Piante e fiori

Piante invernali: la guida pratica

L'elenco completo delle piante che possiamo coltivare durante i mesi più freddi dell'anno

Esistono tantissime piante invernali che possono donare una nota di colore anche durante i mesi più gelidi. Così, durante i periodi più freddi non dobbiamo rinunciare a rallegrare i nostri spazi, interni ed esterni, con delle piante e dei fiori invernali. Diverse varietà resistono alle basse temperatura e addirittura fioriscono. Scopriamo quindi quali sono le piante perfette per rallegrare i mesi dopo il solstizio d’inverno.

Piante invernali: la guida pratica

Quali sono le caratteristiche delle piante invernali

La Natura riesce sempre a stupirci. In inverno, quando tutto sembra riposare, in realtà, la vita continua a pulsare. Le piante adatte ai mesi più bui e gelidi sono proprio l’essenza simbolica di questa vitalità che non si ferma neppure di fronte a condizioni climatiche molto avverse.

Le piante resistenti al freddo, infatti, vivono bene con temperature molto basse. Si contraddistinguono per il grado di rusticità, la straordinaria longevità e la facilità per coltivarle ed averne cura. In genere, si tratta perlopiù di sempreverdi, ma ci sono anche piante invernali che fioriscono proprio quando fa più freddo.

Come curare le piante invernali

Trattandosi di varietà assai rustiche, hanno pochissime esigenze, anche se non bisogna trascurarle. Nonostante il freddo, vanno riparate in caso di intemperie eccessivamente forti e violente che potrebbero danneggiarle e quando il gelo notturno si fa più intenso.

Pertanto, si consiglia di portarle all’interno oppure a ridosso di muri o in prossimità delle finestre. In genere, vanno concimate una volta l’anno, meglio se in primavera. Nello stesso periodo, è consigliabile effettuare una potatura per stimolare la crescita invernale.

Quali sono le piante invernali sempreverdi

Le piante sempreverdi che vivono tranquillamente all’esterno anche durante i mesi più freddi sono esemplari rustici che necessitano di poche esigenze colturali ed al tempo stesso sfoggiano qualità estetiche notevoli. Ecco quali sono le più comuni e diffuse.

  • Skimmia Japonica: un arbusto di dimensioni medio-piccole, dalla forma compatta e tondeggiante. I suoi particolarissimi fiori, a bacca bianca o rosa, somigliano a quelli dell’albero del pepe e, per questo, la pianta stessa viene spesso definita “falso pepe”
  • Pyracantha: pianta dai piccoli frutti rossi tondeggianti e carnosi
  • Aucuba Japonica: più semplicemente nota come Aucuba, è una pianta molto forte in grado di resistere agli inverni più rigidi (ed anche alle estati più torride), così come anche al vento e ai parassiti. Questa sempreverde di origine nipponica predilige l’esposizione semi-ombreggiata. A inizio inverno produce piccoli fiori rossi riuniti in grappoli
  • Lauroceraso: sempreverde molto diffusa per la realizzazione di fitte siepi compatte
  • Berberis stenophylla ‘autumnalis’: piccolo arbusto che in autunno fiorisce per la seconda volta
  • Berberis x stenophylla: con rami arcuati e ricoperti di spine
  • Berberis darwinii: molto simile all’agrifoglio, ha foglie piccole e ovoidali, con margini spinosi

Quali sono le piante invernali con fiori

Ci sono moltissime varietà di piante che, nonostante le rigide temperature, fanno degli splendidi fiori invernali. Eccole di seguito:

  • Erica invernale: caratterizzata da fusti eretti su cui compaiono numerosissimi piccoli fiori nelle tipiche colorazioni viola o rosa. Esistono anche casi dai fiori bianchi. L’Erica Gracilis vive perfettamente sia sul terrazzo che in giardino. L’importante è sistemarla in una posizione bel illuminata.
  • Gelsomino di san Giuseppe: da ottobre e fino alla fine della stagione invernale, regala una splendida fioritura nei toni del giallo. Per ottenere il massimo della fioritura, è bene sistemarlo in posizione soleggiata.
  • Cavolo ornamentale: varietà dal mero scopo decorativo, che si adatta senza problemi alla vita sul balcone o in giardino. Si tratta di un a pianta altamente scenografica per via delle sue foglie – arricciate o frastagliate – disposte in modo da comporre una sorta di rosa. Gli accesi colori vanno dal classico viola al bianco. Resiste benissimo anche con temperature al di sotto dello zero.
  • Viola del pensiero e Viola cornuta: le due varietà di viole molto apprezzate per la facile gestione e gli intensi colori dei loro fiori: oltre che ovviamente alle diverse gradazioni di viola, se ne trovano anche di bianchi, gialli e rosa. Queste viole invernali si adattano sia alla vita in vaso sul balcone che in piena terra in giardino. L’importante è sistemarle in una zona ben soleggiata ed evitare di bagnarle eccessivamente.
piante invernali
I colori accesi del cavolo invernale.

L’elenco delle piante invernali che fanno fiori

  • Solanum Capsicastrum: nonostante le origini brasiliane, questa pianta sopporta molto bene le temperature fredde. Proprio in inverno, produce bacche rosse, molto apprezzate per le decorazioni natalizie.
  • Bucaneve: in natura, cresce spontaneamente in montagna. Da gennaio a marzo produce incantevoli fiori bianchi penduli. Questa pianta è coltivabile sia in giardino che sul balcone. Non ama il sole ma resiste benissimo a neve e gelo.
  • Skimmia Japonica: pianta perenne sempreverde giapponese, è nota per i fiori bianchi che sbocciano in pieno inverno e per le bacche rosse. Per garantirsi la fioritura di queste ultime durante l’inverno, non bisogna mai tagliare i fiori quando sono ormai secchi.
  • Calicanto invernale (Chimonanthus praecox): di orine cinese, questa pianta di dimensioni medie, durante i mesi freddi è totalmente senza foglie. Al loro posto, possiamo ammirare particolarissimi fiori gialli che cominciano a fare la loro comparsa tra febbraio e marzo. Hanno un gradevole profumo che somiglia a quello del gelsomino. Facile da coltivare, non teme le temperature più rigide e neppure la neve.
piante invernali
La Skimmia japonica regala fioriture davvero inconsuete.

Piante invernali fiorite: l’elenco completo

Altre un elenco di piante autunnali che fanno fiori anche d’inverno:

  • Agrifoglio: simbolo indiscusso delle feste natalizie, si tratta di un arbusto da esterno da sistemare in posizione soleggiata. Ha un aspetto inconfondibile, con foglie verdi appuntite e piccole bacche rosse.
  • Crisantemo: appartenente alla famiglia delle Asteraceae, si tratta di una delle piante invernali più colorate, durature e resistenti. Facile da coltivare, ne esistono tantissime varianti che producono fiori di vari colori: bianco, rosa, lilla, giallo, viola, arancione…
  • Ciclamino: il fiore invernale per eccellenza che, durante i mesi più freddi, spopola sui balconi. La sua fioritura è molto lunga: comincia coi primi freddi e può durare fino a primavera. I fiori possono avere tinte diverse: rosa, bianco, fucsia, rosso, lilla… perfetto sia in giardino che sul terrazzo, è importante proteggerlo dai repentini cali di temperatura e dalle gelate. Nonostante sia molto resistente al freddo, sarebbe bene trasferirlo all’interno, in casa o in serra, e comunque in un ambiente in cui la temperatura non superi i 15-18 gradi.
  • Amamelide: tutte le specie di questa pianta (esclusa l’Hamamelis virginiana) fioriscono da gennaio, quando cominciano a comparire i fiori sui rami ancora spogli.
  • Elleboro: la Rosa di Natale (questo il nome con cui è meglio conosciuta), proprio nei giorni sotto Natale, fiorisce e dona dei fiori che ricordano, nella forma, la rosa. Per quanto riguarda i colori, i fiori dell’Elleboro sono bianchi, sfumati di rosa o porpora. Resistono anche recisi; per questo, molti li utilizzano anche come centro tavola floreale per il pranzo di Natale. Perfetta sia da tenere in un vaso sul terrazzo o da interrare in giardino, non teme né il freddo né le gelate. Riesce a sopravvivere addirittura anche sotto la neve.

Quali sono le piante invernali da esterno

Quasi tutte le piante invernali che producono fiori appena elencate e descritte, sono perfette per vivere all’esterno, sia interrate in giardino che in vaso su terrazzi e balconi.

Quali sono le piante invernali da interno

Andiamo invece ora a conoscere qual i sono le piante che resistono al freddo ma che, tuttavia, vanno tenuto all’interno.

  • Ficus benjamin: dotato di numerosi rami che si intrecciano fra loro, è caratterizzato da una folta chioma costituita da numerosissime foglioline. Una volta identificata la posizione in cui la pianta sta bene, evitare di spostarla perché ama le abitudini.
  • Beaucarnea: pianta maestosa dalla classica struttura ad albero, con base tonda del tronco che sale più slanciata fino a concludere con una splendida chioma verde. È una pianta tropicale e quindi preferisce le temperature miti e gli ambienti un po’ umidi. Purifica l’aria ed è nota anche come pianta mangia fumo
  • Orchidee: piante dall’indiscutibile elegante bellezza. Vanno tenute ad una temperatura compresa fra i 16 e i 24°. Per garantire una bella fioritura, richiede abbondante luce ma non l’esposizione diretta ai raggi del sole.
  • Tronchetto della felicità: alberello sempreverde che rallegra gli ambienti interni durante l’inverno.
  • Spatifillo bianco: fiore molto diffuso e indicato per decorare gli interni in maniera sobria ed elegante.
  • Stella di Natale: tipica del periodo natalizio, in realtà, i fiori rossi o bianchi della stella di Natale possono fiorire tutto l’anno.
piante invernali
La Beaucarnea richiede poche cure: una pianta veramente alla portata di tutti!

Altre piante invernali che vivono bene in casa

  • Violetta africana o Saintpaulia: pianta fiorita da interno che predilige gli ambienti umidi e le zone d’ombra (perciò un angolino pressoché buio per lei potrebbe andar più che bene).
  • Anthurium: una delle piante d’appartamento più diffuse. Mantiene la fioritura per quasi tutto l’anno, regalando i caratteristici fiori di un meraviglioso rosso intenso e lucido.
  • Begonia: pianta da appartamento che regala fioriture bellissime e prolungate.
  • Photos: con le sue foglie cuoriformi variegate di bianco e il portamento ricadente, dona subito un tocco di colore ad alcuni angoli degli interni di casa. È facile da coltivare.
  • Amaryllis o Hippeastrum: bulbosa caratterizzata da un lungo fusto eretto sulla cui sommità sbocciano grandi fiori, sempre in gruppi di due o quattro, in colori vari. Alcune varietà sbocciano anche in inverno, conferendo così agli interni di casa un tocco di colore brioso e molto ricercato.
  • Monstera deliciosa: pianta da appartamento molto diffusa che richiede poche esigenze.
  • Cactus di Natale: il nome botanico è Ephiphyllum. Si tratta di una pianta dalla bellezza esotica, di notevole impatto estetico che, proprio nei giorni attorno alle festività natalizie, fiorisce regalando fiori che vanno dal rosa intenso al rosso acceso.
  • Alocasia macrorrhiza: nota anche come ‘orecchie di elefante’, ha grandi foglie.

Quali sono le piante invernali da ombra

Ci sono molte piante perenni, fiorite o non, che crescono all’ombra. Scopriamole insieme.

  • Lamium: pianta dalle foglie verdi – o variegate di bianco – con bordi seghettati, ricoperte da una fine peluria. In primavera fanno la loro comparsa numerosi fiori che vanno dal bianco al rosa.
  • Alchemilla mollis: nota anche come erba stella, ha portamento tappezzante, foglie arrotondate e fiori che crescono a mazzi, di colore verde chiaro che tende a virare verso il giallo.
  • Houttuynia cordata: pianta tappezzante con foglie profumate e cuoriformi, variegate di giallo o bordate di rosa. I piccoli fiori sono bianchi e con 4 petali.
  • Bergenia cordifollia: sempreverde caratterizzata da foglie arrotondate e fiori rosa chiaro e color malva, che si sviluppano in fittamente in infiorescenze a ombrello.
  • Ajuga reptans: pianta da ombra, a portamento strisciante, con foglie verdi, bordeaux o variegate, e fiori a forma di spiga, bianchi o rosa.
  • Pachisandra terminalis: è caratterizzata da foglie frastagliate e spighette bianche.
  • Hosta: pianta a foglia caduca, presenta foglie cuoriformi o lanceolate, in tutte le sfumature di verde, e fiori a spighetta, bianchi o lilla che possono arrivare a 40-50 cm di altezza.
  • Heuchera: ne esistono molte varietà, con foglie di vario colore (verde, rosso, arancio, screziato…) I fiori, simili a piccole spighe, si presentano bianchi, rosa o rossi.

Quali sono i fiori invernali che resistono al gelo per il cimitero

Se non ci si vuole arrendere ai tristi fiori artificiali, per il cimitero, bisogna per forza scegliere piante invernali molto resistenti, capaci di sopravvivere anche alle gelate. Eccone alcune specie.

  • Crisantemi: simbolo della festività dei defunti, questi fiori resistono benissimo al freddo. Ne esistono centinaia di specie e cultivar, ognuno con una propria forma e tanti colori differenti.
  • Ciclamini: molto rustici, resistono bene al freddo e non hanno bisogno di cure particolari. Sono quindi indicati per chi non riesce a frequentare spesso il cimitero.
  • Viburno: pianta sempreverde molto rustica, che resta molto bella anche nei mesi invernali. Tra l’altro, in tarda primavera regala una splendida fioritura bianca e rosata.
  • Weigelia florida: proveniente dalla Cina, si tratta di una pianta sempreverde che vive bene anche in condizioni climatiche non ottimali. Ha una folta chioma di foglie verde intenso e fiori che vanno dal bianco-rosato al viola intenso.
piante invernali
Oltre alle bacche, il Viburno produce fiori bellissimi.

Quali sono le piante invernali da orto

Spostiamo ci ora nell’orto e scopriamo quali sono le verdure di stagione da poter coltivare quando fa freddo.

  • Aglio: bulbosa perenne coltivata secondo un ciclo annuale. La messa a dimora va eseguita tra ottobre e novembre, oppure a fine inverno, tra febbraio e marzo. Si raccoglie poi a luglio.
  • Cipolla: coltura da bulbo di forma globosa (talvolta anche schiacciata o allungata) caratterizzata da varie squame secche o membranose. Il colore, che varia in base alle diverse varietà, può essere bianco, giallognolo o rossiccio.
  • Finocchio: Ombrellifera caratterizzata da foglie basali ampie, dotate di larghe guaine carnose che avvolgono il germoglio.
  • Porri: ortaggio con foglie verde chiaro, piane e allargate, disposte a ventaglio in modo tale da formare uno stelo ingrossato e bianco nella parte basale.
  • Radicchio: appartenente al gruppo delle cicorie da foglia, questa varietà presenta foglie colorate e dal portamento eretto. Ne esistono moltissime varietà: di Treviso, di Chioggia, la Rossa di Verona, la “Variegata di Castelfranco… solo per ricordare le più comuni.
  • Ravanelli: ortaggio di cui si utilizza la radice carnosa e croccante, caratterizzata da un tipico sapore pungente
  • Rucola: erba aromatizzante dalle foglie variamente incise, che rilasciano un caratteristico profumo intenso ed oleoso.
  • Spinaci: ortaggio da foglia che forma una rosetta di foglie verdi intenso, ricche di vitamine e sali minerali

    Molti prodotti della famiglia dei cavoli

  • Cavolfiore: pianta erbacea con stelo eretto e robusto, alto fino a 40 cm. Le foglie sono disposte attorno all’infiorescenza centrale, di forma globosa, come una palla, di colore bianco o giallognolo (in talune varietà verdi o violacee).
  • Cavolo broccolo: simile al cavolfiore, presenta uno stelo sottile che può crescere fino a 80 cm. Le foglie sono disposte intorno alla testa ma non la racchiudono, come invece, accade per il cavolfiore. La testa è piccola e compatta. Le varietà più note sono il broccolo ramoso verde calabrese e quello romanesco.
  • Cavolo di Bruxelles: con un fusto alto tra i 70 e i 140 cm, di questo ortaggio si utilizzando i germogli che si formano lungo lo stelo, all’ascella delle foglie.
  • Cavolo cappuccio: tipologia di cavolo caratterizzata da grandi foglie lisce. Esiste la varietà bianca e quella rossa. Le foglie si possono consumare sia crude che cotte, ad esempio per la preparazione dei famosi crauti
  • Cavolo nero: pianta molto rustica con stelo centrale eretto e robusto, che può crescere fino a un metro.
  • Cavolo verza: presenta foglie con superficie finemente bollosa o increspata. le foglie esterne sono di colore verde intenso, mentre quelle interne risultano più chiare, quasi bianche. Le foglie si possono utilizzare crude o cotte.

Altre informazioni sulle piante

Abbiamo diversi approfondimenti che potrebbero interessare se ti piace il giardinaggio e fare l’orto:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button