Petunia: come coltivare e curare questo fiore?

di Elle del 26 agosto 2017

Con i loro fiori dai colori vivaci, le petunie sono piante in grado di abbellire notevolmente balconi e aiuole. Vediamo come coltivare la pecunia e averne cura al meglio.

La petunia indica un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Solanaceae, la stessa di cui fanno parte anche il pomodoro e la patata. Originarie dell’America meridionale, sono specie annuali o perenni le cui fioriture si contraddistinguono per le svariate sfumature cromatiche.

Esistono varietà con fiori monocromatici (bianco, lilla, rosa, rosso, blu viola) oppure screziati. Molto amate soprattutto nelle forme ibride, le petunie sono diffuse soprattutto per l’abbellimento dei balconi.

Il nome della pianta deriva da una lingua parlata in Amazzonia e fa riferimento al tabacco, con cui condivide alcune caratteristiche simili e l’appartenenza alla stessa famiglia botanica.

FOCUS: Giardinaggio: come curare le piante e se stessi

Ma cominciamo esplorando le specificità di un tipo particolare di petunia.

Petunia surfinia

Queste piante non vanno confuse con le surfinie, degli ibridi di petunie di provenienza giapponese, caratterizzati da portamento pendulo.

petunia

Petunia: i suoi fiori colorati sono utilizzati per abbellire balconi, ringhiere e giardini.

Rispetto alla petunia, la Surfinia si contraddistingue per il maggior vigore, per la capacità di fiorire pur in assenza di esposizione diretta al sole e per una maggiore fioritura. La differenza fondamentale, inoltre, consiste appunto nel fatto che le petunie appartengono ad una specie naturale, mentre le surfinie sono l’esito di un processo di ibridazione.

SPECIALE: le nostre guide sui fiori

Petunia come curarla

Si possono coltivare in vaso o in fioriera oppure in giardino, ma ciò dipende dalla varietà scelta. L’abbondante fioritura si estende da metà primavera a metà autunno. L’assenza prolungata di acqua rischia di far appassire questa pianta, a cui vanno pertanto garantite annaffiature regolari. In particolare, durante la stagione estiva è opportuno garantire un buon apporto idrico.

Da evitare, invece, è il ristagno di acqua per cui è preferibile lasciare drenare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra. Le condizioni ideali per queste piante prevedono un’esposizione luminosa, preferibilmente soleggiata per alcune ore al giorno.

La posizione ombreggiata rischierebbe di compromettere la fioritura delle petunie. Queste ultime sono piuttosto sensibili al freddo per cui è bene non esporle alle temperature più rigide.

petunia

Petunia: richiede frequenti annaffiature, soprattutto in estate.

Petunia: malattie e parassiti

Questa pianta può essere attaccata da alcuni parassiti in grado di danneggiare sia fiori che foglie. In particolare, oltre agli afidi, occorre far attenzione al ragnetto rosso, da contrastare con appositi prodotti per evitare di intaccare le foglie, che rischiano di assumere un colore grigio o giallo.

Altri articoli che ti potrebbero interessare sul giardinaggio:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment