Diete

Dieta di dicembre: il regime alimentare per arrivare in forma alle feste

Gli alimenti da preferire e alcuni esempi di menù per i giorni che precedono le feste

Per prepararsi alle grandi abbuffate di fine anno e alle occasioni conviviali che precedono Natale e Capodanno, è bene seguire la dieta di dicembre.

Dieta di dicembre: il regime alimentare per arrivare in forma alle feste

Vediamo insieme tanti preziosi consigli da mettere in pratica nell’ultimo mese dell’anno e durante le feste per non ritrovarsi a piangere sulla bilancia a gennaio.

Cosa si intende per Dieta di dicembre

La dieta di dicembre è un regime alimentare indicato per rimettersi in forma in previsione delle grandi abbuffate che ci aspettano tra Natale e Capodanno.

Visto il freddo del periodo, sicuramente non sarà un sacrificio portare in tavole zuppe e minestroni preparati con verdure di stagione e legumi e magari arricchite con dei cereali, tipo pasta, riso, orzo o farro per farne un corroborante piatto unico completo.

In fatto di verdure, l’inverno ci offre una gran varietà di prodotti come i finocchi, il radicchio, gli spinaci, le rape rosse, l’indivia e tutte le Crucifere, come cavoli, verza, cavolfiori, broccoli e cavoletti di Bruxelles.

Inoltre, come accade in genere nella maggior parte delle diete, anche quella di dicembre prevede un ampio consumo di frutta e verdura di stagione.

Durante l’ultimo mese dell’anno sono perfetti gli agrumi, soprattutto arance e mandarini, così come anche i kiwi, che sono ricchi di vitamina C.

Ottime sono poi anche le mele e le pere, perfette come spuntino di metà mattina e di metà pomeriggio. Consigliati anche i cachi perché contengono numerosi antiossidanti. In quantità moderate, è concessa anche la frutta secca, ricca di grassi buoni come gli omega 3.

Perché fare la Dieta di dicembre

Per chi ha problemi di linea o per chi ci tiene a restare in forma, dicembre è un mese molto temuto. A partire dal 24 dicembre, infatti, tra pranzi e cenoni si susseguono innumerevoli occasioni di convivialità in cui è facile esagerare e lasciarsi tentare da qualche sfiziosità.

Ogni tanto, concedersi qualche strappo alla regola è normale ed è anche giusto. L’importante però è non esagerare e cercare di limitare i danni con porzioni piccole ed evitando i bis. Inoltre, è fondamentale “peccare” solo nei veri giorni di festa, e quindi per la cena del 24 e il pranzo del 25. E poi per il cenone del 31. Negli altri giorni, è bene tornare in riga e seguire la normale alimentazione.

Premesso ciò, per limitare i danni e non trovarsi dopo l’Epifania a piangere sulla bilancia, è anche molto importante arrivare alle feste in forma, con l’organismo depurato per affrontare senza problemi le festività natalizie e di fine anno.

Dieta di dicembre: gli alimenti da preferire

Se si vuole arrivare alle feste in perfetta forma, così da limitare i danni per una fetta di panettone in più o un calice di spumante, durante il mese di dicembre è più che mai importante mangiare in maniera sana ed equilibrata, prediligendo determinati alimenti.

Vediamo dunque insieme la lista della spesa da fare durante il mese di dicembre.

  • Verdura. Prediligere le verdure di stagione, come i cavoli e i broccoli, il radicchio e i finocchi, la cicoria e le cime di rapa, le carote e le puntarelle, i cardi e i carciofi, il sedano e il sedano rapa, la scorzonera, la scorzobianca e il tarassaco… Da consumare fresca, cruda, al vapore, al forno oppure saltata in padella. Ed anche sotto forma di passati, zuppe, minestroni e vellutate
  • Cereali ad alto potere saziante: pasta e pane integrali, ed anche miglio, quinoa, sorgo e grano saraceno
  • Pesce. Preferire i pesci magri, come sogliole, orate, branzini, orate, piovra, calamari… cucinati in maniera semplice: bollito, al vapore, al forno o al cartoccio
  • Carne bianca, ma senza esagerare nelle quantità settimanali
  • Legumi: ottima forma proteica, magari da aggiungere a zuppe e minestroni di verdure
  • Frutta di stagione, soprattutto pera, mela, pompelmo, arancia, mandarino, kiwi, caco e mandarancio
  • Frutta secca: con moderazione (20-30 gr a colazione o come spuntino, magari abbinata ad uno yogurt bianco) è importante perché grassi buoni come gli omega 3
  • Spezie ed erbe aromatiche: cannella, curcuma, salvia, rosmarino, zenzero, cardamomo e prezzemolo hanno un potere antinfiammatorio e sono utili per normalizzare i livelli di glicemia, trigliceridi e colesterolo

Dieta di dicembre: gli accorgimenti da adottare

Vediamo ora alcuni accorgimenti che andrebbero seguiti sempre, nell’ambito di un regime alimentare corretto, ma a maggior ragione durante il mese di dicembre, visto che è un mese caratterizzato da continui strappi alle regole.

  • Evitare gli extra inutili durante la giornata o dopocena, come il dolcetto, il cioccolatino o il biscottino. È in arrivo un periodo in cui gli extra sono fin troppi! Per non cadere in tentazione, la cosa più semplice è non tenere in dispensa tutti quei prodotti di cui si è ghiotti
  • Sia a pranzo che a cena, inserire sempre una porzione di verdure
  • Ridurre porzioni e quantità rispetto a quelle cui si è abituati
  • Segnare su un diario tutte le occasioni di convivialità (cene aziendali, cena con il gruppo della palestra..)… e per ciascuna occasione, annotare se c’è un menù fisso oppure se è possibile scegliere cosa mangiare. Nel primo caso, provare a scoprire di cosa si tratta; nel secondo caso, invece, cominciare a pensare a cosa si potrebbe mangiare. Conoscere in anticipo cosa si mangerà al pasto principale, può essere utile per avere un maggior controllo su sfizi e golosità nei giorni antecedenti l’evento
  • Evitare di cedere alle lusinghe dei “rimedi miracolosi” dell’ultimo minuto, come sostituti del pasto, tisane drenanti, creme snellenti etc… Può essere piuttosto utile tenere in dispensa una tisana al finocchio che allevia il gonfiore intestinale o limone e bicarbonato che sono utili per digerire
  • Nei giorni di festa, provare a fare una scelta, ad esempio concedendosi una portata che si mania molto di rado (le lasagne, il cotechino, i tortellini fatti in casa…), rinunciando invece a qualche pietanza che possiamo mangiare ormai tutti i giorni, come i salumi, gli affettati e l’insalata russa
  • Praticare attività motoria per almeno 30 minuti al giorno

Dieta di dicembre: esempio menù

Abbiamo visto tutti gli alimenti da preferire in questo particolare periodo dell’anno e gli accorgimenti da adottare. Vediamo ora di mettere in pratica quanto detto con alcuni esempi di pasti.

Colazione

  • Caffè o tè + 2-3 fette biscottate integrali con marmellata senza zucchero o miele
  • Caffè o tè + 1 frutto grande oppure 2 piccoli
  • Caffè o tè + latte vegetale e muesli

Pranzo

  • Pasta e ceci
  • Spaghetti integrali con gamberi + insalata di lattuga e finocchi
  • Quinoa con verdure miste
  • Seppie gratinate + broccoli
  • Straccetti di pollo alla piastra insaporiti con limone e spezie + bietole
  • Farro e piselli + funghi secchi e zafferano
  • Pasta integrale con rucola e noci

Cena

  • Petto di tacchino arrosto + verdure grigliate
  • Orata al forno + carciofi conditi con olio, limone e prezzemolo
  • Minestrone con orzo e legumi piacere
  • Vellutata di zucca e burger vegetale di lenticchie
  • Petto di pollo alla piastra+ insalata mista
  • Sogliola al vapore + verza stufata
  • Pasta e ceci + insalata di radicchio e noci

Spuntini

Mangiare un po’ più magro prima delle grandi abbuffate delle feste può essere utile.

Dieta di dicembre: cosa fare durante i giorni di festa

Se per tutto il mese di dicembre si è bravi, ligi e corretti nel seguire le indicazioni che abbiamo dato in questo articolo, si possono affrontare le tavole imbandite delle feste in tutta tranquillità. In ogni caso, durante pranzi e cenoni luculliani, è normale esagerare più del solito perché in queste occasioni vengono proposte in tavola pietanze molto ricche e caloriche che non siamo soliti consumare nella nostra quotidianità.

Ecco allora alcuni consigli da tenere a mente durante e dopo pranzi e cenoni per limitare i danni.

  • Non pesarsi. Dopo un’abbuffata o un pranzo più importante del solito, è normale che l’ago della bilancia segni 1 o 2 chili in più. Tranquilli: è impossibile mettere su 1 kg di massa grassa con un solo pasto. Questi aumenti di peso sono temporali e transitori perché altro non sono che ritenzione idrica provocata dagli alimenti ricchi di sale e zucchero
  • Durante pranzi e cenoni, chiedere sempre porzioni ridotte per poter assaggiare un po’ di tutto ed evitare i bis o, peggio ancora, i tris
  • Nei giorni subito dopo le feste, evitare l’assunzione di sale e di zucchero e dei cibi che li contengono, come insaccati e dolciumi vari
  • Approfittare del periodo delle feste per fare attività fisica. È sufficiente anche una bella passeggiata all’aperto. Se amate la montagna, l’occasione è perfetta per andare a sciare o fare una ciaspolata

Altri approfondimenti

Sempre in tema diete, forse ti potrebbero interessare anche questi altri post:

Published by
Federica Ermete