Quali sono le piante estive? Scopriamo le più interessanti

Ecco alcune delle piante più belle che possiamo coltivare tranquillamente in estate

Le piante estive sono la soluzione ideale per chi vive in luoghi molto caldi, spesso sottoposti anche a lunghi periodi di siccità. Infatti, anche chi dispone di giardini e terrazzi sempre esposti in pieno sole, non deve rinunciare alla bellezza di meravigliosi angoli fioriti. In tali condizioni climatiche, infatti, la scelta giusta deve ricadere sulle piante estive. Sono tantissime e per tutti i gusti. Scopriamole insieme.

Quali sono le piante estive? Scopriamo le più interessanti

Quali sono le caratteristiche delle piante estive

Le varietà estive sono piante resistenti al sole e che amano le zone ben soleggiate. Anzi, ne hanno necessità per crescere in salute e regalare rigogliose fioriture abbondanti. Ci sono poi anche parecchie specie che resistono anche durante periodi di siccità che si protraggono nel tempo, come le piante grasse.

Come curare le piante estive

Essendo resistenti al caldo e anche alla siccità, la maggior parte delle piante estive è poco esigente e non richiede particolari interventi di manutenzione. In linea generale, necessitano solo di qualche piccolo accorgimento come:

  • terreno dalle capacità drenanti buone
  • irrigazioni abbondanti da effettuare durante le ore più fresche della giornata (mattina presto o al calar del sole)
  • fertilizzante specifico, nel caso di piante estive da fiore, ricco di azoto, fosforo, calcio, potassio e magnesio

Quali sono le piante estive che resistono al sole

Se si ha un balcone su cui batte sempre il sole o una zona del giardino in cui il sole non dà tregua, non c’è bisogno di disperare perché ci sono molte varietà in grado di vivere benissimo anche nelle zone in pieno sole. Eccole.

  • Calibrachoa: da aprile a ottobre continua a fiorire regalando una gran quantità di piccoli fiori colorati che danno forma ad una scenografica cascata. Questa pianta, che è molto simile alla petunia, resiste al caldo e alla pioggia. Predilige i luoghi soleggiati ma soffre se il termometro scende sotto i 5°
  • Portulaca: pianta decorativa dai fiori colorati, perfetta per il giardino e il balcone. Oltre ad essere una delle piante che apprezzano il sole, è anche commestibile. I suoi fiori edibili, infatti, sono considerati una fonte vegetale molto importante per regolarizzare il fabbisogno di Omega 3, i grassi buoni, utili per abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Ne basta aggiungerne una manciata nelle insalate
  • Gazania: proveniente dalle zone meridionali dell’Africa, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae. A seconda della specie (ne esistono circa 40), i fiori a capolino hanno forme diverse e colori che vanno dal giallo al rosa, fino al rosso. Ama i luoghi molto luminosi, meglio ancora la luce diretta del sole. Durante i mesi primaverili ed estivi, va irrigata ogni giorno, la mattina presto. Può comunque sopportare qualche giorno di siccità
piante estive
La Gazania produce dei bellissimi capolini di colori e forme diverse ed ama il caldo e la luce
  • Ibisco: pianta estiva molto ricercata per i particolari fiori colorati (bianchi, rosa, viola e lilla) a forma di imbuto, con corolla a 5 petali. Fiorisce da giugno a settembre ed è in grado di sopportare bene sia il caldo che la luce diretta del sole. Appartenente alla famiglia delle Malvaceae, ne esistono circa 240 specie. Riesce ad adattarsi in qualsiasi terreno anche se, quello più adatto, è soffice, fertile e ben drenato. Con i suoi petali fatti essiccare si ottiene il karkadè
  • Vinca o pervinca: facile da coltivare, è una delle piante da esterno più resistenti al sole. Sopporta bene anche le alte temperature. Dal portamento eretto, tende a formare cespugli ordinati
  • Euphorbia: pianta da fiore da coltivare in luoghi soleggiati. Sopporta bene sia l’afa che la siccità. Richiede annaffiature abbondanti e regolari
  • Banano: pianta molto appariscente grazie alle sue enormi foglie. Sopporta bene il caldo anche estremo, ma ha bisogno che il terreno sia mantenuto ben umido. In base alla specie, può raggiungere un’altezza variabile da 30 cm a 4 m

Quali sono le piante estive con fiori

Ci sono molte piante che sopportano benissimo il caldo e riescono anche a fare degli splendidi fiori estivi. Alcune varietà le abbiamo già elencate nel paragrafo precedente. Scopriamone insieme altre.

  • Dipladenia: cresce bene in pieno sole. Da maggio a ottobre regala numerosi fiori grandi e a forma di imbuto, che possono essere bianchi, rosa o rossi. Durano appena un paio di giorni ma la pianta continua a produrne per tutta la stagione. Non ha bisogno di cure particolari
  • Brugmansia: pianta esotica da coltivare come arbusto o ad alberello. Necessita di un terreno umido e ben drenato, così come di una esposizione ben soleggiata. Produce grandi fiori a forma di trombetta che emanano un gradevole profumo speziato
  • Anglonia: erbacea annuale e perenne che, per tutta l’estate, produce fioriture abbondanti nei toni cromatici che vanno dal rosa chiaro al viola, fino al blu elettrico. Per la forma, ricordano delle piccole orchidee o la bocca di leone
  • Canna indica: pianta perenne che ha bisogno di terriccio molto fertile e un’esposizione in pieno sole. I suoi fiori, molto vistosi, sono gialli, rossi e arancioni, con tante sfumature. Molto decorativo anche il fogliame che varia dal verde chiaro al rossastro
  • Oleandro: da inizio estate e fine autunno produce fioriture spettacolari. Oltre a resistere al sole e alla siccità, questa pianta resiste molto bene anche all’inquinamento. Tuttavia, è importante fare attenzione nel maneggiarla perché è velenosa in ogni sua parte
  • Linum perenne: semplicissima da coltivare, è una pianta che regala una abbondante fioritura elegante e molto decorativa
  • Ortensia: seppur preferisce le aree semi-ombreggiate, fiorisce comunque tutta l’estate. Il colore degli enormi e caratteristici fiori varia a seconda della composizione del terreno. Se il terreno è alcalino e calcareo, saranno bianchi e rosa; se è acido, saranno azzurri, viola e blu
  • Margherita gialla regala splendide macchie di colore in giardini e terrazzi
  • Lilium: piante bulbose dai fiori maestosi, coltivate a scopo puramente ornamentale
  • Cosmea: di facile coltivazione, viene usata come pianta a scopo decorativo per gruppi di fioriture di lunga durata
  • Cardiocrinum: detta anche ‘gigante dell’Himalaia’ è un’enorme bulbosa che cresce bene a mezz’ombra e in estate regala fioriture meravigliose bianche simili ai gigli

piante estive

  • Petunia: la pianta perfetta per coloro che amano le fioriture abbondanti e prolungate. Ne esistono tantissime varietà
  • Sandersonia aurantica: meglio conosciuta come ‘lanterna cinese’, è una pianta che produce particolari fiori di colore arancione
  • Pianta di Pachira, soprannominata anche ‘l’albero di soldi’ e della buona sorte

Quali sono le piante estive ricadenti

Estremamente scenografiche, concentriamoci ora sulle piante con portamento cascante e ricadente.

  • Bougainville: rampicante con portamento arbustivo, è una delle più note piante ornamentali. Originaria delle zone tropicali, è una pianta tipica delle località mediterranee. Cresce bene se esposta a pieno sole. Sopporta le temperatura anche molto elevate (oltre i 40°). Cresce senza problemi nelle località costiere e di mare in quanto non teme la salinità del terreno. Assicura lunghe rigogliosissime fioriture, da giugno a ottobre. Quelli che tutti siamo soliti considerare i suoi fiori, in realtà, sonio le brattee, foglie dalla consistenza delicata, simile a carta, che servono per attirare gli insetti impollinatori. Ed è indicata per decorare muri, pergolati e gazebo
  • Gelsomino: con il suo inconfondibile profumo è una delle piante più utilizzate per abbellire balconi e terrazzi estivi, così come per creare splendide siepi divisorie. È una delle piante rampicanti più note. Si adatta a qualsiasi tipo di clima e tollera temperature che possono arrivare anche ai 40° e oltre. Inoltre, non teme neppure la salsedine. Ama i luoghi molto soleggiati e ben luminosi, ma riesce a crescere bene anche a mezz’ombra purché riceva la luce solare diretta per almeno qualche ora ogni giorno. Inoltre, può sopportare benissimo anche lunghi periodi di siccità. Le irrigazioni devono essere moderate e da effettuare soltanto quando il terreno è del tutto asciutto
piante estive
Il gelsomino regala splendide fioriture profumatissime per tutta l’estate
  • Thumbergia: rampicante con 5 fiori che resiste bene alle alte temperature, pur prediligendo le esposizioni a mezz’ombra. Il colori dei suoi fiori spazia dal bianco al giallo scuro. Si tratta di una pianta perenne e, quindi, dura tutto l’anno. Durante i mesi freddi, però, va riparata all’interno
  • Plumbago: meglio noto come ‘Gelsomino azzurro’ per i fantastici fiori azzurri, è un arbusto sempreverde a portamento rampicante. Molto resistente al caldo, sopporta benissimo l’esposizione in pieno sole. Se coltivato come rampicante, va legato perché non è in grado di avvolgersi da solo ai sostegni. In alternativa, può essere usato come ricadente da muretti e balconi
  • Passiflora: pianta ornamentale, nota in fitoterapia per le sue svariate proprietà benefiche. I rami si allungano rapidamente sulle tramite dei particolari viticci “a molla”. In estate, su ogni ramo, sbocciano fiori molto grandi e colorati. Perfetta per ricoprire archi, spalliere e pergolati, può essere utilizzata anche come siepe di confine
  • Mandevillea: pianta rampicante che, da maggio fino ai primi freddi autunnali, produce ricche fioriture rigogliose e profumate. I fiori, dalla caratteristica forma a campana, si sviluppano molto rapidamente. È simile alla Dipladenia, da cui si distingue per le foglie che, nella Mandevillea, sono più grandi e di un bel verde brillante. Per il suo sviluppo a cascata è particolarmente indicata per la coltivazione su terrazzi o anche in vasi appesi. In alternativa, per un effetto rampicante ordinato, occorre usare dei sostegni a cui ancorarla
  • Solanum jasminoides: conosciuta come “Gelsomino notturno”, è una pianta rampicante dagli stupendi fiori bianchi a stella. La fioritura dura tutta l’estate e cresce con grande rapidità. Sopporta bene sia il caldo intenso che l’aria salmastra. Ideale per creare un’elegante parete verde e profumata. Per un corretto sviluppo in verticale, è opportuno ancorarla ad un graticcio oppure ad una ringhiera

Quali sono le piante estive da balcone

Ovviamente, in questa categoria rientrano anche molte delle piante prima descritte nei 2 paragrafi precedenti. Eccone altri esempi.

  • Elicriso: arbusto della famiglia delle Asteracee che cresce spontaneamente nell’area mediterranea, adattandosi quindi molto bene ai terreni aridi e costantemente esposti al sole. Oltre ad essere una pianta moto resistente e facile da coltivare, raggiunge il massimo della fioritura proprio in estate, quando regala splendidi fiori giallo dorato. Se essiccati, si possono preparare tisane energizzanti ed antinfiammatorie, da consumare come alternativa alla curcuma e piperina
  • Gaura lindheimeri: pianta erbacea perenne con un’infiorescenza racemosa con fiori bianchi o rosa, simili a piccole orchidee, costituiti da 4 petali. Coltivabile sia in vaso che in piena terra, non ha particolari necessità, se non quella di un’esposizione in pieno sole. Riesce a resistere anche a lunghi periodi di siccità. Si adatta a qualsiasi terreno, anche se preferisce quelli sciolti e ben drenati. Va annaffiata solo quando il suolo è del tutto asciutto
piante estive
La Gaura lindheimeri è una pianta erbacea che tollera molti  tipi di terreno ma chiede solo di essere in pieno sole
  • Rosa: di numerosissime varietà e vari colori, la regina dei fiori ama i climi miti e le posizioni soleggiate e luminose. Per qualche ora ogni giorno, gradisce anche il sole diretto. Sopporta bene sia il caldo che la siccità. Quando fa molto caldo, va annaffiata presto la mattino o tardi la sera, e solo dopo aver controllato che il terreno sia completamente asciutto. Il terreno deve essere ricco di nutrienti e ben drenato.

Quali sono le piante estive e invernali

Ci sono poi piante che sopportano il caldo ma che possono essere viste come piante autunnali perchè sopportano bene anche il freddo. Conosciamole più da vicino.

