Erbe medicinali e aromatiche

Erbe ayurvediche: quali sono e benefici

Ci sono tante piante da utilizzare in cucina e in fitoterapia, ma alcune sono specifiche erbe ayurvediche.

Erbe ayurvediche: quali sono e benefici

Cosa sono le erbe ayurvediche

Per tendenza o per maggiore attenzione al proprio benessere psicofisico e ai rimedi naturali, negli ultimi tempi non è insolito sentir parlare di erbe ayurvediche.

Si tratta di piante ed erbe medicinali dagli effetti benefici e curativi secondo la medicina tradizionale indiana Ayurveda

Utilizzata fin dall’antichità tanto da essere integrata nel sistema sanitario nazionale indiano con diversi ospedali ayurvedici presenti in tutto il paese, e che oggi è diffusa oggi anche nel occidentale.

L’Ayurveda prevede in sintesi:

  • massaggi con oli medicati o polveri d’erbe
  • assunzione di erbe in pastiglie o tisane, accompagnati da una dieta appropriata (legati al proprio Dosha)
  • abitudini quotidiane, nonché dell’esercizio fisico, in genere yoga e meditazione.

Nella fitoterapia dell’ayurveda le piante – assunte in polvere o attraverso infusi e compresse – possono agire con effetto disintossicante su vari organi e, in combinazione tra loro, possono essere ulteriormente efficaci per l’organismo.

erbe ayurvediche
Quali sono le erbe ayurvediche

Erbe ayurvediche: le principali

Ogni erba ayurvedica ha una sua specifica modalità di utilizzo, perché agisca alla sua massima efficacia.

  • Curcuma, nota anche come zafferano indiano, è una spezia molto diffusa ed utilizzata come condimento per arricchire di sapore e di colore le pietanze. Essa è caratterizzata anche da notevoli virtù terapeutiche a favore dell’attività epatiche, come antiossidante, utile per la prevenzione delle patologie tumorali, ed in qualità di valido alleato per chi soffre di ipercolesterolemia e cardiopatie nel contribuire a fluidificare il sangue.
  • Centella asiatica è considerata una pianta molto ricca di energia ed in grado di svolgere un’azione ringiovanente, nutriente e tonificante per l’organismo. In particolare, questa pianta è indicata per rafforzare il sistema immunitario ma anche per agire contro l’invecchiamento; può essere impiegata anche per uso esterno come medicamento in caso di malattie croniche della pelle.
  • Aloe, una pianta dalle potenti proprietà terapeutiche e utilizzabile come rimedio naturale per combattere stati infiammatori e per uso esterno in presenza di herpes, bruciature o altre lesioni cutanee.
massaggio ayurvedico
Alcuni ingredienti per il massaggio ayurvedico

 

  • Ibisco, invece, è utile per prevenire la caduta dei capellie per combattere la calvizie, oltre a contrastare l’irritazione del cuoio capelluto e la forfora. Grazie alle sue proprietà astringenti e antiossidanti, l’ibisco è anche un valido alleato contro l’acne.
  • Tulsi, o basilico sacro, utilizzata come un adattogeno per contrastare lo stress e per il benessere e la bellezza della pelle e dei capelli.
  • Trikatu è una miscela piccante di tre spezie che favorisce le funzioni digestive, migliorando l’assorbimento dei nutrienti necessari e la disgregazione delle sostanze di rifiuto accumulate.Inoltre stimola l’appetito e favorisce la ricostruzione della flora batterica.Sfrutta le proprietà di pepe nero, che è uno stimolante, decongestionante ed espettorante, zenzero che è stimolante, espettorante ed antiemetico ed è anche ottimo per la diarrea e per raffreddori e influenza, e pepe lungo, che stimola la micro-circolazione ed equilibra la flora batterica.

Consiglio: meglio mescolarlo con il miele fino a farne una pasta ed assumerlo dopo i pasti.

Se ti interessano le erbe ayurvediche, ecco alcuni libri e prodotti sull’argomento che potrebbero piacerti:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button