Cani

Cane inglese: le razze più famose e le loro attitudini

Da caccia, da punta, da ferma e da caccia alla volpe

Di che razze parliamo quando parliamo di cane inglese? L’Inghilterra è famosa per tante stranezze e singolarità, ed anche per avere selezionato una cospicua quantità di razze canine. Andiamo a scoprirle più da vicino, anche in base alle loro attitudini.

Cane inglese: le razze più famose e le loro attitudini

Cane inglese: quali sono le razze più note

La passione per i cani e la caccia sono state per secoli caratteristiche salienti dei nobili e dei possidenti terrieri inglesi. Ma fu soprattutto in epoca vittoriana che esplose l’ossessione per selezionare razze di cani sempre più belle e con tratti che le distinguessero, alla ricerca del campione che potesse primeggiare ai concorsi di bellezza o di destrezza che in quel periodo furoreggiavano. L’invenzione delle razze canine è, in effetti, soprattutto un’eredità del periodo vittoriano e le razze di cani inglesi che conosciamo oggi hanno spesso origine in questo periodo storico.

Vediamo quali sono le più note.

Airedale Terrier

Fa parte delle razze terrier più grande e non a caso viene definito anche come il “Re dei Terrier”. In origine era usato come cane da caccia della lontra, mentre oggi è anche cane da guardia e cane poliziotto.

Beagle

Di certo una tra le razze di cane inglese più note. Famoso per la caccia di lepri e conigli, il Beagle è un eccellente segugio di media grandezza dotato di un olfatto molto sviluppato.

Dalle orecchie grandi e il manto a 3 colori, è un cane molto intelligente e molto affidabile per la guardia. Si tratta di una razza molto in voga nell’era elisabettiana poiché la regina ne era una grande fan.

cane inglese beagle

Bedlington Terrier

La sua particolarità sta nell’impressionante somiglianza all’agnello. Inizialmente serviva per cacciare i parassiti dalle miniere, ora eccelle nelle competizioni sportive: è un ottimo nuotatore ed ottiene ottimi risultati nelle competizioni d’acqua.

Bloodhound

Famoso per cacciare la selvaggina, ma anche cervi e cinghiali, oltre ad essere un ottimo cane da caccia, è anche un incredibile cane da ricerca e salvataggio, per questo affianca spesso militari e polizia.

Border Terrier

Di stazza molto piccola, questo cane è famoso per cacciare volpi e parassiti.

Bull Terrier

Appartiene al gruppo dei Terrier ed è una delle razze di cani inglesi per eccellenza. Facilmente identificabile per la curiosa forma della testa: triangolare e con il muso allungato, il Bull Terrier è abile negli sport, nella caccia ai parassiti e – purtroppo – anche nella lotta tra cani, oggi illegale. Dal pelo corto e quasi sempre bianco (alcuni esemplari possono avere macchie tigrate o scure), è un cane molto attivo e affettuoso.

Cavalier King Charles Spaniel

Come il nome stesso suggerisce si tratta di un vero e proprio cane reale. Dal XVI secolo, come facilmente riscontrabile in numerosi dipinti dell’epoca, è stato usato come animale da compagnia dalla corte inglese.
Famoso per essere un abile cacciatore, è un cane che sa essere anche molto mansueto e che va d’accordo con i bambini.

È piccolo, allegro e molto dinamico. Fuori va tenuto sempre al guinzaglio perché tende ad inseguire tutto ciò che vede.

Clumber Spaniel

L’esemplare più grande tra tutti gli Spaniel. Formidabile cacciatore che sa però essere anche molto affettuoso con il suo padrone, ma diffidenti con gli estranei.

Bulldog Inglese

Reso immortale da Winston Churchill, nell’epoca in cui esortava la popolazione britannica a non piegarsi all’attacco nazista, è diventato uno dei simboli più riconoscibili dell’Inghilterra: forte, coraggioso e mai disposto alla resa, il Bulldog Inglese ha segnato un’epoca indelebile di questa nazione.

Inizialmente erano usati, purtroppo, per i combattimenti tra cani e come esca dei tori. In seguito, il Bulldog Inglese venne impiegato come cane da lavoro e da compagnia.

Il suo aspetto inconfondibile, con il muso schiacciato, le caratteristiche rughe su muso e spalle, e la testa molto grande rispetto al corpo, lo rende particolarmente buffo e simpatico.

bulldog inglese cane inglese

Cocker spaniel inglese

Risalente al 1800, questa razza è famosa per cacciare le beccacce. Molto affettuoso, dà facilmente confidenza anche agli estranei e ama giocare con i bambini.

