Cumino: proprietà, benefici e modi di utilizzo

by Maura Lugano on 15 marzo 2016

Il cumino possiede diverse proprietà, curative, digestive e depurative, che lo rendono una spezia di assoluto interesse. I suoi semi hanno molteplici utilizzi in cucina, grazie al loro inconfondibile sapore, intenso e lievemente piccante.

Il cumino è una spezia che si ricava dai semi del Cuminum Cyminum, pianta erbacea originaria dell’Asia Minore. In particolare si ritiene che sia la Siria la madrepatria di questa spezia, infatti presso siti archeologici siriani molto antichi sono stati rinvenuti resti di semi di cumino.

Molto usato nella cucina indiana, questo ingrediente della cucina naturale entra nella composizione del curry e se ne fa ampio uso anche in Africa e nelle cucine dei paesi mediorientali (e in Spagna), mentre la cucina messicana lo utilizza in alcune varianti del guacamole, la famosa salsa nazionale e nel chili. Non è invece molto usato nella cucina nostrana mentre in Europa si usa prevalentemente per aromatizzare pane e formaggi (quanti di voi hanno assaggiato il buonissimo formaggio gouda aromatizzato con questa spezia?).

Probabilmente ha avuto più successo in tempi passati, soprattutto all’epoca dei Romani e dei Greci, che lo apprezzavano molto a tavola tanto da usarlo in un contenitore specifico (come oggi si usa per il pepe). Una nota curiosa riguarda il Medioevo, quando si credeva che il cumino impedisse la fuga di animali e amanti, e ancora si pensava fosse di buon auspicio per i giovani sposi. In Asia invece per scoprire se una donna è incinta le si fa bere dell’infuso di semi di cumino.

Ad essere utilizzati in cucina sono i semi interi, simili, come forma e dimensioni, ai semi di finocchio e di anice, oppure la polvere ottenuta dalla macinazione. Non si deve confondere con il carvi, una spezia simile usatissima in India.

Oltre al Cuminum Cyminum, cioé il cumino vero e proprio, è diffuso anche il cumino nero, (nome botanico Nigella sativa), diverso dal primo per colore e forma, e utilizzato in aromaterapia per il trattamento di bronchiti, micosi, irritazioni cutanee e per favorire l’eliminazione delle tossine e stimolare la circolazione sanguigna.

Cumino proprietà:

Il cumino tradizionale invece è ricco di ferro e ha proprietà digestive perché stimola le secrezione del pancreas, aiuta in caso di dolori addominali, è ricco di ferro, quindi fa bene all’organismo in generale, soprattutto al sistema immunitario, inoltre alcuni studi scientifici ne hanno individuato un possibile effetto antitumorale, questo come conseguenza della proprietà del cumino di purificare i radicali liberi e di disintossicare il fegato. Vero è che in erboristeria lo si considera un buon antimicrobico.

La fitoterapia consiglia di masticare semi di cumino come rimedio naturale contro l’alitosi. E anche nella tradizione indiana si ritrovano a disposizione degli ospiti semi di questa spezia a fine pasto.

cumino

In semi o in polvere, il cumino è una spezia assolutamente da provare!

Cumino controindicazioni

Non sono note controindicazioni specifiche legate al consumo di questa spezia, ma si consiglia sempre di evitarne l’assunzione ipersensibilità verso qualcuno dei suoi componenti ed in presenza di malattie del fegato.

Cumino dove si compra:

Ti potrebbero interessare anche libri e prodotti a base di questa spezia per la cura del corpo e la cucina:

Cumino Indiano - 40 gr
Intero – Cuminum cyminum
€ 3.3
Olio di Cumino Nero Bio - Olio Base Puro - 50 ml
Nigellla sativa
€ 15
Gli Oli Vegetali per la Nostra Salute - Libro
Proprietà e indicazioni d’uso – ricette salutistiche – consigli cosmetici
€ 10.8
Erbe & Spezie. Ricette, Profumi e Curiosità
Autori Vari
Libro tascabile
€ 4.9
Tè alle 49 Erbe - Krauter Tee
€ 19.97

SCOPRI ANCHE LE PROPRIETA’ DI ALTRE SPEZIE E PIANTE PER LA CUCINA: