Animali

Animali con la S: l’elenco completo

Dagli anfibi ai pesci, dai rettili agli insetti, ecco gli animali con la S come iniziale

Quali sono gli animali con la S? Numerosissimi i pesci, dal salmone allo squalo passando per lo storione e il saltafango, e anche gli uccelli, basti pensare allo strillozzo, allo scricciolo o allo sterno. Meno numerosi gli anfibi, tra cui si distingue la salamandra, i rettili, gli insetti e i mammiferi, tra cui si annoverano anche diversi primati. Ecco l’elenco completo.

Animali con la S: l’elenco completo

Animali con la S

Uccelli, anfibi, rettili, pesci, sono tanti gli animali che iniziano con la S, scopriamo quali sono e le loro principali caratteristiche.

Anfibi con la S

Iniziamo dalla salamandra, genere di anfibi urodeli della famiglia Salamandridae diffusa in Europa, in Asia e Anatolia. Le specie diffuse in Italia sono tre: la salamandra giallo-nera anche nota come salamandra macchiata o pezzata, la salamandra nera o alpina diffusa sulle Alpi, la salamandra di Lanza diffusa nelle praterie alpine delle alpi Cozie.

Pesci con la S

Sono numerosi i pesci con la S, ecco l’elenco completo.

  • Salmone: il termine si riferisce a diversi pesci appartenenti alla famiglia dei Salmonidae, incluso il salmone europeo diffuso nella parte nord dell’Oceano Atlantico e in Nord Europa, dove risale i fiumi per accoppiarsi e depositare le uova. Esistono altre specie diffuse nell’Oceano Pacifico come il salmone rosso, il salmone gobbo e il salmone argenteo.
  • Saltafango: pesce il cui nome indica la sua capacità di muoversi sul fango, quindi in superficie, e non solo in acqua. Il saltafango è infatti in grado di respirare sia dentro che fuori dall’acqua. Diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali.
  • Sarago: pesce della famiglia Sparidae, di cui 5 specie sono diffuse nei mari italiani, soprattutto il sarago maggiore. Si tratta di un pesce di piccole dimensioni con squame di colore grigio-argento e striature verdi sui fianchi.
  • Sogliola: pesce di acqua salata appartenente alla famiglia dei Soleidi e dei Pleuronectidi, è in grado di cambiare colore in base all’ambiente circostante grazie ai cromatofori.
  • Spatola: anche noto come pesce bandiera o pesce sciabola, la spatola appartiene alla famiglia Trichiurida ed è diffusa nel Mar Mediterraneo, nella costa atlantica orientale e nell’indo-pacifico. Il corpo è allungato, la pelle priva di scaglie, i denti sono aguzzi.
  • Spinarello: pesce appartenente alla famiglia Gasterosteidae, è diffuso in molte aree del mondo ma preferisce le acque a corrente debole. Ha testa e occhi grandi e una pinna caudale a forma di ventaglio.
  • Squalo: pesce appartenente al superordine Selachimorpha. Si tratta di un predatore spesso di grandi dimensioni (ma ne esistono anche di piccoli) provvisto di forti mascelle e denti aguzzi. Sul corpo presenta dentelli dermici che proteggono la pelle. Sebbene in generale sia carnivoro, esistono anche squali, come lo squalo balena, che si nutrono di plancton.
  • Storione: pesce di acqua dolce e salmastra della famiglia Acipenseridae. Carnivoro, autoctono in Italia, ma estinto allo stato selvaggio.
Animali con la S: squalo
Animali con la S: sua maestà lo squalo.

Animali con la S: mammiferi

Dallo sciacallo allo stambecco, ecco i principali mammiferi il cui nome inizia con la lettera S.

  • Scrofa: la femmina dei suini
  • Saola: anche noto come bue Vu Qang, è un mammifero rarissimo diffuso nella Riserva naturale di Vu Qang e in Laos al confine con il Vietnam.
  • Sciacallo: il termine pur essendo improprio viene utilizzato per indicare 4 specie di canidi lupini del vecchio mondo e le relative sottospecie. Le 4 specie sono le seguenti:  Lupulella adustus (sciacallo striato), Canis lupaster (lupo africano), Canis aureus (sciacallo dorato), Lupulella mesomelas (sciacallo dalla gualdrappa).
  • Stambecco: specie di capra selvatica diffusa sulle Alpi. L’aspetto è robusto e massiccio, la famiglia di appartenenza è quella dei Bovidi.
  • Saiga: mammifero Artiodattilo Bovide diffuso nelle praterie steppiche semidesertiche di Turkmenistan, Kazakistan, Russia e Mongolia.
  • Scoiattolo: mammifero appartenente alla famiglia Sciuride, solitamente misura tra i 20 e i 50 cm, ed è caratterizzato da una lunga e piatta coda ricoperta di pelo. Ne esistono diverse specie tra cui lo Scoiattolo comune e lo Scoiattolo europeo.
  • Servalo: anche noto come gattopardo africano, il servalo è un felino selvatico originario dell’Africa. Pesa tra i 9 e i 18 Kg, misura dai 54 ai 62 cm, ha una testa piccola, le orecchie grandi, il mantello color giallo oro-beige con macchie e strisce di colore nero.
  • Stenella: cetaceo di piccole dimensioni appartenente alla famiglia dei delfini, a cui assomigliano molto. Il corpo è slanciato.