Foxhound inglese

Razza risalente al XVI secolo, era ed è ancora oggi utilizzato per la caccia alla volpe.

Mastino inglese

Cane da guerra e cane guardiano del bestiame, questa razza svolge tutt’oggi queste mansioni. Esemplare dal pelo lungo e dal temperamento giocherellone, ama passare il proprio tempo con il padrone.

Flat-Coated Retriever

Razza poco conosciuta e risalente al XIX secolo, è un cane famoso nelle competizioni sportive, sia di terra che di acqua.

Jack Russell Terrier

Un’altra delle razze di cani inglesi tra le più note. Famoso per la caccia alla volpe, è di piccole dimensioni e prevalentemente bianco, con alcune macchie marroni sulle orecchie e sul viso. Agile, pieno di energie, forte e resistente, i suoi principali “difetti” sono che abbaia molto spesso e tende a fare buchi nel terreno.

cane inglese jack russell

Lakeland Terrier

Razza molto rara, ben difficile da trovare al di fuori dell’area inglese. La sua specialità è la caccia alla volpe. Il suo nome deriva da Lake District, la zona in cui si è sviluppata la razza.

Manchester Terrier

Tipo di cane molto piccolo abilissimo nella caccia ai topi; per questo ha iniziato ad essere famoso dal XIX secolo, periodo in cui l’Inghilterra era infestata dai ratti.

Norfolk Terrier

Come il Manchester Terrier, anche questa razza è famosa per la caccia ai topi.
Peloso e molto affettuoso, gli piace moltissimo giocare, soprattutto con i bambini.

Norwich Terrier

Originario dell’East Anglia, si tratta di una razza sempre più rara da trovare fuori del Regno Unito.
Inizialmente utilizzato nella caccia alla volpe, con il tempo è diventato un eccellente cane da compagnia.

Puntatore

Cane molto popolare usato per cacciare e per gli sport canini. Il suo nome è dovuto proprio alla sua capacità di “indicare” la posizione esatta della preda.

La sua origine risale al 1600 ed è sempre stato considerato un ottimo cane da caccia; dotato di un fiuto eccezionale, non si stanca mai di cercare tracce e riesce a correre per grandi distanze.

Setter inglese

Cane di taglia media e dal pelo lungo (bianco e nero screziato) nato nel XIX secolo per lavorare nei campi.

Attivo e amichevole, ha bisogno di compagnia continua. Di indole selvaggia, va addestrato quando è ancora un cucciolo.

Smooth Fox Terrier

Cane di stazza molto piccola ma molto attivo, la sua origine è ancora sconosciuta, anche se si dice che fossero degli ottimi cacciatori già nel XVIII secolo quando con gran facilità stanavano le tane delle volpi.

Staffordshire Bull Terrier

Cane da caccia, famoso per la caccia alle volpi e agli orsi, inizialmente veniva utilizzato per il combattimento tra cani fino a quando la becera pratica è stata dichiarata illegale.

Sussex Spaniel

Il primo esemplare è stato allevato nel 1795 ed stato creato per diventare uno spaniel più robusto e più propenso alla caccia.

sussex spaniel cane ingleseDi carattere è molto affettuoso, ma generalmente diffidente con gli estranei.

Whippet

Considerato il cane più veloce al mondo, è un tipo di levriero famoso per cacciare ratti e conigli, ma anche per essere incredibilmente abile negli sport, in particolare nella corsa.

Wire Fox Terrier

Famoso per la caccia alla volpe, è un cane che può tranquillamente vivere in appartamento come cane da compagnia. Ama molto giocare.

Yorkshire Terrier

Anche questa razza, di taglia molto piccola, veniva utilizzata nel XIX secolo per stanare i topi nelle fabbriche d’abbigliamento.

yorkshire terrier cane inglese

Cane inglese da caccia

Il cane da caccia, con molta probabilità, è quello più antico che l’uomo ha iniziato ad addestrare per procacciarsi il cibo.

In questa categoria spicca il cane inglese da caccia in cui rientrano razze antichissime che sono vere e proprie eccellenze.

Nella scelta di un cane inglese da caccia occorre valutare vari aspetti, dal momento che il mondo dell’arte venatoria è ampio e variegato e ogni appassionato la pratica in base alle proprie attitudini. Nella scelta del cane da caccia occorre quindi tenere presenti elementi quali temperamento e peculiarità dell’animale stesso, ma anche di altri aspetti quali il luogo in cui si vive e l’habitat naturale circostante, da cui consegue la fauna autoctona.

Oggi il cane inglese da caccia è anche un amorevole e fedele animale da compagnia.

