Salute

Ernia iatale rimedi e cure naturali

Ernia iatale: cause e rimedi naturali per curare questo disturbo difficile da diagnosticare in tempo.

L’ernia iatale non è altro che la risalita dello stomaco attraverso lo iato esofageo, un foro che collega lo stomaco all’esofago.

Ernia iatale rimedi e cure naturali

Questo movimento determina da un lato il reflusso gastro-esofageo, dall’altro l’incontinenza dello sfintere esofageo inferiore.

Ernia iatale tipi

Esistono 3 diverse forme di ernia iatale:

  • ernia iatale da scivolamento: è la più diffusa, ma anche quella meno pericolosa. L’ernia entra ed esce dal cavo esofageo;
  • ernia iatale fissa: come suggerisce il nome, una porzione di stomaco rimane nella parte toracica, provocando problemi a livello di esofago;
  • ernia iatale complicata: in questo caso tutta l’ernia si insedia nella gabbia toracica ed è necessario intervenire a livello chirurgico.

Ernia iatale cause

Ad oggi non esistono cause specifiche che provocano questa patologia, bensì un insieme di fattori di rischio che possono predisporre alla sua comparsa.

Nello specifico sembra essere correlata a:

  • età avanzata (il collagene dei tessuti tende a diventare sempre più fragile andando avanti con l’età)
  • Difetti congeniti e ereditari
  • Condizioni di sovrappeso
  • Problemi di postura, stile di vita sedentario e uso di indumenti troppo stretti
  • Tosse cronica
  • Sforzi e sollevamenti di pesi
  • Cattiva alimentazione (abuso di alimenti con farina bianca e zucchero)
  • Stress e fumo di sigaretta.
ernia iatale cause
Ernia iatale: il sovrappeso è uno dei fattori di rischio

Ernia iatale sintomi

Spesso è difficile individuare da subito i sintomi di questa malattia. In alcuni casi il paziente riferisce di avvertire costantemente una condizione di sazietà dopo aver mangiato, di avere un’eruttazione molto frequente e soffrire di cattiva digestione.

Generalmente questa patologia rimane asintomatica a meno che non sia associata al reflusso gastrico. In questo caso il paziente avvertirà il classico bruciore allo sterno, rigurgiti acidi, sensazione di amaro in bocca. Nelle forme più gravi il dolore toracico arriva a simulare l’infarto.

Non a caso, la diagnosi di ernia arriva proprio a causa di questi sintomi secondari che portano ad effettuare endoscopie e radiografie.

Ernia iatale rimedi naturali

Anche per questa patologia esistono molti rimedi naturali che consentono di limitare la sintomatologia, evitando di ricorrere ai farmaci. Vediamone i principali:

  • Fiori di Bach: in questo caso può essere molto utile lo Sweet Chestnut. Migliora le condizioni dello stomaco, limitando i sintomi del reflusso.
  • Carbone vegetale: reperibile in erboristeria, assunto lontano dai pasti aiuta a ridurre l’aria nell’intestino e nello stomaco.
  • Succo di aloe vera: aiuta a ridurre i dolori e induce nel tempo un notevole miglioramento generale.
  • Finocchio: bevete un paio di tazze al giorno di infuso di finocchio per facilitare la digestione.
ernia iatale rimedi naturali
Ernia iatale: i fiori di Bach aiutano molto

Ernia iatale e fitoterapia

Tra i principali rimedi fitoterapici per ridurre i fastidiosi sintomi che accompagnano questa patologia, ecco i principali:

  • malva, camomilla, melissa e passiflora: aiutano a rilassare e a facilitare la digestione. La melissa può essere anche utilizzata sotto forma di olio essenziale: ne bastano alcune gocce per fare un bagno rilassante e antispasmodico.
  • Foglie di menta: aiutano a ridurre il meteorismo e migliorano la digestione. Potete metterla nell’insalata o per insaporire alcuni piatti.

Potrebbero servirti questi prodotti erboristici essenziali:

Ernia iatale dieta

La cura dell’alimentazione è fondamentale, in quanto molti cibi contribuiscono ad infiammare lo stomaco. Innanzitutto si suggeriscono piccoli pasti frequenti: lo stomaco non deve restare vuoto per troppo tempo, altrimenti i succhi gastrici tenderanno a risalire.

Sono da evitare i cibi piccanti, gli agrumi, cioccolato, caffè, alcool. Il pomodoro e tutti i prodotti lievitati favoriscono la produzione dei succhi gastrici, quindi vanno limitati.

Verdure, frutta e dolci non andrebbero consumati a fine pasto, in quanto richiedono tempi di digestione più lenti.

ernia iatale cosa mangiare
Ernia iatale: evitare i prodotti da forno lievitati

Ernia iatale e stile di vita

Spesso uno stile di vita sedentario contribuisce ad aumentare il rischio di sviluppare questa problematica. Sono molte le abitudini che dovranno essere cambiate: si consiglia difatti di fare dell’esercizio fisico e impostare una dieta dimagrante nel caso si sia in sovrappeso.

Sono da evitare sforzi troppo intensi e il pisolino subito dopo i pasti. Quando ci si corica a letto è bene dormire con la testa in posizione rialzata (almeno 30 cm). Questo impedirà la risalita dei succhi gastrici.

Mangiate prima gli alimenti crudi e poi quelli cotti, cercando di bere molto, ma lontano dai pasti. Evitate il fumo, jeans e pantaloni stretti.

Sul tema salute e alimentazione, potresti leggere:

Alessia

Nata in Abruzzo nel 1982, si trasferisce a Roma per conseguire una laurea e un master in psicologia, ma dopo una decina d'anni rientra nel suo piccolo paese ai piedi della Majella, fuggendo dalla vita metropolitana. Attualmente coniuga l'attività di psicologa libero professionista con la passione per la scrittura, un hobby coltivato sin dalle scuole superiori. Collabora con la redazione di Tuttogreen dal 2011, cura un blog personale di taglio psicologico e scrive articoli per un mensile locale. Nel tempo libero ama passeggiare nei boschi e visitare i piccoli borghi, riscoprendo le antiche tradizioni d'un tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close