Primati con la S

E che dire dei primati, ordine di mammiferi placentati? Ne esistono con l’iniziale S? Certo che sì, ecco i principali.

  • Scimmia: mammiferi appartenenti all’ordine dei Primati, che include circa 260 specie e si divide in sottordini, ovvero Strepsirrini, Aplorini, Ilobatidi e Ominidi anche detti Primati antropomorfi come i gorilla, gli scimpanzé e i gibboni.
  • Scimpanzé: primate della famiglia degli Ominidi. Il suo DNA corrisponde a quello dell’uomo per il 97/98%.
  • Sileno: primate della famiglia dei Cercopithecidae, presenta una caratteristica barba bianca.
scimpanzé animali con la S
Anche lo scimpanzé è uno degli animali con la S che vengono subito in mente.

Insetti con la S

Dal famoso scarabeo alla sputacchina, ecco gli insetti con la S.

  • Scarabeo: appartiene all’ordine dei Coleotteri che comprende oltre 20.000 specie. Presenta antenne lamellate e un corpo robusto dai colori inconfondibili.
  • Sputacchina: insetto appartenente alla famiglia Afroforidi, dell’ordine dei Rincoti Omotteri, i cui esemplari adulti hanno una lunghezza media di 5 mm e sono di colore nero e bruno chiaro.

Rettili con la S

Per quanto riguarda i rettili, come non citare il serpente, nome comune di tutte le specie di rettili squamati del sottordine Ofidî. Si tratta di animali senza arti posteriori e anteriori con corpo allungato e cilindrico.

Uccelli con la S

E gli uccelli con la S? Proprio come i pesci, sono davvero numerosi.

  • Sterna: genere di uccelli caradriformi della sottofamiglia Sterninae, appartenente alla famiglia Laridae
  • Strillozzo: uccello di colore marrone con striature scure appartenente alla famiglia degli Emberizidi
  • Svasso: uccello acquatico dell’ordine dei Podicipediformes. Non è un abile volatore ma un ottimo tuffatore. Ne esistono diversi tipi tra cui lo svasso piccolo, o collonero, così chiamato proprio per il collo nero, e lo svasso maggiore, il più grande fra tutti.
  • Scricciolo: uno degli uccelli europei più piccoli, diffuso anche in Nord Africa, Nord America, Asia. Il suo colore è il castano ma presenta ali e fianchi barrati di nero.
  • Storno: uccello passeriforme della famiglia Sturnidae, il corpo misura circa 20 cm ma l’apertura alare arriva ai 35 cm. Le piume sono di un nero brillante in estate e di un nero meno lucido in inverno.
  • Struzzo: grande uccello originario delle savane africane, non è in grado di volare, e ne esistono due specie, lo struzzo comune e lo struzzo somalo. Quello comune appartiene all’ordine Struthioniformes.
  • Succiacapre: anche noto come caprimulgo europeo, appartiene alla famiglia Caprimulgidae. Le dimensioni sono quelle di un merlo, la testa è grande e corta, il becco è largo con peluria alla base. Le zampe sono corte, le piume di colore bruno-grigiastro con striature chiare, le ali molto lunghe.
  • Sula: genere di uccelli marini della famiglia dei Sulidi. Il becco è conico, le zampe sono palmate, lunghe e strette.
  • Starna: uccello galliforme della famiglia dei Fasianidi. Misura circa 29-33 cm e le ali raggiungono i 45-48 cm, mentre il peso è di circa 400 grammi.

Altri animali con la S

E infine scopriamo quali sono gli altri animali che iniziano con questa lettera, passando dalle seppie agli scorpioni, dal suricato alla stella marina.

  • Sanguisuga: anche nota come mignatta, è il nome comune delle specie di Anellidi della sottoclasse Hirudinea. Vive nelle paludi delle regioni intertropicali. Scorpioni: sono un ordine di artropodi velenosi della classe degli aracnidi.
  • Seppia: mollusco cefalopode, ha un corpo piatto e largo provvisto di due pinne laterali e 10 tentacoli. Può avere diversi colori a seconda dell’ambiente in cui vive.
  • Spermofilo comune: anche noto come citello comune, è un roditore della famiglia degli Sciuridi diffuso nelle steppe dell’Europa sud-orientale. La misura media è di 18-23 cm ma la sola coda misura intorno ai 5 cm.
  • Spirografo:  anellide policheta canalipalpato appartenente alla famiglia dei Sabellidae.
  • Stella marina: animale del gruppo degli Echinodermi dal corpo suddiviso in 5 parti disposte concentricamente intorno all’asse centrale.
  • Suricato: mangusta di piccole dimensioni della famiglia degli Erpestidi, unica specie del genere Suricata.
  • Scorpione: aracnidi di cui esistono circa duemila specie, caratterizzati dal corpo allungato e dalla coda segmentata con pungiglione.

Approfondimenti su animali domestici e non

Ecco gli altri elenchi di animali pubblicati:

Potrebbero interessarti anche questi approfondimenti:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio