Olio di sapote: proprietà e benefici

di La Ica del 2 febbraio 2018

Avete mai sentito parlare dell’olio di sapote? Si tratta di un derivato dal seme del frutto della Pouteria sapota, albero della stessa famiglia dell’olio di argan e del burro di karitè. Conosciuto già dagli Aztechi con il nome di ‘zapote‘, l’olio di sapote viene spremuto a freddo per curare escoriazioni e dermatiti, ma anche arricchire succhi di frutta e gelati.

Olio di sapote: proprietà e benefici

Vediamo quindi alcune sue interessanti caratteristiche.

olio di sapote

L’olio di sapote è utile ai capelli ricci, crespi e sciupati

Olio di sapote benefici

L’olio di sapote è quindi un liquido dall’aroma di ciliegie e mandorle. In commercio si trova anche allo stato solido, morbido e cremoso, per questo viene chiamato altresì manteca o burro di sapote.

Il suo colore, arancione, è dovuto all’elevata presenza di vitamina A e carotene, che lo rende pertanto utile sia per l’industria cosmetica che alimentare. Ricco di proteine (riboflavina, tiamina e niacina), carboidrati, ferro, potassio, calcio e vitamina C, in quantità 2 volte superiore rispetto alle arance, può essere considerato un prezioso ricostituente.

Ma è anche in grado di lenire escoriazioni, dermatiti e di ridare nuova vita ai capelli sciupati, essendo costituito da Omega 6 e vitamina F e per il 50% da acidi grassi Omega 9. Tra gli antiossidanti presenti, si contano anche il triptofano e lo squalene e amminoacidi come metionina e lisina.

olio di sapote

L’olio di sapote è utile alle pelli sensibili, secche e mature

Olio di sapote proprietà

Lo squalene, in particolare, è in grado di trattenere l’umidità della pelle, quindi di mantenerla nutrita, idratata e morbida, contrastando, così, lo stress ossidativo. Contro l’invecchiamento, collaborano anche betacarotene e tocoferolo, fonti di vitamina A ed E.

Mentre acidi e alcoli triterpenici svolgono un’azione cicatrizzante e ossigenante sul cuoio capelluto, riattivando la circolazione e dunque rivitalizzando i capelli sciupati. Una virtù che lo rende utile anche per trattare la dermatite seborroica e, se associato all’olio essenziale di bergamotto, i capelli grassi.

Per una maschera contro le doppie punte, potete miscelare, in un contenitore, 1 cucchiaio di olio di sapote puro con una parte di olio di girasole. Applicate il liquido sui capelli umidi e tenete in posa per almeno 1/2 ora. Per evitare che coli, coprite la testa con della pellicola da cucina o una cuffia da doccia.

Sciacquate i capelli con acqua tiepida. Ripetete il procedimento due volte la settimana. L’olio di sapote si assorbe velocemente e ha effetti immediati, come rinforzare il fusto capillare e stimolarne la crescita.

FOCUS: Capelli secchi: rimedi naturali con ingredienti economici

olio di sapote

L’olio di sapote contrasta anche la caduta dei capelli

Olio di sapote usi

Oggi questo olio viene utilizzato nell’industria alimentare per aromatizzare marmellate, succhi di frutta, dolci di pasticceria e gelati. Conosciuto con il nome di ‘albicocca dei Caraibi’, ha anche proprietà mediche. Veniva impiegato, infatti come rimedio anti-infiammatorio, date le sue virtù digestive, diuretiche e anti-pruriginose.

Maya e Aztechi utilizzavano già l’olio di sapote come impacco per contrastare la caduta dei capelli.

Una proprietà confermata anche dai test clinici effettuati negli anni ’70 dall’Università della California e da uno studio più recente dell’ITERG francese che ha stabilito come sia in grado di nutrire pelle e capelli e di donare loro morbidezza e brillantezza.

Olio di sapote prezzo

L’olio di sapote si può trovare in molti prodotti bio come shampoo, impacchi e fiale anticaduta. Ma viene venduto anche puro, sia liquido che in forma burrosa. Il costo si aggira intorno ai 10 euro per 100 ml.

Approfondimenti tematici

Potrebbero interessarvi anche:

Scoprite tutto sugli oli alimentari e cosmetici:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment