Curcuma: proprietà, benefici per la salute e ricette

di Maura Lugano del 23 ottobre 2016

Scopriamo insieme le proprietà ed i benefici della curcuma, una spezia che è anche uno dei principali ingredienti della cucina naturale.

La curcuma è una spezia di origine orientale, in particolare dell’Asia meridionale, poi diffusa in tutto il sud-est asiatico. Grazie ai commerci con l’Oriente giunse in Europa. Veniva infatti importata sia la radice – o meglio i rizomi essiccati dal tipico colore giallo intenso – sia la polvere, ricavata sempre dal rizoma.

Curcuma: pianta

In particolare la polvere di curcuma è simile all’ocra ed ebbe un notevole impiego presso le popolazioni antiche grazie alle sue proprietà coloranti.

Già i Romani la utilizzavano per tingere i tessuti e Marco Polo in alcuni passaggi del ‘Milione’ parla di questa spezia avvicinandola, come potere colorante, allo zafferano ed infatti una delle varietà più comuni (nome botanico curcuma longa) è stata chiamata anche zafferano d’oriente.

Per il potere colorante anche oggi l’estratto di curcuma è utilizzato per bevande, prodotti da forno, gelati, biscotti e salse. Lo potrete riconoscere in etichetta perché contrassegnato dalla sigla E100.

Curcuma: proprietà

Nella curcuma sono contenuti diversi componenti:

  • olio essenziali: olio essenziale di canfora, di cineolo, di turmerone
  • non-flavonoidi: curcumina, dalla spiccata azione stimolante della produzione della bile e antiinfiammatoria e antiossidante
  • sali minerali: soprattutto rame, potassio, ferro e manganese
  • coloranti: del gruppo della curcumina (curcuminoidi)
  • vitamine: presente la vitamina C soprattutto nella radice fresca e vitamina B6 utile in caso di anemia, oltre a riboflavina, niacina e colina, attiva nelle affezioni della pelle e le dermatiti

curcuma

Curcuma: benefici

La consapevolezza dei suoi poteri medicamentosi si diffuse nel XVI secolo per il trattamento dell’itterizia e dei disturbi del fegato, e ancora oggi sono molto apprezzati questi effetti di protezione del fegato e di stimolo per le vie biliari, di cui favorisce la secrezione e l’evacuazione. Sono dovuti alla curcumina, concentrata nel rizoma.

La curcumina ha anche un’azione antinfiammatoria, quindi è utile nei casi di infiammazione di tessuti e articolazioni, infatti se ne sta studiando il possibile utilizzo nel trattamento dell’artrite reumatoide al posto dei FANS, gli antinfiammatori sintetici, evitando quindi gli effetti collaterali di questi ultimi, specialmente a danno dello stomaco e del sistema nervoso.

Questa spezia ha anche un effetto antitumorale, efficace particolarmente contro i melanomi e i tumori della pelle, di cui rallenta il progresso e addirittura ne distrugge le cellule.

Queste proprietà sono presenti soprattutto nella curcuma fresca, che sta diventando un ingrediente sempre più conosciuto e presente nelle tavole del popolo green.

Inoltre sembrerebbe agire anche sull’herpes simplex e avere una qualche azione di contrasto dell’Alzheimer. Ma sono in corso ancora degli studi.

Ecco altri rimedi naturali che possono avvalersi delle proprietà della curcuma:

Curcuma: ricette

Questa spezia si sposa con diversi piatti, ma soprattutto con il riso, ed è comune in ricette della tradizione indiana. Vi proponiamo il riso basmati alla curcuma, anacardi e uvetta, un piatto indiano tradizionale rivisitato in chiave più occidentale.

Curiosità: il riso basmati è in realtà una variante del riso pilau o pilaf. E’ il modo di cucocere il riso in Oriente: il riso assorbe il liquido di cottura e viene aromatizzato con varie spezie e colorato di giallo con zafferano o curcuma.

  • 80 ml di olio di mais
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di pepe nero in grani
  • 1 cuchiaino di cannella in polvere
  • 250 gr di riso basmati
  • 200 ml di latte di cocco (lo trovate in lattina al supermercato, nel reparto cibi esotici)
  • 2 chiodi di garofano oppure un cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 3 semi di cardamomo (opzionale)
  • 50 gr di uvetta
  • 100 gr di anacardi già salati e tostati

Curcuma

Preparazione. In una padella antiaderente scaldate l’olio a fuoco dolce e unite lo scalogno tritato finemente e la curcuma. Fate dorare e versate il riso dopo averlo sciacquato due volte in abbondante acqua fredda per liberarlo dall’amido.

Fate tostare per almeno 5 minuti. Aggiungete il latte di cocco e cuocete senza portare a ebollizione per altri 10 minuti. Unite le spezie fatte prima ammollare in una tazza d’acqua calda che aggiungerete anch’essa al riso. Potete anche sistemarle in un sacchettino di garza per non ritrovarvi le spezie più grosse nel piatto.

Mettete il coperchio e con la fiamma bassissima cuocete finché tutto il latte di cocco non sarà asciugato. Eventualmente aggiungete un paio di cucchiai d’acqua. All’ultimo, nei piatti da portata, aggiungete gli anacardi e l’uvetta già ammollata in acqua tiepida per 10 minuti per farla rinvenire.

Potrebbe interessare acquistare della curcuma fresca o in polvere:

Curcuma dove si compra

Ultimamente, questa spezia dalle tante proprietà si trova anche nelle più popolari catene di supermercati italiani, sia in polvere, che fresca (per esempio, all’Esselunga troviamo confezioni di curcuma dal Perù al prezzo di 2 euro circa a confezione).

Ecco anche dove acquistare direttamente online la curcuma, con produzione biologica:

Curcuma Bio in Polvere
Lo “zafferano d’India” dal gusto caldo e pungente
€ 13.9
Curcuma in Polvere
€ 8
Curcuma Bio
Curcuma Bio
Funzionalità digestiva ed epatica, antinfiammatorio naturale
€ 32

Effetti collaterali della curcuma

Non sono noti effetti collaterali significativi legati all’utilizzo di questa spezia, purché consumata in dosi normali (fino a 1/1,5 g). Esiste qualche controindicazione per i soggetti che soffrono di ostruzioni o calcoli alle vie biliari.

Anche i soggetti sottoposti ad una terapia a base di anticoagulanti devono fare attenzione, dato che l’assunzione continua di curcuma può aumentare le probabilità di emorragie. Al di là di queste, non sono note controindicazioni associate a questo alimento.

Lo sapevi? Curcuma deriva dall’arabo kurkum, che significa “zafferano”. Non a caso, la varietà più utilizzata di questa spezia deriva da una pianta conosciuta come Zafferano d’India, paese dove questa spezia serve a preparare il curry o altre misture di spezie come il garam masala.

Curcuma ricette

La curcuma si può assumente pura in polvere oppure in composizione con altre spezie, come per esempio nella preparazione di vari tipi di curry. Sono anche molte le ricette a base di questa spezia, noi vi consigliamo ad esempio tre delle nostre ricette vegetariane e vegan:

Se vi interessa la cucina naturale e come utilizzare la curcuma, vi consigliamo anche  la lettura di questi interessanti libri:

La Curcuma
La curcuma
Quando le recenti ricerche mediche riscoprono l’efficacia di un potente rimedio millenario
Prezzo € 7,00
Le Spezie che Salvano la Vita
Prevenire le malattie cardiache, il cancro e il diabete grazie all’uso di questi aromi naturali
Prezzo € 24,00
La Dispensa delle Spezie e delle Erbe
Cucinare con le spezie e le erbe aromatiche
Prezzo € 7,50
Il Potere delle Spezie
Tutti i segreti di un alimento da usare a piccole dosi per il benessere e il fitness, per l’attività sportiva, per combattere l’invecchiamento e restare in forma. Quali sono le spezie con il maggior valore nutrizionale e come usarle in cucina
Prezzo € 8,90
Spezie, un Pizzico di Salute
Prendi 30 aromi, descrivili con cura, spiega quali parti utilizzare e per ognuno presenta ricette fitoterapiche e di cucina. Avrai un libro semplice, divertente e molto pratico da usare.
Prezzo € 8,90
Le Spezie
Origini, storia, caratteristiche, proprietà
Prezzo € 19,00

{ 1 comment… read it below or add one }

Elena ottobre 23, 2016 alle 10:57 am

Meglio consumarla sempre fresca per beneficiare di tutte le sue proprietà!

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *