Mangiare

Burro di semi di girasole, una sana alternativa al burro

Ottimo ingrediente della dieta vegana e per gli intolleranti al lattosio

Il burro di semi di girasole è una valida alternativa al burro preparato con latte soprattutto è indicato nella dieta vegana e per chi soffre d’intolleranza al lattosio. Perfetto ingrediente per chi vuol seguire una dieta sana e variegata è un alimento sano e senza rischio d’allergia.

Burro di semi di girasole, una sana alternativa al burro

Questo burro vegetale risulta il più diffuso negli Stati Uniti, dove viene utilizzato come sostituto del burro di arachidi, sul pane oppure per farcire sandwich e panini. Infatti il suo sapore è simile a quello di arachidi .

In Italia non è ancora molto comune, ma in questi anni inizia a diffondersi nei negozi di alimentari specializzati in prodotti biologici o per diete particolari. Online si trova facilmente ad un prezzo accessibile.

Ma vediamo adesso di scoprire qualcosa in più di questo burro e di imparare a prepararlo a casa.

Burro di semi di girasole: cosa è

Noto negli Stati Uniti con il nome commerciale di Sun Butter, è una crema alimentare ricavata dai semi di girasole che può sostituire un qualsiasi burro vegetale crudo nelle diete che prevedono l’uso di alimenti senza proteine animali, oppure nei casi di alimentazione senza lattosio o senza glutine.

Si ricava dalla macinazione dei semi oleosi, come burro di semi di sesamo o tahina ed il burro di semi di zucca, e dalla macinazione della frutta a guscio, come il burro di mandorle, il burro di nocciole, il burro di pistacchi.

burro di semi di girasole

Il suo sapore è simile a quello del ben più famoso burro di arachidi, ma a differenza da questo è meglio tollerato da chi soffre di allergie alimentari.

Si ottiene dalla macinatura dei semi oleosi di girasole, ed è una crema densa e oleosa, che prende il colore dei semi da cui è ricavata e ha un gusto tostato che ricorda anacardi e arachidi. Ed è facile da preparare anche a casa.

Si tratta di un alimento ricco di qualità, con numerosi benefici per la salute. Ma è bene usarlo a crudo, per questo è sconsigliato utilizzarlo nei dolci senza burro come alternativa alla materia grassa.

Crema di semi di girasole : proprietà

I semi del girasole sono consigliati nell’alimentazione quotidiana perché sono ricchi di sostanze benefiche essenziali per la salute del nostro organismo.

I semi, in realtà sono i frutti secchi della pianta di girasole e il suo pericarpo, la parte dura esterna che avvolge la mandorla, è definita seme. Anche il centro nero-grigio del fiore di girasole è in realtà costituito da tanti piccoli semi disposti a spirale.

burro di semi di girasole

Questi semi hanno una discreta percentuale di:

  • acido oleico e linoleico
  • ferro
  • magnesio
  • zinco
  • selenio
  • triptofano
  • vitamina E
  • vitamine del gruppo B

Colori e tipi di semi di girasole

I semi di girasole che sono la parte interna e secca del frutto,  possono essere di diverso colore, che varia in base alla concentrazione degli elementi nutritivi.

  • semi bianchi se ricchi di acido linoleico
  • semi neri se è presente ferro, manganese, zinco e fibre
  • semi striati se sono presenti elementi utili alla regolarità dell’intestino.

burro di semi di girasole

I benefici dei semi di girasole

I semi di girasole hanno diverse proprietà:

  • antiossidante e antinfiammatorio naturale
  • contrastano la formazione di radicali liberi responsabili dell’invecchiamento e dell’ossidazione delle cellule
  • contrastano i livelli di colesterolo cattivo nel sangue
  • rendono la pelle più giovane e tonica
  • riducono i sintomi di malattie infiammatorie come l’artrite
  • mantengono in salute il cuore e tutto il sistema circolatorio
  • favoriscono il transito intestinale
  • regolano il sistema nervoso

Si possono assumere durante la gravidanza e in menopausa perché ricchi di acido folico e anche di magnesio e rame, sostanze minerali che contribuiscono alla salute delle ossa. Infine la presenza di selenio aiuta a prevenire i tumori.

Controindicazioni del burro di semi di girasole

I semi di girasole sono molto calorici. 100 gr di burro contengono 617 calorie.

Si sconsiglia dunque l’assunzione sia a chi segue una dieta ipocalorica, che in caso d’intolleranza a frutta secca e semi oleosi in genere.

Crema di semi di girasole: le proprietà

Dai semi di girasole arrivano tutte le proprietà di questa crema oleosa, densa e gustosa. Ma è sempre importante distinguere il prodotto fatto in casa da quello acquistato.

  • Il burro di girasole fatto in casa mantiene tutte le caratteristiche dei semi restando dunque una buona fonte di proteine, fibre, zinco e ferro, fonte di vitamine del gruppo B con un basso contenuto di acidi grassi saturi
  • Il burro di semi di girasole che si trova in commercio ha un’elevata quantità di acidi grassi saturi.

Se possibile dunque è preferibile prepararlo a casa: è una ricetta facile e veloce, che possono fare tutti.

burro di semi di girasole

Il burro è ottimo gustato sul pane, su una fetta biscottata ma anche usato in alternativa al burro di origine animale per la preparazione di piatti vegani, per condire pasta e risotti, per fare torte e biscotti.

Differenza tra burro di arachidi e di semi di girasole

Grazie alle proprietà dei numerosi grassi insaturi presenti nei semi di girasole, questa crema oleosa svolge un’azione benefica per l’organismo, se consumata in modiche quantità.  Il burro di girasole, dal punto di vista nutrizionale, contiene:

  • 4 volte più vitamina E rispetto al burro di arachidi.
  • il doppio di ferro, magnesio, fosforo e zinco rispetto al burro di arachidi.
  • causa raramente allergie alimentari rispetto al burro di arachidi.

Valori nutritivi della crema di semi di girasole

Ogni 100 gr di burro contengono 617 calorie. Dunque è un alimento molto calorico, da assumere con moderazione. Un barattolo da 100 gr contiene:

  • 55 gr di grassi
  • 23 gr di carboidrati
  • 576 mg di potassio
  • 3 mg di sodio
  • 11 gr di zucchero
  • 17 grammi proteine vegetali
  • 6 gr di fibra
  • zero colesterolo
  • vitamine C e B6
  • calcio, ferro e magnesio

Dove si compra il burro di semi di girasole

Il burro è stato introdotto sul mercato nei primi anni del 1980, negli Stati Uniti, in alternativa al burro di arachidi per gli allergici. La sua formulazione è però oggi differente da quello che si usava tanti anni fa.

Questa crema è spesso addizionata di zuccheri, sali e stabilizzanti, come semi di cotone idrogenati, olio di palma o olio di colza.

Attenzione al prodotto che si acquista, dunque. Il consiglio è di stare sempre attenti agli ingredienti e di prediligere l’acquisto di un prodotto biologico.

È molto diffuso negli Stati Uniti, dove è possibile acquistarlo al supermercato. In Italia invece ancora non è molto facile da reperire: si può però trovare nei negozi di prodotti biologici e naturali. Oppure si può acquistare online.

Quanto costa il burro di semi di girasole

Una confezione di burro biologico da 300 gr costa circa 6 euro. Attenzione che sia sempre burro di semi di girasoli biologici e naturali al 100%.

burro di semi di girasole

Burro di semi di girasole: come prepararlo

Potete prepararlo a casa con prodotti certi e affidabili, e senza i conservanti e gli stabilizzatori di quello in commercio.

  • 300 gr di semi di girasole decorticati
  • 5 gr di zucchero
  • 5 ml di olio di girasole

Preparazione. In una teglia da forno stendete i semi e tostateli per circa 10 minuti a 180°, agitando di tanto in tanto la teglia. Quando i semi diventano dorati sono pronti. Fate attenzione a non bruciarli perché renderebbero il burro di sapore sgradevole e amaro. Versate i semi caldi nella caraffa di un robot da cucina o un tritatutto e macinateli per circa 10 minuti. Diventeranno una farina e poi una pasta, dapprima densa e fitta e infine, una crema. Se vi sembra troppo densa, aggiungete un pò di olio di girasole.
Aggiungere a piacimento zucchero o sale oppure gustare al naturale.

Caratteristiche della crema di girasole

Questo burro 100% naturale è economico se prodotto in casa ed inoltre è:

  • vegano
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • nut free – senza frutta secca

Come si conserva il burro di semi di girasole

Il burro così ottenuto si può conservare in frigorifero in un contenitore di vetro chiuso con tappo a vite per 4-5 giorni. Una confezione acquistata invece si può tenere aperta in frigo fino a 3 mesi.

Potrebbe succedere che il burro si separi dall’olio, ma basterà mescolarlo per tornare una crema omogenea.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button