Animali

Ecco quali sono gli animali della fattoria

L'elenco degli animali che sono presenti in fattoria

Una delle primissime canzoncine che ci insegnano da piccoli è “Nella vecchia fattoria”. Una semplice melodia facilmente orecchiabile che ha anche scopo didattico in quanto vengono elencate una ad una tutte le bestie appartenenti a zio Tobia. Un metodo quindi ludico per imparare quali sono gli animali presenti nella fattoria ed anche il loro verso. Gli animali da fattoria comprendono tutti quegli animali che, nel corso della storia, hanno subito un lungo processo di domesticazione da parte l’uomo. L’uomo, ha infatti cominciato ad allevarli nel momento in cui si è reso conto che poteva trarne svariati vantaggi, in primis latte, uova e carne.

Ecco quali sono gli animali della fattoria

In questo articolo proveremo ad elencare i principali animali della fattoria, descrivendo, per ognuno di essi, le caratteristiche peculiari e alcuni dettagli sul loro ruolo.

Animali della fattoria: la mucca

Sicuramente, pensando alla fattoria, la prima immagine che ci viene in mente è quella della mucca. Grosso bovino che produce regolarmente il latte, utile per la produzione di formaggi, mozzarelle e altri prodotti caseari di vari genere. Dagli occhi molto grandi e le orecchie mobili, la mucca presenta un mantello che può essere uniforme o pezzato. Per quanto riguarda il colore, questo può variare tra il bianco, il nero e il marrone o nero.
La mucca muggisce ed ha una vita media di 20 anni. Il piccolo della mucca è il vitello, da cui si ottiene una carne molto tenera, particolarmente indicata all’alimentazione di anziani e bambini.

Animali della fattoria: la mucca
La mucca è uno dei primi animali che viene in mente quando si immagina una fattoria.

Animali della fattoria: la capra

Ecco uno dei primi animali ad esser stato addomesticato. Il processo di addomesticazione risale infatti a circa 10.000 anni fa. All’interno della fattoria, la capra, come la mucca, ricopre principalmente la funzione di produttore di latte, da cui poi si ricavano anche i formaggi. Tuttavia, della capra viene anche consumata la carne. Esistono circa 300 razze di capre diverse. Sono ruminanti e grandi arrampicatori. Per questa loro ultima capacità, non è raro che riescano a volte a fuggire dai recinti. Curiose ed intelligenti, le capre riescono ad instaurare forti legami sociali con l’uomo, quasi come i cani.

Animali della fattoria: la capra
Animali della fattoria: la capra

Animali della fattoria: la pecora

Dalla pecora si possono ricavare tantissimi prodotti: latte, carne, lana, così come pelli e cuoio. Tra i prodotti caseari, dalla pecora si producono principalmente ricotta e pecorino. Le pecore sono mammiferi ruminanti che vivono – e si spostano – in gregge, in genere controllato dal vigile occhio di un cane pastore. Si tratta di animali sociali e ruminanti. Stando ai risultati di alcune ricerche, le pecore sarebbero in grado di riconoscere i volti umani e ricordarli addirittura per anni.

Animali della fattoria: il maiale

Altro ospite immancabile in una fattoria che si rispetti è il maiale animale onnivoro, dall’indole pacifica e abbastanza intelligente. In teoria, la durata della sua vita media sarebbe di 15-20 anni circa. Tuttavia, in genere viene interrotta prima perché, come recita un vecchio adagio “del maiale non si butta niente”. Il principale utilizzo di questo animale è la produzione di carne, da cui si ricavano anche svariati tipi di salumi e affettati.
Esistono anche razze dalle dimensioni piccolissime che vengono allevate come animale da compagnia. Tutti sappiamo bene che i suini amano sguazzare nel fango. Questo atteggiamento ha motivazioni ben precise. Infatti, serve loro per liberarsi dagli ectoparassiti e per proteggersi dalla radiazione solare. Questo atteggiamento è inoltre utile anche per la termoregolazione poiché i maiali sono privi delle ghiandole sudoripare.

animali della fattoria: il maiale
Che fattoria sarebbe senza i maialini?

Animali della fattoria: i volatili

Nella fattoria classica trovano ampio spazio anche i volatili, una famiglia assai numerosa. Andiamo a conoscerli nello specifico.

Il gallo

Il maschio della gallina, il maschio riproduttore adulto della specie gallus gallus domesticus, avente quindi età superiore ai 10 mesi. Il gallo ha un aspetto regale dalle inconfondibili caratteristiche morfologiche quali:

  • cresta e bargigli grossi, carnosi e colorati di un bel rosso intenso
  • coda ampia dotata di vistose piume falciformi
  • penne del collare e della parte superiore della coda lunghe e sottili, di forma lanceolata e molto colorate
  • presenza di sperone

Tutti questi elementi, chiaro esempio di forza e vigorosità, si traducono nella volontà di primeggiare sugli altri galli e nella capacità di “corteggiare” le galline.

Il pollo

Il pollo è tra gli animali d’allevamento il più noto e più comunemente diffuso. Oggi viene allevato principalmente per la produzione di uova (la gallina) o per la carne. Si tratta di un animale onnivoro che vive in gruppi sociali suddivisi seconda una certa gerarchia.

La gallina

La femmina del gallo che si distingue da questo per la forma più snella, il piumaggio uniforme e la cresta meno sporgente. Nonostante la presenza delle ali, la gallina non riesce a volare; al massimo riesce a saltare una siepe o un recinto. Ne esistono diverse razze che si differenziano fra loro per dimensioni e caratteristiche estetiche come forma e colore. È un animale onnivoro che può vivere fino a 10-11 anni.

animali da fattoria: la gallina

Si distinguono le galline:

  • da uova, utilizzate soprattutto per l’allevamento e la produzione delle uova
  • da carne, allevate per il consumo alimentare

La riproduzione della gallina è ovipara. Può covare fino a 15 uova nel suo nido e fino a 3 settimane, termine della schiusa.

SPECIALE: Animali domestici, sai quali sono?

L’oca

Uccello allevato fin dai tempi antichi per ricavarne uova, carne e piume. Oggigiorno è ampiamente diffusa soprattutto nelle fattorie didattiche come animale da compagnia. In Europa, l’oca domestica deriva dall’oca selvatica Anser anser. Ogni anno, l’oca selvatica produce da 5 a 12 uova, mentre quella domestica può arrivare addirittura anche fino a 50.

Il tacchino

Uccello allevato per la produzione di carne ma anche per le uova. Si tratta di un animale sociale che è in grado di riconoscere gli individui che non fanno parte del suo gruppo sociale. Se un individuo estraneo viene riconosciuto come “non amico”, il tacchino lo può attaccare anche in maniera piuttosto brutale.

Il fagiano

Termine con cui si indica un folto gruppo di Gallinacei della famiglia dei Phasianidae. I fagiani hanno un corpo slanciato, enfatizzato dalla lunga coda presente nei maschi. Collo e ali, invece, sono piuttosto brevi. Le piume variano colore in base al sesso: le femmine sono marroni con striature poco evidenti; i maschi, invece, hanno colori molto forti e dai caratteristici riflessi metallici. I fagiani non sanno volare ma, in compenso, sono i più abili e veloci camminatori tra i Gallinacei. Vivono in gruppi ed hanno un atteggiamento abbastanza quieto e pacifico.

La faraona

Uccello galliforme della famiglia delle Numididae. Grande fino a 60 cm, presenta un piumaggio grigio-bruno, con caratteristiche punteggiature bianche concentrate sulla parte inferiore del corpo. Sulla testa si nota un piccolo casco corneo mentre vicino al becco una escrescenza rossa piuttosto evidente. La carne della faraona è molto prelibata. Per questo motivo, la specie viene allevata in maniera massiccia a scopo prettamente alimentare. Di natura gregaria, la faraona ama vivere in gruppi molto numerosi. Con animali e volatili appartenenti a specie differenti può diventare parecchio aggressiva.

Animali della fattoria: il cavallo

Da sempre, l’uomo ha considerato il cavallo un animale da trasporto. Per questo, venne addomesticato circa 6000 anni fa. Esistono tantissime razze equine (circa 300). Oggigiorno, il cavallo viene utilizzato per la produzione di carne. Tuttavia, negli ultimi anni è cresciuta la conoscenza della mente di quest’animale e la consapevolezza della sua individualità. Il cavallo è quindi visto anche come un compagno di vita con cui creare un rapporto fondato sulla fiducia e il rispetto reciproco. Viene anche utilizzato in ambito sportivo, per lo svolgimento di attività come l’equitazione. In alcuni ambienti, il cavallo viene infine utilizzato anche nell’ambito della pet therapy, oltre che per accompagnare le persone in lunghe passeggiate.

animali della fattoria
Splendida istantanea di un cavallo in un campo di girasoli.

Animali della fattoria: l’asino

Addomesticato più o meno nel 3000 a.C., l’asino viene da sempre utilizzato come animale da soma per trasportare carichi pesanti. Attualmente sono in fase di riscoperta i prodotti caseari a base di latte di asina. Oggi viene poi ampiamente considerato anche un ottimo animale da compagnia. Grazie alla sua capacità di creare legami e di interagire con l’uomo, è particolarmente adatto per la pet therapy. Si tratta di un animale molto intelligente.

Animali della fattoria: il coniglio domestico

Originariamente allevato per la carne e per la sua pelliccia, oggi è ormai divenuto un animale da compagnia. Se ne conoscono circa 100 razze, di varie dimensioni. Sono animali curiosi in grado di instaurare un legame anche molto forte con il proprio essere umano di riferimento. Infine, sono ottimi soggetti per lavorare nella terapia assistita dagli animali.

Come insegnare ai bambini i versi degli animali?

Il metodo più semplice per insegnare ai bambini il verso degli animali, è quello di fargli ascoltare una canzone infantile facilmente orecchiabile. Divertendosi, il piccolo imparerà alla scelta i versi degli animali, e al tempo stesso svilupperà sia il senso musicale che il senso del ritmo.

Approfondimenti su animali domestici e non

Potrebbe interessarti anche:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio