Piante e fiori

Guida pratica ai fiori a stelo lungo

Dal portamento elegante e raffinato, sono perfetti anche da donare singolarmente

I fiori a stelo lungo sono semplicemente meravigliosi: eleganti, nobili, quasi fieri, adatti a bouquet, aiuole e  come fiori secchi. Sono sempre un dono molto gradito che fa piacere ricevere. Ne esistono di tantissime specie e varietà. Più o meno appariscenti, delicati o vistosi, grandi e piccoli, dai toni vivaci o più discreti… Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Guida pratica ai fiori a stelo lungo

Possono essere arrangiati in vari modi per creare raffinate composizioni in unica specie, monocolore, oppure in esplosioni multicolore allegre e vivaci.

Ci concentreremo su varie specie di fiori dal lungo gambo, sempre molto eleganti, perfette per le occasioni più chic e raffinate, e per un giardino senza tempo.

Cominciamo a fare una carrellata dei principali fiori con il gambo molto lungo.

Fiori da giardino a stelo lungo

Sono piante che rappresentano l’idea di eleganza, raffinatezza e nobiltà per il portamento slanciato dello stelo, spesso singolo, e possono essere impiegate in giardino per equilibrare verso l’alto una composizione o una aiuola.

Per metterli in risalto, giocate sui contrasti e usate piante basse dal fogliame scuro. Si sposano bene con piante basse, in special modo erbacee perenni come l’Hosta e sempreverdi come la Bergenia cordifolia, oppure altre erbacee come la Briza media e la Festuca glauca. Ma si può optare per piante perenni con piccoli fiori come l’Eryngium alpinum, il Penstemon pinifolius ed l’Helianthemum.

  • Tulipani. Uno dei fiori più conosciuti, bellissimi nella loro semplicità, con una o due foglie affusolate che avvolgono il gambo spesso. Bianchi o in mille colori differenti, a seconda delle varietà, anche bicolore, sono i fiori perfetti per i bouquet della sposa, ma decorano le aiuole primaverili con eleganza, svettando in un parterre di piccole piante basse.
  • Gladiolo. Originario dell’Africa e appartenente al genere delle Iridaceae, è una pianta ornamentale caratterizzata da lunghi steli eretti, alti anche 1 metro. Le foglie, lunghe, squamose, coriacee e leggermente appuntite all’estremità, somigliano a quelle dell’iris, e sono di un bel verde brillante. I fiori, inseriti sul gambo in modo simmetrico, sono a spiga. Si presentano in una vasta gamma di colori che varia dal bianco al giallo ocra, dal rosa pallido al rosso rubino, dal porpora al violetto e talvolta anche in tonalità policromatiche, come spesso accade nel caso delle varietà ibride. Per il loro portamento elegante, vengono spesso utilizzati a scopo ornamentale nei giardini, per abbellire case, chiese e banchetti nuziali. Nel linguaggio dei fiori, il gladiolo simboleggia l’infatuazione, il vigore e la virilità.

Fiori a stelo lungo

  • Eremoro. Chiamato anche giglio coda di volpe per le sottili e lunghe spighe di fiori gialli su disposte su lunghi steli, l’Eremurus fa parte della famiglia delle Liliacee. Originario dell’Asia centrale, è una pianta resistente alle basse temperature, e raggiunge facilmente i 200-250 cm di altezza. L’Eremurus robustus ha petali rosa pallido, e l’Eremurus himalaicus ha fiori di un bel bianco brillante.  E ogni spiga può avere fino a 700 piccoli fiori a forma di stella. Ha bisogno di in un terreno ben drenato, ricco di humus e piuttosto sabbioso, ed un’esposizione soleggiata. Non dimenticate la pacciamatura del rizoma in autunno.

Fiori a stelo lungo lilla

In giardino o in un bouquet svettano gli steli e le corolle dei fiori lilla di alcune piante dal forte potere decorativo, belle ed eleganti anche essiccate. Eccone alcune.

  • Allium. L’aglio ornamentale è caratterizzato da un’infiorescenza a bulbo violacea o lillà. Tra le molte specie l’Allium giganteum è quello più alto di tutti. Fiorisce in giugno e luglio, in spettacolari palline fiorite, che api e farfalle adorano. Piantate questi bulbi in autunno in un luogo caldo e soleggiato con terreno ben drenato, preferibilmente sabbioso. Poiché il suo fogliame manca di carattere, combinatelo con piante basse sempreverdi dal verde brillante.

Fiori a stelo lungo

  • Echinops bannaticus. Noto anche come cardo globulare, è una pianta resistente al freddo (fino a -15°) e robusta, dal portamento molto scenografico. La varietà di Echinops bannaticus ‘Taplow Blue’ crea una fantastica ‘palla’ azzurro-lilla composta di piccole infiorescenze pungenti che svettano da foglie verde scuro, affilate e spinose. Fiorisce per tutta l’estate. I suoi fiori sono anche molto belli in bouquet freschi o secchi.
  • Orchidea piramidale. L’Anacamptis pyramidalis è una pianta sottile con steli alti da 20 a 60 cm e foglie strette. Fiorisce tra maggio e luglio e la sua infiorescenza è tipicamente a cono all’inizio del periodo di fioritura, per poi allungarsi. Il suo fiore è formato da una moltitudine di piccoli fiorellini che vanno dal rosa carico al viola.

Fiori a stelo lungo

Fiori a gambo lungo bianchi

Il candore dei fiori bianchi è da sempre simbolo di sentimenti puri, innocenza e sincerità, mentre il gambo lungo rappresenta eleganza e nobiltà. Regalare questi fiori porta leggerezza e luminosità nella vita e nella casa di chi li riceve.

Spesso utilizzati nelle cerimonie nuziali, questi fiori starebbero anche a simboleggiare la purezza della sposa. Vediamo quali sono i principali fiori a stelo lungo bianchi.

  • Rosa. Simboleggia la bellezza e rappresenta l’amore puro e giovane, la speranza e la virtù
  • Calla. Elegantissima, simboleggia le bellezza e l’innocenza, ma anche la purezza divina, la fede e la santità
  • Tulipani. Simboleggiano bellezza, serenità e nuovi inizi. Possono anche essere segno di perdono e, quindi, regalarli, può essere il modo perfetto per chiedere scusa a qualcuno.

Fiori a stelo lungo

  • Orchidea. Fiore estremamente elegante e puro che si distingue in ogni composizione floreale. Simbolo di eleganza, in particolare la varietà Phalaenopsis è decisamente glamour e molto richiesta come pianta decorativa per un arredamento moderno. Rappresenta la purezza, l’innocenza, la virtù e la bellezza divina.
  • Giglio. Con i suoi bellissimi petali di colore bianco e la sua forma unica, fa sì che questo fiore venga spesso scelto dalle spose. All’interno di una composizione floreale, ne migliora enormemente la regalità
  • Garofano. Semplice, ma sofisticato, è sinonimo di amore e innocenza. Un bouquet con questi fiori è perfetto per le cerimonie nuziali
  • Cimicifuga. Conosciuta per lo più tra le erbe medicinali per la cura dei sintomi della menopausa, è caratterizzata da delicati steli che terminano con pannocchie bianche. Predilige zone ombreggiate con terreni umidi e ricchi di humus.

  • Iris. Dai petali delicati, questo grazioso fiore bianco è spesso usato nei bouquet di nozze, centrotavola e composizioni floreali. Simboleggia amicizia, fiducia, saggezza, speranza e verità.
  • Gerbera. Con le sue ampie fioriture, è ammirata per la bellezza e la sfarzosità. In questa versione cromatica, la gerbera rappresenta la bellezza e la chiarezza sentimentale

Fiori secchi decorativi alti a stelo lungo

Tra i fiori decorativi a stelo alto più adatti ad essere essiccati, da regalare o comporre per se, ci sono:

  • Cortaderia selloana. Perfetto arbusto con pennacchio morbido in cima, che può raggiungere altezze imponenti. È ideale per le composizioni di fiori secchi.
  • Miscanthus sinensis. Una magnifica pianta che si presta ad essere usata secca, in particolare nella varietà Miscanthus sinensis Silberfeder, con un pennacchio argentato che svetta dal lungo gambo sottile, in un cespuglio o da sola, arrivando fino a 2 m di altezza. A partire da agosto, delle pannocchie grigio-argento si ergono dal fogliame, e virano al rosa-marrone pallido con l’avanzare dell’autunno. L’altezza permette di usarle come frangivento o schermo per la privacy. Questa perenne gigante si adatta a qualsiasi terreno, purché ben drenato e può sopportare anche una siccità moderata.