Cane inglese da ferma

I cani da ferma rientrano nel Gruppo 7 secondo la classificazione della FCI (Fédération Cynologique Internationale) e sono poi ulteriormente suddivisi in base all’area di provenienza geografica: italiani, continentali estere (selezionate in Europa) e ovviamente inglesi.

I cani da ferma hanno un innato istinto da cacciatore che si traduce nella punta della preda e non nel suo inseguimento.

Questa loro capacità viene raffinata mediante un addestramento mirato cui vengono sottoposti affinchè imparino a seguire le tracce della selvaggina (di solito da piuma, come fagiani, quaglie e pernici) per poi fermarsi, in posizione eretta, per segnalarla al cacciatore.

Pointer

Il cane inglese da ferma per eccellenza è il Pointer. Energico e intelligente, impara alla svelta; tuttavia, avendo una forte personalità, è necessario che venga addestrato da una persona esperta.

Il Pointer instaura con il suo padrone un legame basato su fiducia e rispetto reciproci.

Dotato di grande fiuto e intelligenza, ma anche forza, velocità e resistenza su ogni tipologia di terreno, è il cane ideale per la caccia alla selvaggina da piuma.

Setter Inglese

Il suo nome la dice lunga: “Setter” deriva infatti dal verbo “to seat”, che significa proprio “puntare”.

Il Setter Inglese è un altro cane inglese da caccia particolarmente amato dagli appassionati.

Forte e agile, viene addestrato per la caccia praticamente da sempre. Più docile e meno testardo del Pointer, anch’esso instaura un legame di profonda empatia con il suo padrone. Il Setter inglese è inoltre anche allegro e socievole, caratteristiche che lo rendono un ottimo cane da compagnia per le famiglie con bambini.

Dal bel mantello lungo e striato, e con le caratteristiche orecchie lunghe e pendenti, intenerisce grazie allo sguardo sempre dolce.

Il Setter Inglese è perfetto per cacciare la selvaggina da piuma; nello specifico, eccelle nella caccia delle beccacce.

Setter Irlandese

Nato a partire dal Setter Inglese, anche il “cugino” irlandese è indicato per la caccia alla selvaggina da piuma (come in genere tutta la famiglia dei Setter).

Il Setter Irlandese è simile a quello inglese, ma la caratteristica che lo distingue e che ne fa una delle sue peculiarità principali, è il lungo e splendente mantello rosso.

Non a caso, nel settore è chiamato anche “Red Setter”.

Abilissimo nello stanare le prede, ha bisogno di fermezza da parte del padrone in fase di addestramento.

Si lega moltissimo al padrone, con cui crea un legame che lo rende l’aiutante ideale durante le battute di caccia e un’ottima compagnia in casa.

Setter Gordon o Scozzese

Razza meno nota e diffusa rispetto agli altri due Setter, le origini del Setter Gordon sono caratterizzate da incroci e selezioni particolari volte a ottenere il perfetto cane da caccia in grado di eccellere in qualsiasi situazione e con qualsiasi tipo di preda.

Agile e scattante, e con le orecchie lunghe e pendenti, a differenza del Setter Inglese e di quello Irlandese, questo è un po’ più basso e vanta un caratteristico mantello nero focato.

Cane inglese da cerca

I cani da cerca, da riporto e da acqua rientrano nel Gruppo 8 nella classificazione FCI (Fédération Cynologique Internationale). Sono tutte razze selezionate per la caccia con una spiccata attitudine al riporto della selvaggina e alla ricerca delle piste olfattive.

Oggi questi cani vengono impiegati per svariate attività quali la ricerca di tartufo, il salvataggio in acqua, il soccorso alpino e la pet theraphy, ma anche come cani antidroga e come cani guida.

Sono cani estremamente versatili con una spiccata attitudine al lavoro in acqua, oltre che propensi al contatto con l’uomo.

Golden Retriever

Il Golden Retriever è un cane inglese inizialmente impiegato come cane da riporto.

Può lavorare sia su terra che in acqua ed è specializzato nel recupero della selvaggina da piuma, ma è anche un compagno di vita dolce e affettuoso.

Proprio per questo suo temperamento dolce, amorevole e mai aggressivo, oggi è impiegato nella pet theraphy, come cane guida per i non vedenti, per il salvataggio in mare e persino nelle operazioni di recupero della Protezione Civile.

Springer Spaniel Inglese

Lo Springer Spaniel è una delle razze più antiche di cane inglese, considerato il progenitore di tutti gli Spaniel.

Cane prediletto dagli aristocratici, che praticavano di consueto la caccia, anche lo Springer Spaniel è un ottimo cane da riporto ed è soprattutto abilissimo nello stanare le prede. Forte e resistente, non ha problemi a lavorare anche nell’acqua, per questo è perfetto per la caccia alla selvaggina da piuma tipica di questo ambiente.

Elegante e dal portamento regale, lo Springer Spaniel è anche intelligente e affidabile, docile e buono con il padrone.

Cocker Spaniel Inglese

Altra razza di cane inglese da caccia. Se ne conoscono due varianti oggi distinte come razze a sé: la variante inglese, più grande e robusta, e quella americana, più piccola e snella.

Il Cocker Spaniel Inglese è un cane che si annoia facilmente, ha sempre bisogno di stimoli; per questo l’attività venatoria è quella che meglio gli si addice. Nello specifico, è molto abile nella caccia delle beccacce.

cocker spaniel cane inglese

Cane inglese da caccia alla volpe

La caccia alla volpe praticata oggi in Inghilterra e che costituisce principalmente un evento mondano dove sfoggiare mise e cappellini stravaganti, ha in realtà origini antichissime.

Nel Cinquecento, in Inghilterra le volpi erano animali molto diffusi e che mettevano a rischio il raccolto, per questo i contadini, facendosi aiutare dai propri cani, le cacciavano per contrastarne l’aumento esponenziale.

Le caratteristiche del cane inglese da caccia alla volpe deve quindi possedere specifiche caratteristiche: fiuto, velocità e istinto.

La caccia alla volpe, dibattuta da anni, è oggi vietata in molti Paesi come Belgio, Germania e Regno Unito (per l’evento mondano annuale vengono infatti utilizzate delle esche impregnate di urina di volpe e non i veri animali).

In Italia la caccia alla volpe non è vietata, ma il controllo demografico di questi animali selvatici è regolato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

English Foxhound

Tra i primi cani selezionati appositamente per la caccia alla volpe. L’English Foxhound è un cane da seguita tra i migliori che esistano, dotato di gran fiuto e ottima resistenza.

Già nel XVI secolo era noto, appunto quando la caccia alla volpe iniziava a diffondersi come pratica tra tutti i cacciatori.

Può inseguire la preda correndo per tante ore consecutive.

Dotato di un’intelligenza spiccata, l’English Foxhound ha una naturale propensione al rapporto con l’uomo: instaura con il cacciatore un legame unico e inscindibile che dura tutta la vita.

American Foxhound

Molto simile all’English Foxhound, l’American Foxhound è il suo “alter ego” americano.

Oggi è uno dei cani da caccia più conosciuti e diffusi sia negli Stati Uniti che in Europa, dove viene utilizzato anche per la caccia alla volpe. Simbolo dello Stato della Virginia, in America svolge un ottimo lavoro per la caccia ai piccoli selvatici locali, come lince, volpe grigia e coyote.

Energico ma dolce, obbedisce al padrone e si adatta bene alla vita in famiglia.

Beagle

Di origine inglese, e conosciuto soprattutto come cane da compagnia, negli Stati Uniti il Beagle viene impiegato per la caccia alla volpe.

Piccolo e dall’indole dolce e mansueta, il Beagle è devotissimo al padrone.

Ha un fisico molto forte e resistente; nonostante le dimensioni ridotte, riesce a lavorare per molte ore anche nei terreni più impervi.

Greyhound

Conosciuto anche come il Levriero inglese, è un’altra razza di cane inglese da caccia alla volpe, anche se poco impiegato per tale scopo.

Essendo il cane più veloce del mondo, è un vero e proprio asso nell’inseguimento di animali selvatici.

Onnipresente nelle casate nobiliari, oggi eccelle nelle discipline sportive come l’agility dog. Alcuni cacciatori lo continuano ad utilizzare anche nelle battute di caccia.

Fox Terrier e Jack Russell Terrier

Entrambe razze di cane inglese, il Fox Terrier e il Jack Russell Terrier, sono due cani molto energici e con uno spiccato istinto per la caccia che vengono impiegati per la piccola selvaggina da pelo, non solo per le volpi.

Nello specifico, nascono come cani da tana, ossia cani che non inseguono la preda ma la stanano obbligandola ad uscire allo scoperto.

Cane inglese cruciverba

Infine, una curiosità: gli amanti dell’enigmistica lo sanno bene, “cane inglese” è una delle definizioni che più spesso compaiono per la risoluzione di un cruciverba. A questo punto il nostro articolo può esservi sicuramente d’aiuto: in base al numero di caselle da riempire, tentate con una delle razze citate!

Ecco anche una infografica che riprende diverse tra le razze di cani qui riportate:

cane inglese infografica

Approfondimenti consigliati

Ecco degli approfondimenti sulle razze dei cani:

E altre informazioni utili per la loro cura:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close