Hala Fruit: dalle Hawai uno splendido e misterioso frutto

di Manlio del 20 Ottobre 2019

Che meraviglia, Hala Fruit, il frutto di una pianta che alle Hawaii si chiama Hala, ma il cui vero nome è Pandanus tectorius ed è una pianta tipica dell’Oceano pacifico, Sud Est Asiatico. Scopriamolo nella nuova guida.

Hala Fruit: dalle Hawai uno splendido e misterioso frutto

Hala Fruit, che frutto strano! Diverso da tutti gli altri frutti che conosciamo, sembra quasi un minerale dai colori sgargianti, uno scherzo geometrico della Natura. Il nostro amico Luca lo “scoprì” in occasione del suo viaggio di nozze alle Hawaii, ma non immaginavamo di certo che sarebbe diventato virale in rete.

Vediamo meglio di cosa si tratta in questo approfondimento.

Hala Fruit: che cos’è e da dove viene

Si tratta di un frutto commestibile di grandi dimensioni ed è tipico del Sud Est Asiatico, dell’Australia Orientale, delle Isole del Pacifico e delle Hawaii. Viene chiamato anche Tahitian screw pine (Vite di pino tahitiano), data la caratteristica forma a pigna del frutto maturo.

La pianta dell’Hala fruit  appartiene alla specie Pandanus, un genere di piante della famiglia Pandanaceae: può arrivare fino a 15 metri di altezza e si caratterizza – oltre per il suo frutto – per un tronco spinoso.

In particolare, gli hawaiani utilizzano l’albero in diversi modi; il legno dell’albero, molto robusto e durevole, viene utilizzato in costruzione e addirittura nelle tubature.

SPECIALE: Frutti tropicali, la guida completa

hala fruit

Come si presenta l’hala fruit a maturazione, nella caratteristica conformazione a grappolo

Ma anche le foglie si trasformano in una fibra tessile naturale utile per diversi scopi.

Hala fruit: un frutto davvero particolare

Infine, il frutto. Davvero particolare. Per la forma e per i colori vivissimi e sgargianti, nonché per le sue ragguardevoli dimensioni. Pensate che una “pigna” di Hala fruit può arrivare oltre i 25 centimetri di lunghezza: al suo interno, centinaia di frattali (o falangi, o segmenti), ne rappresentano la parte commestibile, quella più colorata e dalle forme geometriche che lasciano tutti senza parole.

Il suo gusto è molto particolare, ricorda molto la zucca, con un retrogusto di papaya. La parte interna di ciascun segmento è quella commestibile, mentre la parte esterna è dura e fibrosa. Si mangia tenendolo in mano appunto dalla parte esterna e masticando il segmento dall’interno finché esce polpa.

In Asia viene mangiato fresco, bollito e spesso utilizzato come ingrediente nella preparazione dei dessert.

Alla Hawaii, addirittura, viene utilizzato utilizzato come pigmento per dipingere.

hala fruit

Un altro bel primo piano di Hala fruit

Ricette con Hala fruit

Questo frutto non solo viene consumato fresco, ma viene utilizzato in diverse ricette, soprattutto in Asia.

Per esempio, viene usato per preparare marmellate e salse che accompagnano vari dessert. Lo troviamo anche come ingrediente base in un infuso dalle spiccate proprietà digestive.

Anche i semi, tostati, vengono consumati nelle isole del Pacifico in cui si trova il Pandanus tectorius.

Non solo il frutto, ma anche le foglie sono utilizzate in diversi modi: in Sri Lanka, per esempio, vengono utilizzate per aromatizzare diversi tipi di curry.

Altri frutti tropicali da conoscere

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment