Dieta Dukan: cos’è, come funziona e quali controindicazioni

di Alessia del 10 giugno 2017

Chi non conosce la dieta Dukan? Scopri quali sono gli alimenti concessi e quanto peso puoi perdere seguendo questo regime dietetico.

Ideata dall’omonimo Pierre Dukan, la dieta Dukan è tanto famosa quanto criticata. Alcune delle restrizioni imposte sono considerate difatti discutibili. Costringerebbero l’organismo ad una condizione di forte stress, con il rischio di sviluppare condizioni di deficit anche gravi.

Andiamo a conoscere meglio di cosa si tratta e quali sono le impostazioni del protocollo.

Dieta Dukan: principi di base

La dieta Dukan per molti aspetti ricorda la dieta Paleo e la Atkins. Difatti si suggerisce non tanto di ridurre il numero delle calorie giornaliere, quanto piuttosto di ripristinare uno schema alimentare proprio degli uomini primitivi.

Gli alimenti scelti e consentiti (ben 100) hanno caratteristiche nutrizionali che agevolano la graduale perdita dell’appetito. Si tratta difatti di proteine che contengono tra l’altro pochissime calorie.

dieta dukan ricette

La dieta Dukan consiglia fino a 100 alimenti

L’obiettivo di Dukan è proprio quello di impostare un programma che eviti di far soffrire troppo la fame. Ha creato così un sistema di alimenti che vengono suggeriti ogni giorno nelle varie fasi del dimagrimento.

La dieta Dukan accompagna la persona anche durante il periodo del mantenimento, suggerendo un corretto stile di vita, quindi associando anche sport e camminata. Sappiamo bene difatti come sia possibile dimagrire camminando, a prescindere dalla tipologia di dieta che si sta seguendo.

Dieta Dukan: schema

Questo approccio è suddiviso in 4 fasi: 2 di dimagrimento e 2 di mantenimento.

  • Fase di attacco: sono permessi 72 alimenti proteici che favoriscono una perdita di peso immediata. Si può scegliere tra carne, pesce, frutti di mare, latticini.
  • Fase di crociera: si alternano i giorni in cui sono previste Proteine Pure (giornate PP) a giorni in cui sono concesse anche le Verdure (giornate PV).
  • Fase di consolidamento: mano a mano si reintroducono gli altri alimenti e si mantiene il giovedì la cosiddetta giornata PP.
  • Fase di stabilizzazione: da questo momento in poi si ha la massima libertà nel mangiare. Tuttavia si suggerisce di lasciare il giovedì PP, mangiare 3 cucchiai di avena ogni giorno e camminare almeno 20 minuti.

Dieta Dukan alimenti concessi

La lista Dukan contiene un elenco di alimenti da seguire alla lettera: 72 alimenti di origine animale e 28 alimenti di origine vegetale. Vediamone alcuni:

Alimenti della fase di attacco

  • Carne bianca e rossa: manzo, cavallo, coniglio, vitello..
  • Pesci e frutti di mare: orata, merluzzo, pesce spada, nasello, cozza, aragosta…
  • Tofu, seitan, konjac
  • Uova di gallina
  • Latticini magri: formaggio fresco, formaggio spalmabile, ricotta, yogurt magro, fiocchi di latte, latte scremato.
  • Bacche di Goji

Alimenti della fase di crociera

dieta Dukan alimenti concessi

La dieta Dukan è un regime low carb

Menu dieta Dukan

Proviamo a vedere ora un possibile schema di dieta Dukan. Sicuramente salterà subito all’occhio la ripetizione continua degli ingredienti.

Per quanto difatti questa dieta abbia voluto considerare diversi alimenti, si tratta comunque degli stessi gruppi proteici, che alla lunga potrebbero rendere noioso il percorso.

Ecco quindi il menù di una giornata tipo:

  • colazione: 1 yogurt con 1 cucchiaio e mezzo di crusca d’avena, caffè o tè. In alternativa 1 uovo alla coque o 200 gr di formaggio e qualche fetta di prosciutto cotto o bresaola.
  • Spuntino: 1 yogurt
  • Pranzo: pesce, uova o petto di pollo
  • Spuntino: 1 yogurt
  • Cena: carne, pesce, uova
  • Dessert: 1 yogurt o 1 budino di latte scremato.

Dieta Dukan: i pareri degli esperti

Questa dieta è stata fortemente messa in discussione, tanto che nel 2012 lo stesso Pierre Dukan ha deciso di ritirarsi dall’Ordine dei Medici. Molti hanno pensato fosse una mossa preventiva per evitare dure conseguenze sul piano professionale.

A questa impostazione dietetica viene criticato innanzitutto lo squilibrio nutrizionale: scarsa presenza di carboidrati ed eccesso di proteine. Sappiamo che in tutte le diete low carb, si sfrutta il processo di chetosi per favorire un dimagrimento rapido, ma a spese del benessere fisico.

Sono bassi anche i consumi di fibre e di acqua, contenuta per lo più in frutta e verdura. Scarseggiano inoltre sali minerali, acidi grassi importanti come l’Omega 3 e Omega 6 e le vitamine.

Inoltre molti nutrizionisti hanno ribadito l’aspetto puramente commerciale di un sistema che è basato interamente sull’acquisto e la visione di video online. Manca completamente il rapporto umano con il proprio medico. Quest’ultimo, oltre ad aiutare nel mantenere alta la motivazione, ha il compito delicato di valutare le condizioni di salute di ogni paziente.

Sul tema diete e dimagrimento, potrebbe interessarti:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *