Categories: Salute

Come combattere l’ansia con soluzioni naturali

Quali sono i sintomi e perché si è preda di questo stato d'animo

Chi non ne ha mai sofferto? Imparare a combattere l’ansia è importante per migliorare la qualità di vita, ma spesso si ricorre a soluzioni farmacologiche, mentre per calmarsi a volte sono sufficienti rimedi naturali.  Riconoscerne i sintomi e prendere coscienza delle cause è un primo passo verso la guarigione da questo disturbo molto frequente simbolo della frenetica società di oggi.

Come combattere l’ansia con soluzioni naturali

L’ansia, l’agitazione e gli attacchi di panico sono figli dei ritmi frenetici della vita quotidiana e dello stress da competizione e del desiderio di apparenza e di riconoscimento sociale. Quando accade, le piccole (o grandi) preoccupazioni di tutti i giorni sembrano insopportabili. Chi di noi non è mai sofferto almeno una volta?
Vi proponiamo allora una serie di rimedi naturali per l’ansia che potranno aiutarvi a limitare gli effetti di questo malessere, se ne soffrite sporadicamente. Ma sentirsi perennemente ansiosi al punto da non riuscire a vivere con sufficiente tranquillità, può essere sintomo di una situazione già cronicizzata, soprattutto se alla base del disturbo non ci sono problemi o preoccupazioni davvero gravi. In questo caso una terapia di supporto psicologico.

Che cos’è l’ansia

L’ansia è uno stato emotivo che comporta uno stato di attivazione dell’organismo, attraverso un complesso di reazioni cognitive, fisiologiche e comportamentali, di fronte ad una situazione che viene percepita come pericolosa e nei confronti della quale si pensa di non essere in grado di affrontare.

In genere, l’ansia viene descritta come una sensazione di inquietudine, un senso di preoccupazione, associati ad una tensione psicofisica. Tali sensazioni, spesso poi degenerano in vera e propria paura.

Tipologie di ansia

Nel gergo comune di parla di ansia in senso generico ma, in realtà, esistono varie tipologie di ansia. Ecco le principali:

  • ansia generalizzata, estesa a più aspetti della vita e che quindi si manifesta con stati di ansia costanti
  • panico, che si caratterizza per la presenza di veri e propri attacchi di panico, anche senza un effettivo pericolo reale
  • ansia sociale, che si manifesta in situazioni sociali dove il soggetto è esposto al giudizio altrui e teme di non fare bella figura apparendo ridicolo o impacciato
  • disturbo di ansia per una specifica fobia
  • ipocondria, ovvero disturbo dell’ansia per la salute: significa essere costantemente preoccupati per il proprio stato i salute generale anche in assenza di patologia medica accertata

Quali sono i sintomi dell’ansia

Come già accennato, l’ansia si manifesta con sintomi di varia natura. Possiamo quindi così categorizzarli.

Sintomi comportamentali dell’ansia

Chi è ansioso tende ad evitare le situazioni e i contesti che gli creano il disagio. Se ciò non fosse possibile, vanno comunque alla ricerca di rassicurazioni, spiegazioni e vie di fuga.

Inoltre, le persone che soffrono di ansia hanno spesso comportamenti protettivi e di sottomissione.

Sintomi cognitivi dell’ansia

Sono presenti anche numerosi campanelli d’allarme che indicano lo stato mentale dell’ansietà:

  • pensieri anticipatori di preoccupazione e apprensione crescente di possibile pericolo
  • pensieri e immagini negativi
  • sensazione di vuoto mentale
  • sentirsi costantemente giudicati e al centro dell’attenzione degli altri

Sintomi fisici dell’ansia

Le tipiche manifestazioni fisiche e fisiologiche dell’ansia sono:

  • tensione
  • sudorazione notturna e diurna
  • tremore
  • aumento della frequenza cardiaca
  • palpitazioni
  • senso di oppressione a livello toracico
  • nausea
  • vertigini
  • disturbi gastrointestinali (diarrea, crampi addominali)
  • sensazione di mancanza di respiro (dispnea)
  • difficoltà a deglutire
  • sensazione di avere un ‘nodo in gola’
  • bocca asciutta
  • improvvise vampate di freddo o di caldo
  • sensazione di soffocamento
  • formicolii alle estremità e attorno alla bocca

Sintomi generalizzati dell’ansia

I generici sintomi dell’ansia sono:

  • paura
  • senso di imminente pericolo
  • paura di morire
  • tensione
  • timore di perdere il controllo
  • apprensione
  • incapacità di rilassarsi
  • senso di inquietudine
  • ipervigilanza

Le cause dell’ansia

I disturbi dell’ansia possono avere svariate cause di natura diversa.

  • Fattori genetici, ovvero una predisposizione (si stima che la genetica influisca per il 50%)
  • Cause biologiche: un malfunzionamento dei neurotrasmettitori che provocano una risposta inadeguata di fronte a potenziali pericoli
  • Aspetti sociali, come ad esempio la pandemia e le guerre nel mondo
  • Fattori caratteriali: tendono a soffrire di ansia le persone maniache del controllo o con una autostima bassa
  • Aspetti legati alle esperienze personali di vita che lasciano un segno (un lutto, un incidente)
  • Fattori inconsci: secondo Freud, l’ansia deriverebbe da un conflitto inconscio che innesca dei meccanismi di difesa

Per parlare di ansia patologica è necessario che i sintomi persistano per 6 mesi o più, impedendo alla persona di poter condurre una vita normale.

In genere, dietro un disturbo d’ansia si nascondono situazioni di insoddisfazione cronica, preoccupazioni e malesseri che non riusciamo a verbalizzare ed esprimiamo attraverso il corpo, ma mediante i sintomi. 

Quali sono i rimedi naturali per l’ansia

La Natura ci mette a disposizione molte erbe e piante officinali dalle spiccate proprietà calmanti, rilassanti e sedative a cui si può ricorrere per alleviare i principali sintomi dell’ansia.

Allo stesso modo, l’aromaterapia praticata con oli essenziali per lenire la tensione muscolare e nervosa, può essere un ottimo coadiuvante per favore il rilassamento e combattere l’odioso disturbo. Ma vediamo nel dettagli quali sono i principali rimedi per combattere l’ansia in maniera naturale.

Inoltre, è opportuno correggere le proprie abitudini e sposare uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta. Evitate, dunque, cibi e bevande che potrebbero acuire l’insonnia o l’agitazione, come caffé, e alcolici.

Rimedi naturali per curare l’ansia con la fitoterapia

Scegliendo le erbe più adatte, molti preparati fitoterapici vengono in aiuto contro i sintomi fisici dell’ansia. Fate molta attenzione ai possibili effetti collaterali e all’interazione con altri farmaci. Chiedete consiglio sempre all’erborista o al medico curante.

  • Passiflora, erba officinale molto utilizzata per la cura dell’ansia, dell’insonnia e in generale di tutti gli stati patologici che affliggono il sistema nervoso centrale. Nota per le sue proprietà calmanti e sedative, può essere presa come tisane rilassanti. Fate un’infusione con 2 cucchiaini di estratto essiccato e assunta due volte al giorno.
  • Valeriana, ha un effetto sedativo leggermente più blando della valeriana, ed è reperibile in erboristeria sotto forma di tisana, capsule e tintura madre.
  • Camomilla, vi aiuterà a calmare l’ansia. Va presa come infusione da sola o con il tiglio. Mettete in acqua bollente 1 cucchiaino di camomilla essiccata e bevete poco prima del sonno: vedrete che i risultati non tarderanno ad arrivare…
  • Tiglio, se ne usa l’estratto secco per preparare tisane da assumere poco prima di andare a dormire, e rilassare corpo e mente. Svolge sull’organismo un effetto antisettico, analgesico e disinfettante, facilitando l’espulsione delle tossine e dei gas intestinali.
  • Melissa, aiuta a tenere a bada i sintomi dell’ansia.
  • Biancospino è tra i rimedi fitoterapici più efficaci in caso di attacchi di panico, agitazione e angoscia, perché svolge un’azione calmante più spiccata sul sistema cardiocircolatorio. È consigliato in caso di palpitazioni e tachicardia. La modalità di assunzione e il dosaggio devono essere valutati da uno specialista a seconda delle specifiche esigenze.
  • Iperico agisce come antidepressivo naturale sull’organismo. Favorisce infatti la secrezione di melatonina.

Rimedi naturali per l’ansia con i fiori di Bach

Tutti noi conosciamo i fiori di Bach, essenze del tutto naturali studiate per intervenire in aiuto in particolari situazioni.
Per gli stati d’ansia sono particolarmente consigliati i seguenti fiori:

  • Rescue Remedy, composto da 5 fiori (Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethelhem). Assunto prima di situazioni potenzialmente ansiogene, può aiutare a tenere sotto controllo la nostra agitazione
  • Aspen: dona coraggio e aiuta a superare paure e timori infondanti, utile in caso di inquietudine e senso di apprensione a causa di paure non ben definite ed immotivate
  • Agrimony: adatto per l’ansia generata da un tormento interiore di chi però, davanti agli altri, maschera il problema nascondendosi dietro ad una facciata allegra e sorridente
  • Elm: il rimedio adatto per chi prova ansia perché oberato da troppe responsabilità. Il fiore ricarica energeticamente e, al tempo stesso, aiuta a gestire lo stress
  • Walnut: il fiore per l’ansia e quel senso di incertezza derivanti da un radicale cambiamento di vita o da un evento molto stressante
  • Red chestnut: il fiore per chi ha un ansia di tipo iperprotettivo e vive col pensiero costante che possa accadere qualcosa di brutto alle persone che ama
  • Impatiens: rimedio che aiuta ad accettare il naturale fluire della vita e i suoi tempi
  • White Chestnut: il fiore adatto per chi continua a rimuginare sempre sugli stessi pensieri, favorendo rilassamento e serenità mentale
  • Scleranthus: il fiore che aiuta a fare le scelte giuste, rideterminando le scale dei valori, adatto quindi a chi si trova in uno stato d’ansia provocato dall’indecisione fra due o più possibilità