Miscanthus sinensis

  • Lagurus ovatus. Dal greco ‘coda di lepre’, questa annuale con foglie lunghe grigio-verdi è interessante per le sue infiorescenze originali, che stanno bene anche essiccate. Sono delle spighette lanuginose che si muovono alla minima brezza.Per metterli in risalto, giocate sui contrasti e usate piante dal fogliame scuro. Poiché il Lagurus ovatus non compete bene con altre piante, non piantare specie invasive accanto ad esso.
  • Sanguisorba ‘Chocolate Tip‘. Questa perenne, con piccole foglie e spighe numerose del color porpora-cioccolato, ha un portamento scenografico e rende bene anche secca.

fiori a stelo lungo

Fiori a stelo alto: i più adatti ai bouquet

Scopriamo questa selezione di piante dalle corolle multicolore, variegate o monocrome, caratterizzate da un gambo lungo che gli dà slancio ed enfatizza le proporzioni:

  • Anthurium. Dal greco anthos che significa ‘fiore’ e Urà che vuol dire ‘coda’ (in riferimento allo spadice), si tratta in realtà di una foglia modificata con un protuberanza (il cosiddetto spadice), di solito bianco-giallognolo o verdognolo, che, tra l’altro, è il vero e proprio fiore. Ne esistono diverse varietà: l’Anthurium andraeanum è disponibile in vari colori, ma il rosso brillante è il più diffuso. Esiste perfino un viola scurissimo, che sembra quasi nero. Dall’aspetto molto particolare, raramente viene abbinato ad altri fiori, perchè è un bellissimo e nobile stelo. Si regala singolo, o in un mazzo, soprattutto con  piante dalle foglie ampie. Richiede un vaso alto e stretto. Tagliatelo obliquo ed immergerlo nell’acqua per 1/3 del gambo. Non gradisce le basse temperature e infatti non deve stare al di sotto dei 12°.

Fiori a stelo lungo

  • Calla. Emblema della bellezza semplice, elegante e raffinata, la calla viene da molti considerata un’ottima pianta decorativa per cerimonie ed eventi. Non è raro vederla all’interno delle chiede addobbate per le cerimonie nuziali. Presenta uno stelo verde, carnoso e sinuoso che va dai 45 cm al metro di altezza. Le foglie sono verdi e lucide, ovali o a forma di cuore. Il suo fiore è molto particolare: si tratta infatti di uno spadice, dalla forma di un’asta cilindrica, contenuta all’interno di un enorme petalo bianco che in realtà, è soltanto una foglia deformata. Le varietà più conosciute hanno il fiore di colore bianco, ma esistono anche versioni rosa, gialle, arancio-salmone e addirittura rosse. Il termine calla deriva dal greco kalos, che significa ‘bello’.

fiori a stelo lungo

  • Amaryllis. Ve ne sono di molte specie ma il più conosciuto e rappresentativo, è l’A. belladonna, talmente esuberante da non poter essere accostato ad altro. Inoltre, avendo il gambo liscio, la sua bellezza si ammira a partire dalla base del gambo. Si può regalare da solo, ma una composizione con 3 abbinati, sono un valido presente.
    Lo stelo va tagliato in orizzontale e, come per tutti i fiori senza foglie, la quantità d’acqua necessaria dev’essere meno di 1/3 della lunghezza dello stelo. In greco significa ‘splendere’.
  • Bocca di leone. Diffuso nei climi mediterranei, viene spesso regalata insieme ad altri fiori perché, grazie alla sua impetuosa forma di spiga, è perfetto per creare composizioni che sanno sorprendere. Conferiscono infatti lunghezza al mazzo. Il suo nome scientifico è Antirrhinum, dove anti significa ‘simile’ e Rhin ‘naso’, per la forma della corolla che ricorda un muso (o un naso, per l’appunto) di un leone. Nel Medioevo le donne si legavano tra i capelli questi fiori come segnale per essere corteggiate. Anche in questo caso, tagliare il gambo in senso obliquo ed immergerlo nell’acqua fino a 1/3 della lunghezza del suo stelo. Attenzione ad evitare il contatto delle foglie con l’acqua per diminuire la proliferazione dei batteri.
  • Delphinium. In commercio è uno dei fiori blu-azzurro naturale più appariscenti. In genere si regala con altri fiori di solito a gambo lungo. Il termine Delphís significa ‘delfino’ per la forma a sperone del fiore che ricorda proprio la pinna del delfino. Proprio per questo motivo viene anche chiamato ‘speronella’. Lo stelo va tagliato in senso obliquo ed immerso nell’acqua per almeno 1/3 della sua lunghezza.

  • Girasole. L’Helianthus annuus è il fiore estivo per eccellenza. Helios, infatti, significa ‘sole’ ed Anthos ‘fiore’.
    Ciò che chiamiamo fiore, in realtà è una infiorescenza. Ogni singola porzione scura che si trova al centro è il singolo fiore da cui poi si svilupperà un seme di girasole. Dal carattere rustico, viene spesso regalato come fiore singolo, specie quando è una donna a donarlo ad un uomo. Nelle composizioni sta molto bene con altri fiori di campo, meglio se incartato con carta da pacco e rafia. Lo stelo va tagliato in obliquo e l’acqua nel recipiente deve superare il 50% della totale lunghezza del gambo.

fiori a stelo lungo

  • Lilium. Ne esistono moltissime specie. Il Lilium Orientale è il più pregiato, perché presenta grandi fiori piuttosto vistosi e molto profumati. In genere sono bianchi e rosa; ma altrettanto diffuse sono anche le varietà di colore giallo, rosso e arancio. Normalmente ci sono più fiori per stelo, ma alcuni ne hanno anche uno solo. Viene spesso utilizzato per gli addobbi nuziali in quanto, essendo piuttosto voluminoso ed elegante, si vede da lontano, riempie e può essere perfettamente abbinato ad altri fiori. Va immerso nell’acqua fino a 1/3 dello stelo e, se il fiore sta appassendo e l’acqua è comunque al livello giusto, si consiglia di accorciare il gambo di almeno 15 cm.
  • Rosa. Considerata come la ‘regina dei fiori’ annovera un’infinità di specie, oltre 150, numerose varietà e altrettanti ibridi. La Rosa Dallas ha un gambo lungo più di 110 cm! Quando si regala, o si ricevono delle rose in dono, il significato varia a seconda del colore e del numero nel mazzo. Di solito, le rose rosse significano amore e passione, quelle bianche, amicizia e purezza, quelle gialle, gioia e felicità, e le rose rosa, bellezza, giovinezza e semplicità.
  • Gerbera. È un fiore di campo e si regala anche da sola, ma sta molto bene in mazzi e bouquet di fiori misti. Si presenta in una moltitudine di colori. In genere, è il fiore migliore per non chi vuole spendere troppo ma senza sfigurare e, tra l’altro, è presente tutto l’anno. Recisa, non avendo foglie a disposizione, deve avere una buona parte di stelo non immersa nell’acqua: meno di 1/3 del gambo.

fiori a stelo lungo

  • Agapanto. Questa è una specie di pianta bulbare di origine sudafricana, il cui nome deriva dal greco e significa ‘fiore dell’amore’. Appartenente alla famiglia delle Liliacee, ce ne sono di 625 specie. Presenta grandissime infiorescenze ad ombrello, o sferiche, che contano numerosi fiori a trombetta o a campanula, tipicamente di color azzurro cielo. Esistono anche cultivar bianche e in tutti i toni possibili dell’azzurro,  dal confetto fino al blu scuro. L’Agapanthus Africano è quello con le maggiori dimensioni, infatti può superare persino il metro d’altezza!

Altre informazioni sui fiori

Ti potrebbero interessare anche questi post sulle cromie dei fiori:

Ed anche questi altri post di carattere più generale:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button