Pressione bassa: rimedi naturali e cibi consigliati

di Stefania Luccarini del 5 ottobre 2015

Esistono dei cibi consigliati per la pressione bassa: anche l’aiuto di una dieta giusta, prima di ricorrere ai farmaci, può aiutare a controllare chi soffre di ipotensione o improvvisi cali, leggete il nostro vademecum.

Inappetenza, irritabilità, debolezza, astenia, capogiri, tutti sintomi di lieve entità legati ad una situazione di pressione bassa congenita che non provoca particolari conseguenze. Se invece la pressione scende improvvisamente può causare disturbi difficili da sopportare.

Pressione bassa: cosa fare

Nell’immediato è opportuno sdraiarsi sollevando le gambe sopra il livello del cuore, almeno per ripristinare l’afflusso sanguigno. E’ utile poi mettere sotto la lingua dei granelli di sale grosso e sorseggiare un bicchiere di acqua non fredda.

I problemi legati alla pressione bassa poi possono aggravarsi nel periodo estivo, per via del caldo, una dieta sbilanciata abitudini poco sane.

E’ dunque importante che in primo luogo si presti attenzione a quello che si porta in tavola poiché alcuni cibi influiscono molto sui valori della pressione. Vediamo allora le scelte giuste da effettuare.

Pressione bassa cosa mangiare: i cibi consigliati e la dieta giusta

Contro l’ipotensione è importante una dieta varia e bilanciata in proteine, grassi e carboidrati.

In particolare, sono utili cereali integrali per il loro contenuto di vitamine B e C e di minerali come ferro, potassio e magnesio e poi, via libera alle verdure come patate, fagiolini, pomodori, zucchine, peperoni e insalate verdi e alla frutta secca e fresca come noci, mandorle, arachidi, banane, pesche, albicocche, frutti di bosco e uvetta.

L’acqua è lo molto importante per mantenere il giusto livello di idratazione, meglio prediligerne una ricca di sali minerali. Altrettanto indicati sono gli integratori salini a base di potassio e magnesio ma anche tisane a base di erbe in grado di aumentare la pressione.

pressione bassa rimedi

Ecco i cibi per la pressione bassa: combattere la pressione bassa a tavola si può

Pressione bassa: meglio verdure crude

Per un maggiore apporto di sali minerali, è meglio prediligere verdure crude. Ottimi anche centrifugati e frullati da consumare al momento. Via libera anche alle spremute di frutta. Nel complesso bisognerebbe assicurarsi almeno 2,5 litri di acqua al giorno (compresi i liquidi contenuti nel cibo che mangiamo)  non solo appunto per mantenere idratato l’organismo ma anche per lenire i sintomi di astenia, mal di testa e sudorazione eccessiva.

Si dovrebbe iniziare al mattino, prima di colazione, con un bel bicchiere di acqua e berne anche durante la giornata, oppure optare per dei centrifugati freschi, magari a base di mela, sedano, limone, carote e arance, a cui se fa piacere si può aggiungere qualche foglia di menta o dello zenzero, in base ai gusti personali. 

Pressione bassa rimedi naturali: il ruolo del potassio e del magnesio

Il potassio è importante per la sua azione drenante e disintossicante ma soprattutto regolatrice della pressione  e del battito cardiaco. I sintomi da carenza di potassio sono debolezza, riflessi scarsi e astenia.

Il potassio viene eliminato soprattutto tramite le urine e per questo va reintegrato continuamente: ottimi il riso, le verdure a foglia verde, l’ananas e le banane. Il magnesio aiuta a trasformare gli zuccheri in energia e quindi a contrastare la stanchezza tipica delle giornate più calde e i possibili abbassamenti di pressione. I sintomi da carenza sono difficoltà ad addormentarsi, stanchezza e irritabilità. Lo troviamo soprattutto nella frutta secca, nei cereali integrali, nei legumi e nei cereali.

Pressione bassa: le tisane

Tra i rimedi naturali, particolarmente benefiche, perché sfruttano le proprietà di queste piante, sono le tisane a base di salvia, liquirizia, rosmarino e ginseng. Molto efficace, sia sotto forma di decotto che estratto secco, la tormentilla.

Anche bere caffé e té e mangiare una tavoletta di cioccolata, favoriscono un moderato rialzo della pressione, mentre l’alcol semplicemente aumenta la disidratazione e anzi, favorisce l’ipotensione.

Eccovi altri approfondimenti che potrebbeto interessarvi:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *