Categories: Yoga e mente

Yoga e pilates: differenze e affinità

Praticare attività sportiva non significa necessariamente sudare e faticare molto: per chi preferisce un esercizio fisico più leggero e graduale, vi sono altre opzioni. Scopriamole insieme.

Yoga e pilates sono due discipline con crescente diffusione tra chi ama un tipo di ginnastica dolce. Spesso accomunate per le loro affinità, queste pratiche sportive presentano anche delle importanti differenze.

Yoga e pilates: differenze

Una prima differenza macroscopica tra queste due discipline risiede nella loro origine. Mentre lo yoga ha una tradizione millenaria, che affonda le sue radici in Oriente, il pilates è decisamente più recente.

Utilizzando il tappetino pilates, la palla grande o swiss ball e la palla piccola o fitball, il pilates permette di effettuare degli allenamenti utili per favorire la tonificazione. Si punta così a migliorare la postura e a rafforzare muscoli della schiena e addominali. Sono introdotte anche delle macchine specifiche dotate di molle e cinghie per gli allenamenti in palestra sotto la guida di un istruttore, come ad esempio la limousine.

A differenza del pilates, lo yoga invece non richiede l’utilizzo di strumenti e può pertanto essere praticato facilmente anche a casa o all’aperto. Un tappetino yoga e un ambiente confortevole e rilassato, infatti, saranno sufficienti per dedicarsi a quest’attività.

Yoga e pilates: il primo si può praticare ovunque ci si ritrovi.

Lo yoga, inoltre, si contraddistingue per la profonda interconnessione mente-corpo su cui si concentra l’attenzione durante gli esercizi. Grazie alle tecniche di respirazione pranayama e agli asana, si favorisce il rilassamento e l’equilibrio psico-fisico.

Si tratta di una vera e propria filosofia che caratterizza l’atteggiamento globale nei confronti della vita. Essa spinge a focalizzarsi sulla propria interiorità e sull’ascolto del proprio corpo.

Yoga e pilates insieme: perché no?

Queste discipline permettono di migliorare la forza e la flessibilità del corpo, seppur utilizzando approcci e metodi diversi.

La tonificazione può essere raggiunta con entrambe le modalità, sebbene lo yoga non lo consideri l’obiettivo principale e perseguibile a breve termine.

In entrambi i casi si tratta di una ginnastica soft. Ideale per chi non ama sudare troppo in palestra dopo una dura giornata di lavoro.

L’obiettivo di dimagrire e bruciare grassi in fretta non è, quindi, perseguibile a breve termine né con lo yoga né con il pilates. Sarà invece la postura e la tonicità del corpo a guadagnarci, e una maggiore consapevolezza di se.

Yoga e pilates: il secondo richiede di usare alcuni specifici attrezzi.

Le due discipline si focalizzano, infatti, sul benessere dell’intero organismo attraverso un tipo di esercizi che favoriscono la forma fisica e l’equilibrio in un periodo di tempo più ampio.

Grazie a queste caratteristiche, sia lo yoga che il pilates sono facilmente accessibili a persone di varie fasce d’età e condizioni fisiche. Anche per le donne in stato interessante queste discipline possono essere valide opzioni per continuare a praticare attività sportiva. Possono essere svolte assieme o in parallelo con innegabili benefici per il nostro equilibrio psico-fisico.

Qualche approfondimento

Ti segnaliamo alcune guide tematiche che potrebbero interessarti:

Outbrain
Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.