  • Gaillardia: piante erbacee appartenente alla famiglia delle Astraceae. Molto diffusa nelle zone desertiche, si adatta a qualsiasi condizione climatica ed è una pianta molto resistente. I suoi fiori somigliano ai girasoli e presentano sfumature che vanno dal giallo al rosso, fino al marrone. Per crescere bene, predilige i luoghi luminosi e ben soleggiati. Resiste benissimo sia in caso di siccità che in presenza di temperature rigide. Non ha particolari esigenze neppure in fatto di terreno, purché sia ben drenato e privo di ristagni idrici. Va annaffiata solo una volta a settimana, dopo aver controllato che il terreno sia completamente asciutto
  • Yucca: pianta esotica che sopporta bene sia il caldo che gli inverni piuttosto rigidi. Durante il pieno sviluppo vegetativo crea folti ciuffi di foglie verdi. Durante la fioritura, invece, produce fiori bianchi disposti su un lungo pinnacolo
piante estive
La Yucca è una pianta esotica che sopporta bene sia il caldo che gli inverni piuttosto rigidi
  • Clematis: rampicante caratterizzata da una fioritura colorata molto appariscente. Ama i luoghi ben soleggiati ma può restare fuori anche in inverno dal momento che non teme il freddo
  • Platycodon: erbacea perenne della famiglia delle Campanulaceae. Vive bene sia in pieno sole che a mezz’ombra, e regala splendidi fiori stellati in colori variegati. Può restare fuori anche in inverno perché resiste al gelo. Facile da coltivare anche in vaso
  • Lantana: pianta perenne con foglie profumate e fiori di vari colori: rosa, rosso, giallo, bianco e arancione. Va coltivata in pieno sole e continua a fiorire anche durante i primi freddi invernali
  • Pentas: pianta perenne che, dalla primavera all’autunno regala meravigliosi fiori stellati riuniti in infiorescenze appariscenti di colore bianco, fucsia o rosso. In condizioni climatiche miti, fiorisce anche nei mesi freddi

Le succulente

Eccovi anche alcuni esemplari di piante grasse fiorite per abbellire il giardino estivo di colori ed in maniera insolita.

  • Aporocactus flagelliformis. Questa pianta molto insolita appartiene alla famiglia delle Cactaceae ed è una succulenta epifita. È una pianta perenne dalla vita piuttosto lunga, anche diversi decenni. Cresce in un ciuffo molto grande e denso e può essere coltivata nei giardini rocciosi, preferibilmente nei climi mediterranei, anche se può sopportare brevi gelate. Ha un portamento ricadente e alcune varietà possono raggiungere l’altezza di 1,5 m. Le foglie molto lunghe sono ricoperte di piccole spine. I fiori sono bellissimi e di solito rosa fucsia brillante. È perfetto per essere appeso in casa o in veranda.
  • Sedum palmeri. È una pianta tappezzante con un’altezza compresa tra 10 e 20 cm. È originaria del Messico, dove cresce a oltre 100 m di altitudine sui pendii rocciosi della Sierra Madre. Appartiene alla famiglia delle Crassulaceae, piante che immagazzinano l’acqua nelle foglie carnose e sono molto resistenti alla siccità. Forma delle deliziose e dense rosette di foglie blu-verde che rendono la pianta molto decorativa.
    Le punte delle foglie a volte diventano rosso-rosa e rosse, a seconda della stagione e della luce: le punte iniziano a diventare rosse in autunno e il colore diventa più intenso in inverno.
  • Chamaecereus, ha una fioritura arancione brillante che compare in tarda primavera. Ha radici relativamente poco profonde, e cresce fino ad un’altezza di 15 cm, verso l’esterno, ricadendo poi in basso, e non verso l’alto. può raggiungere una larghezza di 30 cm. Ama le posizioni in pieno sole, ma in caso di grande calore può necessitare di un po’ d’ombra.
piante estive
Il Chamaecereus ha una fioritura arancione brillante che compare in tarda primavera.
  • Stapelia: succulenta molto ricercata per le belle foglie carnose e i caratteristici fiori di rara bellezza.
  • Echinocactus grusonii: soprannominato ‘cuscino della suocera’, si tratta di una pianta grassa perfetta per i giardini rocciosi

E le piante aromatiche

Concludiamo infine il nostro approfondimento con le piante aromatiche. Eccellenti per insaporire pietanze e bevande, ecco quali sono le più adatte da coltivare durante la bella stagione.

  • Basilico: facile da coltivare anche in vaso, oltre che sublime nel sugo di pomodoro, è anche un ottimo rimedio naturale per scacciare le zanzare
  • Timo: le sue piccole e tenere foglioline gradevolmente profumate cono perfette in cucina ma anche come antisettico naturale e antibatterico
  • Origano: facile da coltivare sia in vaso che nelle aiuole dei giardini, la sua inconfondibile fragranza si fa più forte ed intensa verso sera
  • Rosmarino: in estate raggiunge il pieno vigore, dando vita a folti cespugli di steli eretti con tantissime foglioline dall’inconfondibile profumo. Durante la fioritura, produce fiori commestibili, di un delizioso colore azzurro-violetto

Altri approfondimenti

Sulle piante ti potrebbero interessare questi approfondimenti tematici:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button