Curare l’ansia con l’aromaterapia

Per combattere l’ansia potresti provare anche l’aromaterapia.  Gli oli possono essere utilizzati come lozioni massaggianti, nel bagno, o direttamente negli infusori di aromi.

I più indicati allo scopo sono gli oli essenziali alla lavandasandalo, melissa, rosa, gelsomino, camomilla e arancio amaro. Hanno inoltre un effetto rilassante sul nostro organismo anche l’ylang-ylang, il cipresso e il geranio.

Curare l’ansia con lo yoga

Rilassamento, yoga e tecniche di respirazione pranayama e meditazione: per aiutare il corpo a rilassarsi possono essere utili anche degli esercizi di rilassamento muscolare, yoga e training autogeno.

Attraverso il controllo del respiro e la contrazione e decontrazione dei muscoli, si favorisce infatti il raggiungimento di una condizione di benessere con effetti positivi anche sull’ansia.

Rimedi naturali per ansia: attività sportiva

Fate esercizio fisico e camminate nella natura: oramai numerosi studi scientifici hanno dimostrato gli effetti positivi del contatto con la natura.

Provate a correre o a fare lunghe passeggiate nei parchi o in aperta campagna, respirate in maniera controllata e soffermati ad osservare il paesaggio circostante. Questo vi aiuterà a svuotare il corpo dalle tossine e dall’energia negativa, favorendo benessere e pensieri positivi.

E’ ormai provato che l’attività aerobica e, lo sport in generale, sono i migliori alleati nella battaglia contro l’ansia e degli gli stati emotivi che producono stress e tensione muscolare.

In particolare lo jogging ed il nuoto sono i più indicati per alleviare la tensione e ritrovare il giusto benessere psico-fisco, oltre che per migliorare notevolmente la qualità del riposo notturno.

Risultano molto efficaci per gestire gli stati d’ansia anche alcune discipline orientali come il tai chi e qi gong.

Come combattere l’ansia a tavola: cosa mangiare

Anche il cibo può contribuire a combattere e alleviare i disturbi d’ansia.

Alcuni stati emotivi possano aumentare o diminuire il desiderio di mangiare. Di solito, chi è in preda all’ansia tende a mangiare di più e più in fretta, preferendo cibi salati e dalla consistenza croccante.
Le molecole che più di altre incidono sugli stati ansiosi sono la serotonina e il triptofano. Vediamo insieme dove si trovano e in quali quantità consumarli.

Cibi ricchi di triptofano

  • Latte e latticini, come yogurt e formaggi (latte e yogurt anche tutti i giorni)
  • Cibi con omega 3, come il pesce azzurro (2-3 porzioni alla settimana) e i semi oleosi e i relativi oli da essi ricavati (20 gr di semi al giorno o 10 gr di olio )
  • Griffonia: una leguminosa usata principalmente sotto forma di integratore alimentare in estratto secco

Alimenti ricchi di serotonina

La serotonina è il cosiddetto “ormone del buonumore”. Lo troviamo nei seguenti cibi:

I cibi da evitare se si soffre di ansia

Dopo aver specificato le giuste quantità da assumere per quanto riguarda i cibi contenenti serotonina e triptofano, specifichiamo quali sono i cibi da evitare in quanto possono peggiorare lo stato ansioso.
Si tratta di alimenti che contengono una o più molecole nervine stimolanti:

Attenzione all’abuso di psicofarmaci

Uno degli errori commessi più frequentemente per combattere questo problema è quello di ricorrere subito agli psicofarmaci. Questi ultimi in realtà inducono delle condizioni di dipendenza dal farmaco per cui è molto difficile poi interrompere il trattamento.

Se si vuole davvero curare l’ansia è bene chiedere aiuto ad uno psicologo per impostare un percorso di terapia che consenta di capire cosa si nasconde dietro i sintomi fisici dell’ansia.

Solo dopo aver dato voce al proprio malessere ed estirpato la causa della nostra sofferenza, i sintomi inizieranno a scomparire.

Un ultimo consiglio: cercate di pensare positivo, di avere un approccio ottimista alla vita e affrontare ogni problema con determinazione, la cura migliore per la mente è una bella dose di autostima e buona volontà!

Altri approfondimenti

Ecco altri articoli interessanti per aiutarvi a rilassarsi sempre meglio ed in modo naturale:

Published by
Alessia