è un prodotto dalla consistenza liquida che va inserito nella normale routine quotidiana di cura della pelle del viso. Dal pH leggermente acido, riequilibra i livelli di acidità della pelle e la pulisce più in profondità dopo la normale detersione.

Facile da applicare, è un prodotto ad assorbimento rapido.

Tipologie di tonico viso

Ne esistono tre tipologie.

  • Alcolici, dall’elevata percentuale di alcol utile per stabilizzare i principi attivi presenti nel prodotto
  • Senza alcool, ricavati da acque distillate di alcune piante e fiori
  • Bifasici: costituiti da una parte acquosa e da una oleosa da miscelare prima di utilizzare il prodotto

Che tipo di tonico viso usare

Esistono vari tipi dalle differenti formulazioni, in modo che ognuno possa scegliere il prodotto più adatto al proprio specifico caso. Ecco i principali tipi di tonici viso:

  • idratanti, per le pelli che necessitano di maggiore idratazione
  • astringenti, che minimizzano i pori dilatati e aiutano a controllare l’eccesso di sebo della pelle grassa
  • stimolanti, che ammorbidiscono la pelle
  • lenitivi, per le pelli sensibili e decongestionate

In base al tipo di pelle

Vediamo ora quali caratteristiche deve avere un tonico viso in base alle varie tipologie di cute.

  • Pelle secca: deve contenere ingredienti idratanti e lenitivi come la glicerina, l’acido ialuronico, la camomilla e la vitamina E
  • Pelle grassa: preferire un prodotto con formulazione in gel
  • Pelle matura: idratante, meglio se arricchito con acido ialuronico
  • Pelle sensibile: senza alcool e con estratti di erbe calmanti come camomilla e calendula
  • Pelle opaca: deve contenere ingredienti esfolianti come l’acido glicolico che favorisce il rinnovo delle cellule del volto, rendendo la cute più luminosa
  • Pelle soggetta all’acne: deve purificare e ridurre le imperfezioni cutanee

Come scegliere un buon tonico

Va scelto in base alle caratteristiche della pelle.

  • Astringente è adatto per le pelle grassa, mista e impura
  • Antiossidante e tonificante svolge funzione distensiva; per questo è indicato come antiage
  • Idratante e senza alcool è indicato per pelle secca perché purifica in maniera delicata
  • Purificante per pelle acneica
  • Idratante e con acido ialuronico è indicato per le pelle matura

A cosa serve un tonico viso

Questo prodotto si utilizza al termine della normale routine di detersione del viso. Dopo la pulizia, fatta sia con un detergente classico che con acqua micellare, si passa al tonico, che ha molte funzionalità:

  • Riequilibra l’acidità naturale della pelle
  • Elimina i residui di latte detergente, trucco, inquinamento, creme
  • Svolge azione stimolante e astringente
  • Purifica l’epidermide prevenendo la comparsa di eventuali imperfezioni
  • Idrata in profondità e mantiene morbida la cute
  • Stimola la circolazione
  • Rassoda e rende elastica la cute
  • Rafforzare le naturali difese dell’epidermide
  • Previene gli inestetismi
  • Ha azione sebo-regolatrice
  • Rinfresca e svolge funzione decongestionante
  • Non altera il livello di umidità della cute
  • Predispone la cute ad accogliere ed assorbire i principi attivi di altri prodotti, come creme e sieri
  • Riduce la comparsa di rughe
  • Rende la pelle più giovane

Quali sono i benefici del tonico viso

Si tratta di un prodotto che completa la quotidiana pulizia del viso e che serve a riequilibrare il normale livello di pH della pelle (5.5). Ma ha anche molte altre funzioni benefiche.

Riassumendo, le proprietà del tonico sono:

  • equilibrante
  • idratante
  • purificante
  • decongestionante
  • rinfrescante
  • antinfiammatoria
  • addolcente
  • sebo-regolatrice
  • astringente
  • lenitiva

Quante volte usare il tonico viso

L’ideale sarebbe utilizzarlo 2 volte al giorno: mattino e sera. Dopo aver lavato il volto con il latte detergente e prima del siero o della crema idratante.

Quando va messo il tonico

Vediamo nello specifico cosa prevede la skincare nei vari momenti della giornata.

  • Sera. Prima di andare a letto a dormire dopo aver pulito il viso con il detergente, applicate il tonico eseguendo movimenti dal basso verso l’alto e applicate poi la crema o il siero notte
  • Mattina. Serve per preparare la cute a ricevere il make-up. Applicatelo con un batuffolo di cotone e poi stendete sul viso una crema idratante da giorno e poi una crema solare ad alta protezione

Come si applica il tonico

Si applica con un dischetto o un batuffolo di cotone. Se non si hanno a disposizione, è possibile anche picchiettarlo con delicatezza con i polpastrelli. Se si utilizza un tonico spray, invece, basterà invece semplicemente spruzzarlo direttamente sul viso.

Eseguite movimenti delicati per non strofinarlo ed evitare irritazioni. Evitate il contorno occhi e ricordatevi di passarlo anche sulla mandibola e il collo.

Dopo l’applicazione, mai lavare né sciacquare il viso, in modo che le molecole del prodotto penetrino in profondità.

Quando non usare il tonico viso

Fare attenzione ad evitare il contorno occhi. Inoltre, è meglio non usarlo di giorno senza protezione solare, in quanto alcuni attivi possono rendere il viso più sensibile ai raggi solari.

Qual è la differenza tra acqua micellare e tonico

Seppur simili nella texture, questi due prodotti differiscono nelle funzioni. L’acqua micellare, infatti, funziona anche come struccante. Di contro, invece, il tonico non elimina il make-up ma costituisce lo step successivo alla detersione.

Quanto costa un tonico viso

I prezzi di questo prodotto cosmetico sono assai variabili e, fondamentalmente, si differenziano soprattutto in base ai marchi.

Sui principali siti di comparazione si vede che il prezzo parte da 2 euro e arriva addirittura a 150 euro e anche oltre.

Tonico viso fai da te: come si fa un tonico in casa

Potete preparare il vostro tonico anche a casa. Utilizzando ingredienti naturali, è infatti possibile realizzare prodotti assolutamente home-made.

Ecco alcune ricette.

  • Tonico al cetriolo. Prendete 1 cetriolo ed eliminatene la buccia. Frullatelo e poi filtratene il succo. Unite un poco di acqua demineralizzata e 2 cucchiai di aceto di mele e mescolate per bene
  • Tonico al limone. Ideale per le pelli grasse o miste, si prepara unendo 250 ml di acqua demiralizzata e il succo di un limone spremuto
  • Tonico alla camomilla. Fate bollire dell’acqua e mettetevi in infusione un po’ di fiori di camomilla. Fate riposare per un’ora circa e poi aggiungete alcune gocce di aceto di mele. Indicato per pelli sensibili
  • Tonico al tè verde. Mettete in acqua bollente 2 bustine di tè verde e lasciatele in infusione per 20 minuti. Prima di utilizzare la soluzione ottenuta, aspettate che sia raffreddata
  • Tonico alla lavanda e limone. Prendete una tazzina di acqua ed aggiungetevi 2 gocce di olio essenziale di lavanda e 2 di olio essenziale di limone. Ideale per le pelli grasse

Tonico viso per pelli secche

Se si ha la pelle secca bisogna evitare i tonici per il viso che contengono alcool, in quanto secca ancora di più la pelle.

Molto indicati sono quelli che contengono ingredienti idratanti, come la glicerina e l’acido ialuronico. Ottimi complementi sono poi quegli ingredienti dalle proprietà idratanti e lenitive, come la camomilla, la calendula, l’aloe vera, la rosa e la lavanda.

Tonico viso per pelle grassa

In caso di pelle grassa o soggetta alla formazione di acne, è fondamentale utilizzare un prodotto dalle proprietà leggermente esfolianti, per fare uno scrub che elimina le cellule morte e impurità di vario tipo che vanno ad ostruire i pori.

Se poi la pelle produce tanto sebo, è bene che il tonico da usare contenga ingredienti dalle proprietà leggermente astringenti e antibatteriche, come l’aloe vera, la salvia sclarea, il sandalo, la lavanda, l’amamelide, il tè verde e l’acido salicilico.

Tonico viso per pelli miste

In caso di pelli miste è consigliato un tonico in grado di mantenere il corretto equilibrio della pelle.

Gli ingredienti più adatti che devono essere presenti sono la camomilla, l’aloe vera, la lavanda, la rosa, l’amamelide e l’estratto di corteccia di salice.

Altri approfondimenti

Sempre in tema bellezza e beauty routine, potrebbero interessarti anche queste altre guide.

Published by
Federica Ermete